Una delle città più interessanti in Europa da punto di vista storico e culturale è certamente Berlino. Un viaggio in Germania non può prescindere da quella che si configura come una giovane e dinamica capitale europea, con tante attrattive che ne fanno una delle mete privilegiate di molti giovani turisti. Ma allo stesso tempo il fascino della sua storia che riecheggia dai suoi monumenti e dai numerosi luoghi d'interesse costituisce un forte impulso per un tipo di turismo culturale. Tra le attrazioni assolutamente da non perdere sono la maestosa porta di Brandeburgo, il celebre monumento simbolo di Berlino; il Mitte, ossia il centro pulsante della città; Alexanderplatz, Potsdamer Platz, e l’Alte Nationalgallerie, un museo che raccoglie le più grandi e significative collezioni della Germania delle opere d’arte del XIX secolo.

Vedere tutti questi luoghi e primo tra tutti ciò che resta del Muro di Berlino, significa scorrere con emozione le pagine di storia del Novecento, il secolo che ha visto come una delle sue principali protagoniste la Germania, e che si è appena concluso con le sue divisioni, le riconciliazioni e le speranze. Ma la città è anche una capitale che ben dimostra il suo interesse per l'arte e la storia antica, presentando uno dei musei archeologici più importanti al mondo, il Pergamonmuseum. L'edificio è situato sull’isola dei musei sul fiume Sprea e deve il suo nome all'antica città di Pergamo, da cui provengono la maggior parte delle opere esposte. Ma per entrare nel dettaglio di una visita alla città, vi consigliamo di leggere la nostra guida di Berlino. Oggi invece vogliamo suggerirvi cosa vedere nei dintorni di Berlino.

Potsdam

Potsdam, vicino a Berlino.
in foto: Potsdam, vicino a Berlino.

Foto di Ted and Jen

 Ci vorrebbe un viaggio a parte solo per visitare questa città. La splendida capitale del Brandeburgo, situata sul confine dell'area metropolitana della Grande Berlino, è infatti ricca di cose da vedere. I palazzi e i parchi di Potsdam, assieme a quelli di Berlino, fanno parte di un sito collettivo Patrimonio dell'Umanità Unesco. Primo tra tutti il Castello Sanssouci, la residenza estiva di Federico II il Grande, re di Prussia. Lo splendore degli interni e dei giardini lo hanno spesso fatto paragonare alla Reggia di Versailles. Potsdam è inoltre il luogo dove si svolse uno dei momenti più importanti della storia contemporanea: l'incontro tra Truman, Churchill e Stalin al castello Cecilienhof, per la conferenza che avrebbe segnato il destino della Germania del dopoguerra. Tra le tante cose che spiccano in questa bellissima città non potete perdervi il quartiere olandese, un vero e proprio pezzo di Paesi Bassi in Germania. Potsdam si raggiunge in mezz'ora con la ferrovia regionale S-Bahn (linea S7) e la ferrovia Berlino-Magdeburgo. Se volete saperne di più, ecco cosa vedere a Potsdam.

Wannsee

Wannsee, Berlino

Foto di martin2606

 Il quartiere di Berlino si trova all'estremità della periferia nordoccidentale e prende il nome dal lago su cui affaccia, il Großer Wannsee. Si tratta di una nota località balneare, ricca di vegetazione e stabilimenti. Il più popolare è lo Strandbad Wannsee, spiaggia lunga oltre un chilometro realizzata con la sabbia delle coste tedesche affacciate sul Mar Baltico: una sua porzione è dedicata anche al nudismo. Il lago è formato da un'ansa del fiume Havel, e al suo interno vi sono alcune isole. Tra queste la Pfaueninsel, l'isola dei pavoni: una riserva naturale che custodisce tra l'altro un castello fatto edificare da Federico II di Prussia. L'isola prende questo nome dagli uccelli dell'enorme voliera. Sulla riva del lago si trova anche una villa tristemente famosa per aver ospitato la Conferenza di Wannsee, dove i gerarchi del Reich pianificarono la soluzione finale. Oggi la villa è diventata un memoriale con documenti storici. Wannsee si raggiunge con la S-Bahn (linee S1 e S7).

Spandau

Cittadella di Spandau, Berlino

Foto di Robert Steffens

Il quartiere a nord è più vecchio della capitale stessa, e si trova all'interno del distretto omonimo. L'Altstadt, la città vecchia, risale al 1197, ed è un centro storico medievale affascinante e antico, costituito da stradine e vicoli che conservano ancora case del XVI secolo. La sua restaurazione l'ha resa una nota zona commerciale. Non lontano si trova la cittadella, dove si erge la fortezza più antica risalente al XVI secolo, e unica sopravvissuta a Berlino. Un tempo torre di sicurezza, poi deposito di munizioni, infine carcere. Oggi è un museo dove troviamo tra l'altro un'esposizione di cannoni, e vi si tengono numerose attività culturali, rappresentando uno dei maggiori centri turistici della capitale. Il quartiere di Spandau si raggiunge sia con la S-Bahn (linee S75 e S3) che con la U-Bahn (linea U7). Inoltre dispone anche di una stazione ferroviaria per i treni intercity che la collegano ad Amburgo e Hannover.

La foresta di Grunewald

Foresta di Grunewald, Berlino

Foto di Alex Mauruszat

Il nome significa "bosco verde" ed è la più grande area verde della città. Si trova all'estrema periferia nord della Grande Berlino, a quasi due ore dal centro. La foresta, oltre a essere un luogo ideale per giornate di relax e tranquillità, è anche un posto bellissimo da visitare. Si affaccia su un piccolo lago, sulla cui riva troviamo lo Jagdschloss Grunewald, un padiglione di caccia che ospita anche un museo e una collezione d'arte. Altro luogo per gli amanti della pittura è il Brucke Museum, che custodisce quadri di numerosi artisti tedeschi del Novecento. Visitando il quartiere omonimo incontrerete due siti legati alle vicende della Seconda Guerra Mondiale. Il Teufelsberg, la montagna del diavolo, è una collina artificiale alta 114 metri costruita con le macerie della guerra. Il Memoriale della Deportazione si trova alla stazione di Grunewald, che ai tempi del nazismo veniva utilizzata per le deportazioni degli ebrei ai campi di sterminio su treni merci: il memoriale si trova presso il binario 17, dove molti dei convogli partivano. La stazione è la stessa dove si arriva raggiungendo Grunewald tramite la S-Bahn (linea S7).

Fuori Berlino

A Ludwigsfelde, cittadina a 45 minuti dal centro, troviamo il Museumdorf Doppel, la ricreazione di un villaggio rurale del XIII secolo. Presso Orianenburg, 40 minuti dal centro, troviamo il Memoriale di Sachsenhausen, uno dei più grandi campi di concentramento della Germania: oggi è un museo che ricorda gli orrori di 100.000 prigionieri sterminati qui. A Chorin, un'ora dal centro, c'è una splendida abbazia medievale famosa per la sua chiesa e i chiostri in stile gotico. Tutte queste località si trovano nel Land di Brandeburgo e sono raggiungibili con la S-Bahn.