Probabilmente non crederete ai vostri occhi quando lo vedrete eppure c'è. Ed è immenso, spettacolare. Ed è una cosa che non avreste mai immaginato di poter veder dal vivo, perché lo avevate sempre relegato allo scenario fantastico di una fiaba nordica. Ma, si sa, la realtà spesso supera l'immaginazione, e la creatività dell'uomo non conosce limiti. Siamo a Kemi, piccola città della Lapponia finlandese, presso il circolo polare artico. Quello che vedrete qui, per quattro mesi all'anno, è un vero e proprio castello di neve! Non fate le facce deluse, perché non stiamo parlando di una semplice scultura, di quelle che potreste trovare in qualsiasi festival della neve in Giappone o in Cina. No, stiamo parlando di un vero e proprio castello. Abitabile. Anzi, per essere più precisi, pernottabile. Sì, perché questa fantastica creazione viene adibita nientemeno che a hotel, con tanto di bar e ristorante. Piuttosto incredibile, no? Be', forse non l'idea, dal momento che i finlandesi non sono nuovi a queste cose: basta pensare al villaggio degli igloo. Ma questa costruzione supera di gran lunga quel concept, espandendolo in un progetto ben più grande.

Lumilinna Hotel

Il Lumilinna Hotel è l'albergo ricavato in questo enorme castello di neve. Ha 18 stanze, per singoli, coppie e gruppi, e può tenere fino a 48 persone. Non manca naturalmente la suite matrimoniale, per gli innamorati che magari decidono di passarvi parte del loro viaggio di nozze. A voi persone dal sangue caldo e abituate al clima mediterraneo sembrerà un'idea folle, ma in realtà molte coppie celebrano il loro matrimonio qui. Anche se poi ci chiediamo come faranno a consumare con una temperatura costante di -5° C all'interno della stanza. Sicuramente le pelli d'agnello presenti sul letto aiuteranno a riscaldare l'ambiente e a rendere tutto più romantico. E per quello che ne sappiamo, molti bambini potrebbero essere stati concepiti anche proprio tra queste pareti di ghiaccio. Non ne saremo mai certi, ma di sicuro molti vengono battezzati qui. Un momento: sposalizi, battesimi… Ma com'è possibile in un hotel? Semplice: il castello è provvisto anche di una cappella ecumenica dove si celebrano tutte le funzioni delle varie fedi cristiane. Naturalmente fatta di neve anche questa.

L'hotel di ghiaccio è provvisto di tutto. Non mancano un ristorante con 150 posti e un bar. Il bar offre sia bevande fredde (e ci mancherebbe) che calde. Stesso dicasi per il menù del ristorante, i cui piatti sono realizzati con prodotti freschi di zona, nel vero senso della parola. I tavoli e le sedie sono fatti rigorosamente di ghiaccio. Il piano del tavolo è protetto da un pannello di plexiglas per evitare che portate calde possano scioglierlo. Le sedie invece sono coperte da pelli di agnello, per permttere a tutti di accomodarsi senza congelarsi il sedere: ciò nonostante è sempre vivamente consigliato l'abbigliamento pesante, visto che la temperatura della stanza è la stessa di tutto il resto del castello. Tra l'altro, e vi sembrerà assurdo, vi è un impianto di aria condizionata che mantiene il freddo costante all'interno della struttura: questo per evitare che il calore emanato dai piatti o dalle stesse persone faccia sgocciolare porte e mura, con prevedibili conseguenze a lungo andare.

Castello di neve Kemi dall'esterno

La temperatura del castello viene quindi mantenuta costantemente a -5° C quale che sia quella esterna. E questo non ferma certo i visitatori, che anzi accorrono in massa per prenotare un posto ogni inverno. Addirittura il ristorante è disponibile su prenotazione per feste per bambini, e vi sono anche attrazioni per i più piccoli, come uno scivolo di neve e una giostra. Il castello è infatti aperto a tutti, non solo per dormirvi. Per tutti i servizi alberghieri occorre però la prenotazione, poiché dato il limitato periodo di tempo e il ridotto numero di posti le richieste sono tantissime. Il castello viene infatti demolito e ricostruito ogni anno in maniera diversa. La costruzione generalmente parte a inizio dicembre, quando le temperature esterne raggiungono i -7° C, condizione ideale per mantenere la neve compatta, e termina a gennaio per l'inaugurazione: la media di tempo per i lavori è di circa sei settimane. Ma lo scorso inverno, ad esempio, il freddo è arrivato in ritardo, e i lavori sono stati ultimati in sole tre settimane e mezzo per poter aprire in tempo.

Ma come viene costruito il castello di neve? Intanto non viene utilizzata la neve reale, ma viene creata artificialmente. Ma come, con tutta quella naturale che hanno a disposizione? Il fatto è che questa è troppo morbida per compattarsi. Per cui ecco l'idea: prelevano dell'acqua di mare dal vicino golfo di Bothnia con una pompa che la spara ad alta pressione trasformandola in neve. Non entriamo nei tecnicismi, non sappiamo come facciano, queste sono le informazioni che ci hanno comunicato. Vengono poi utilizzati degli stampi per realizzare la struttura del castello che vengono rimossi quando la neve si è aggregata tutta. Di fatto il castello non ha strutture portanti, e utilizza le stesse tecniche delle volte ad arco già conosciute nell'antica Grecia. Anche il ghiaccio viene prelevato direttamente dal mar Baltico: questo si adatta all'ambiente esterno, come nel caso delle gambe dei tavoli che dal pavimento fanno risalire il freddo a tutta la struttura mantenendo i tavoli in piedi per tutta la stagione.

Castello di neve Kemi, le camere

L'incredibile tecnica di costruzione si è evoluta nel corso degli anni. A partire dal terzo castello i progettisti hanno pensato di osare con l'aggiunta di un piano… e ci sono riusciti. Per poi riprovarci ulteriormente. Così oggi il castello ha addirittura tre piani, tutti di ghiaccio e neve. Lo stesso dicasi per il modo in cui veniva fornita l'energia elettrica. Fino a un paio di anni fa venivano scavati dei percorsi per i cavi elettrici lungo i muri tramite una motosega: un procedimento lungo e faticoso. Oggi invece i fili vengono collocati direttamente sul tetto per raggiungere le aree desiderate. A proposito, ma da quanti anni viene costruito questo castello? Ormai sono 16: il primo risale al 1996, ed entrò anche nel Guinnes dei primati per il record del primo castello di neve al mondo, con le mura di neve più lunghe mai realizzate: 1.100 metri.

Ogni anno il castello viene realizzato secondo un tema diverso. Quello di quest'anno è lo sport: una scelta non casuale, che onora non solo le Olimpiadi di Londra, ma anche i 60 anni dei giochi olimpici tenutisi a Helsinki. Per cui lungo tutto il castello si potranno vedere sculture di ghiaccio e neve che ricordano atleti e sport, anche tra quelli meno conosciuti. Come dicevamo, la struttura è di per sé concepita come un'attrazione anche al di là dei servizi alberghieri. Riceve infatti tra gli 80 e 100mila visitatori l'anno. In particolar modo famiglie con bambini: il primo castello fu infatti un dono dell'Unicef e la città di Kemi per i bambini del mondo, e l'iniziativa si è ripetuta nel corso degli anni. Oltre ai giochi sempre presenti all'interno, vengono organizzati eventi di ogni tipo con clown, maghi, acrobati, giocolieri, cantanti. Ed eventi dedicati al tema della stagione: quest'anno ci saranno piccole competizioni sportive di sci e di lancio di palle di neve.

Castello di neve Kemi, il bar

Ma come si dorme nell'hotel? La vacanza alternativa richiede delle precauzioni. Come detto, le temperature sono rigide, quindi il vostro pigiamino di cotone non vi basterà. Ma non dovrete nemmeno imbaccucarvi: basterà un intimo pesante, perché dormirete comunque all'interno di sacchi a pelo sopra le pelli d'agnello che fanno copertura al letto. E dormendo con i vostri vestiti tra il sacco a pelo e la pelle li terrete caldi per il giorno dopo. Se poi la situazione romantica vi spingerà ad aumentare il calore dell'ambiente, be', questo dipende da voi. Ma giustamente, chiederete voi: e per lavarsi e andare in bagno? Niente paura, perché per quello è previsto un transfer agli hotel vicini, dove potrete farvi una doccia calda e anche una bella sauna, incluse nel prezzo. E non è che tutto il castello sia immerso nel freddo: c'è anche un Warm Lounge con bar, a disposizione di ospiti e visitatori, dove viene servita la colazione in temperature più confortevoli all'interno di una capanna in classico legno.

I prezzi per una notte nell'hotel di neve non sono neanche tanto elevati data la singolarità dell'alloggio. Anche perché difficilmente ci spenderete più di una notte. Vi sono due fasce settimanali per le tariffe che vi indichiamo: una per i giorni da lunedì a mercoledì, e l'altra da giovedì a domenica. Ecco i prezzi: stanza singola 145-175€; stanza da due a cinque letti, 115-145€; suite, 275-340€. Quest'ultima opzione è naturalmente sopra i livelli medi, ma volete mettere l'atmosfera romantica di stringersi nel calore dei propri corpi sotto una volta di ghiaccio… per passare una notte di fuoco? Comunque se non vi interessa dormirvi, ma volete visitare il castello, il prezzo al pubblico è di 10€ per adulti, e 5€ per i bambini dai 5-11 anni. Visite guidate di 30 minuti possono essere prenotate per il costo di 70€. E quando? Per l'inverno 2013 il castello di Neve di Kemi aprirà il 27 gennaio con inaugurazione alle 6 di sera, e resterà in piedi fino al 7 aprile. L'aeroporto, dove atterrano solo voli da Helsinki, si trova a soli dieci minuti di auto, mentre la stazione dei bus e quella dei treni sono a pochi passi. Che aspettate a organizzare la vostra settimana bianca in Finlandia?

[Tutte le immagini sono per gentile concessione del Lumilinna – The Snow Castle]