Passignano sul Trasimeno – Foto Wikipedia
in foto: Passignano sul Trasimeno – Foto Wikipedia

Il lago Trasimeno è una meraviglia impossibile da dimenticare. Con i suoi colori intensi dalle mille sfumature, questo spettacolo naturale si imprime nella memoria lasciando emozioni indelebili. A rendere ancora più magica la sua atmosfera sono i numerosi borghi adagiati sulle sue rive. Questi centri ricchi di arte e cultura sono un'ottima opportunità per visitare chiese medievali e splendidi palazzi rinascimentali, ma anche per praticare escursioni, trekking e birdwatching nella verde cornice del lungolago. Da alcune di queste località, inoltre, è possibile raggiungere i castelli e le isole del Trasimeno. Senza contare le numerose opportunità di escursioni nelle zone limitrofe, come la Val d'Orcia. Insomma, questi borghi lacustri rientrano di diritto tra i migliori motivi per andare in vacanza in Umbria. Scopriamo i più bei gioielli sul lago Trasimeno.

Castiglione del Lago

Castiglione del Lago – Foto Wikipedia
in foto: Castiglione del Lago – Foto Wikipedia

Questo borgo cinquecentesco sorge su un promontorio affacciato sul lago ed è famoso per il suo mix di arte, natura e gastronomia. Tra le meraviglie da non perdere, Palazzo Ducale con le sale affrescate dal Pomarancio, la Rocca Medievale con il Castello del Leone e la seicentesca Chiesa di San Domenico di Guzman. La sua posizione strategica consente di raggiungere località pittoresche come l'Isola Polvese, la più grande delle tre isole del lago Trasimeno. In più, il borgo presenta numerose manifestazioni: da "Coloriamo i cieli", variopinta sfilata di aquiloni, a "Trasimeno Blues", appuntamento estivo per gli amanti della musica, fino alla Rassegna internazionale del Folklore, dedicato alla cultura popolare di diversi paesi.

Città della Pieve

Città della Pieve – Foto Wikimedia Commons
in foto: Città della Pieve – Foto Wikimedia Commons

Questo borgo ricco di arte domina la Valdichiana e il Trasimeno dall'alto di un colle. Città della Pieve presenta un'armonica combinazione di elementi umbri, toscani e laziali che contribuiscono al suo fascino unico. Grazie ai suoi paesaggi pittoreschi, il luogo ha ispirato un importante artista del Rinascimento come Pietro Vannucci detto il Perugino, che qui ha lasciato capolavori come la celebre Adorazione dei Magi all'interno dell’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi. Da visitare anche la Cattedrale, il cinquecentesco Palazzo della Corgna e la Chiesa di Santa Maria dei Servi che ospita la Deposizione, altra opera del Perugino; il pittore è sepolto a Fontignano, un piccolo centro a breve distanza da Città della Pieve. Il 21 e 22 giugno ha luogo un evento profumatissimo, l'Infiorata di San Luigi Gonzaga: una festa di colori che porta un tocco di allegria nel borgo, rinnovando così una tradizione che risale al Medioevo.

Magione

San Feliciano, frazione di Magione – Foto Wikipedia
in foto: San Feliciano, frazione di Magione – Foto Wikipedia

Questo splendido borgo medievale si trova sull'antico tracciato dei pellegrini e ospita il Castello dei cavalieri di Malta, costruito nel XII secolo. Qui si trova anche la Torre Lombardi, eretta a cavallo tra i secoli XII e XIII dai Cavalieri Gerosolimitani: questo antico fortilizio regala una bellissima vista panoramica. Da visitare anche la Parrocchiale, la Chiesa di San Carlo Borromeo e la Chiesa della Madonna delle Grazie, risalente al 1209. Magione ospita l'Autodromo dell'Umbria ed è quindi meta privilegiata dagli amanti dei motori, oltre che dagli sportivi in generale: è possibile praticare trekking in collina, quad tra i boschi, windsurf sul lago e kite lungo le spiagge. Da non perdere le frazioni di San Feliciano e Monte al Lago, dove è possibile fare romantiche passeggiate sul lungolago e inebriarsi dei paesaggi meravigliosi che questa zona offre. Da San Feliciano, pittoresco villaggio di pescatori, salpano i traghetti per l'Isola Polvese, la più grande delle tre isole del Trasimeno.

Paciano

Paciano, Porta Perugina – Foto Wikipedia
in foto: Paciano, Porta Perugina – Foto Wikipedia

Questo gioiellino medievale è inserito nel circuito dei Borghi più Belli d'Italia. Racchiuso all'interno di un'imponente cinta muraria, sorge a 391 metri sul livello del mare, nel luogo dove in passato si trovava un tempio consacrato al dio Giano. Per immergersi nella sua atmosfera sospesa nel tempo basta oltrepassare una delle antiche porte d'accesso – Porta Fiorentina, Porta Perugina e Porta Rastrella – e ritrovarsi in un dedalo di vicoli su cui si affacciano chiesette e palazzi signorili. Da vedere la Chiesa di san Giuseppe, che custodisce una Madonna della Misericordia (XV secolo) di Fiorenzo di Lorenzo, oltre a ospitare il Museo Don Aldo Rossi. Di grande interesse anche la Pinacoteca, con opere d'arte dall'età etrusca al XVII secolo. Tra le attrazioni da non perdere c'è la Torre di Orlando, che costituiva il nucleo originario del borgo. Appena fuori dal borgo troviamo la Chiesa della Madonna della Stella (1572), che ospita interessanti affreschi manieristi.

Panicale

Panicale – Foto Pixabay
in foto: Panicale – Foto Pixabay

Per lo splendore dei suoi monumenti artistici, Panicale è stato annoverato tra i Borghi più Belli d'Italia. Bandiera Arancione del TCI, questa bellissima terrazza sul lago Trasimeno presenta una pianta costruita su ellissi concentriche. Il punto panoramico che lascia a bocca aperta è quello in Piazza Masolino, dove si trova il Palazzo del Podestà. Inoltre, nella Chiesa di San Sebastiano si possono ammirare opere di celebri pittori come Perugino e Raffaello. Altri edifici degni di nota sono la Chiesa della Madonna della Sbarra, la Chiesa di Sant'Agostino, la Collegiata di San Michele Arcangelo e il Teatro Cesare Caporali. Nei dintorni di Panicale spicca la deliziosa frazione di Tavernelle con il Santuario di Mongiovino, una meraviglia ricca di opere d'arte.

Passignano sul Trasimeno

Passignano sul Trasimeno – Foto Wikipedia
in foto: Passignano sul Trasimeno – Foto Wikipedia

Situato a cavallo tra Umbria e Toscana, questo antico borgo sul lago incanta per i suoi paesaggi da sogno. Tra le principali attrazioni vi sono la Pieve di san Cristoforo e il Santuario della Madonna dell'Oliveto (fine XVI secolo). Passignano possiede anche una Rocca di probabile origine longobarda, risalente al V-VI secolo. Dalla sommità si può godere di una vista meravigliosa, mentre l'interno custodisce mostre d'arte. Nei dintorni si trova la deliziosa frazione di Castel Rigone con il Santuario di Maria SS. dei Miracoli. Nel territorio circostante si può praticare trekking, equitazione e biking.

Piegaro

Piegaro – Foto Wikimedia Commons
in foto: Piegaro – Foto Wikimedia Commons

Fondato dai Romani nel 217 a.C., Piegaro presenta numerose attrattive come il borgo medievale di Cibottola, oltre ai castelli di Gaiche e Greppolischieto. Da vedere anche il borgo di Castiglion Fosco con la torre a forma cilindrica risalente al XV secolo. Presso Pietrafitta è presente l'Abbazia dei Sette Frati, con una ricca collezione di fossili custodita nel Museo Paleontologico Luigi Boldrini. Nel centro storico di Piegaro troviamo il Palazzo Misciattelli-Pallavicini (XVIII secolo) e  l’antica vetreria di Piegaro, che illustra la produzione vetraria dal Medioevo al XX secolo. Non può mancare una visita al Lago di Pietrafitta, specchio d'acqua artificiale sulle cui sponde sono presenti numerose specie di animali e uccelli selvatici.

Tuoro sul Trasimeno

Tuoro sul Trasimeno – Foto Wikimedia Commons
in foto: Tuoro sul Trasimeno – Foto Wikimedia Commons

Tuoro sul Trasimeno è situato nella parte settentrionale del lago. Sebbene l'impianto del borgo sia medievale, in epoca più antica si combatté la celebre Battaglia del Trasimeno, che vide contrapporsi i Romani e i Carteginesi guidati da Annibale, con la vittoria di questi ultimi. Da vedere il rinascimentale Palazzo Capra, edificato sulla tomba del comandante romano Caio Flaminio. Molto pittoresco è il Lido di Tuoro, dove è possibile passeggiare sul lungolago e ammirare lo splendido panorama del Trasimeno, che regala intense emozioni soprattutto all'alba e al tramonto. Da Tuoro partono inoltre battelli per l'Isola Maggiore, dove ammirare la splendida chiesa affrescata di S. Michele Arcangelo e il Museo del Merletto.