Basilica del Sacro Cuore – Foto Wikimedia Commons
in foto: Basilica del Sacro Cuore – Foto Wikimedia Commons

Durante una visita a Montmartre, uno dei più caratteristici quartieri parigini, è impossibile non restare affascinati dalla Basilica del Sacro Cuore. Situata in cima alla collina di Montmartre, questa chiesa spettacolare offre una delle più belle ed emozionanti vedute di Parigi. Con un'architettura unica nel suo genere, la sua candida cupola si staglia nel cielo parigino, assurgendo a simbolo incontrastato della Ville Lumiere. Ma questo iconico monumento nasconde diversi segreti. Ecco le curiosità più interessanti sul Sacre Coeur di Parigi.

Basilica del Sacro Cuore – Foto Wikipedia
in foto: Basilica del Sacro Cuore – Foto Wikipedia
  1. La collina di Montmartre era un luogo di culto fin dall'antichità. Sulla sua sommità si celebravano riti pagani in templi dedicati a Marte e Mercurio.
  2. Innalzandosi a 213 metri sopra il livello del mare, la Basilica del Sacro Cuore è il secondo punto panoramico più alto di Parigi, subito dopo la Torre Eiffel che si eleva per 300 metri. Essendo uno dei punti più alti di Parigi, il Sacre Coeur richiama l'idea di slancio verso il cielo e quindi verso Dio.
  3. È la seconda chiesa più visitata di Parigi dopo Notre-Dame. L'ingresso è gratuito, mentre per salire sulla cupola è necessario acquistare un biglietto.
  4. La Basilica venne costruita tra il 1873 e il 1919 e progettata dall'architetto Paul Abadie. Costruita in stile romanico-bizantino, è ispirata a modelli come la Basilica di San Marco a Venezia o la Basilica di Santa Sofia a Istanbul. La principale ispirazione arrivò dalla chiesa romanica di St. Front à Périgneau, un edificio progettato sempre da Abadie e noto per le sue numerose cupole.
  5. La campana della torre posteriore pesa ben 19 tonnellate e si chiama Savoyarde: viene infatti dalla regione della Savoia, più precisamente dalla pittoresca Annecy, dove venne forgiata nel 1895. Per trasportarla sulla sommità della collina di Montmartre furono necessari 21 cavalli.
  6. La costruzione è stata finanziata dagli stessi parigini con donazioni private. I nomi delle persone che hanno contribuito alla sua fondazione sono incisi sulle pareti della chiesa.
  7. Dopo la cocente sconfitta dell'esercito francese per mano dei Prussiani nel 1870, Alexandre Legentil ebbe l'idea di costruire una chiesa dedicata al Sacro Cuore di Gesù in segno di penitenza, fiducia e speranza per l'avvenire.
  8. Il colore bianco marmoreo della basilica è parte integrante del suo fascino. La pietra di Château-Landon (Seine-et-Marne) che riveste la basilica ha una caratteristica particolare: a contatto con l'acqua piovana sprigiona una sostanza bianca, la calcina, che permea l'intero edificio e gli permette di conservare il suo candore.
  9. Gli interni della Basilica sono piuttosto spogli, fatta eccezione per il mosaico absidale datato 1922 e realizzato da Luc-Oliver Mersone.
  10. Nei dintorni della Basilica del Sacro Cuore è possibile immergersi nel cuore della vita artistica parigina. Inoltrandosi in una stradina a sinistra della Basilica si arriva in Place du Tertre, un luogo meraviglioso e ricco di artisti che catapulta in un'atmosfera d'altri tempi. In più, nelle vicinanze si trova il Museo Dalì, perfetto per ammirare la produzione di questo genio del Surrealismo. Senza contare che l'intero quartiere di Montmartre pullula di bistrot e caffetterie dall'atmosfera tipicamente parigina, che daranno un tocco di romanticismo alla vostra visita.