Accogliere l'anno nuovo con simpatici riti propiziatori è un'usanza consolidata in gran parte del mondo. Il Capodanno in Scozia si tinge di un folklore antico e speciale, diventando la tradizionale festa di Hogmanay. Una ricorrenza dalle origini remote, che mischia abilmente tradizioni vichinghe, superstizione e rituali pagani.

[Foto di Ally Crockford]

La festa dell'Hogmanay ha il suo apice ad Edimburgo che per Capodanno celebra il veglione di San Silvestro più grande del mondo, con quattro giorni ricchi di luci, concerti e spettacoli, tra cui la sorprendente parata con palle di fuoco roteanti che si svolge in molte altre città scozzesi.

Una delle maggiori tradizioni di Hogmanay è il First-Footing, che rientra a pieno titolo tra i riti propiziatori più originali per Capodanno. Secondo la tradizione il First-Foot è la prima persona a varcare la soglia di una casa nell'anno nuovo. L'ingresso di questo ospite speciale è in grado di assicurare fortuna e prosperità per l'anno appena iniziato. Il primo visitatore dell'anno deve però rispondere a precisi e fondamentali requisiti: deve essere di sesso maschile, alto, bruno e di bell'aspetto. Il First-Foot deve inoltre portare con sé un dono simbolico, generalmente una moneta d'argento, del carbone, whisky, sale, biscotti o dolci. Entrato in casa, il First-Foot dovrà essere accompagnato in casa, che come da tradizione sarà stata pulita da cima a fondo, e collocherà il carbone nel fuoco del camino. Infine, farà un brindisi in onore della casa e dei suoi abitanti. Se ogni dettaglio del rituale sarà stato osservato, al First-Foot sarà concesso di baciare tutte le donne della famiglia (capito perché deve essere di bell'aspetto?). L'antica pratica del First-Footing è diventata ormai un simpatico pretesto per far visita ad amici e conoscenti e festeggiare tutta la notte in allegria, tra canti, balli e scatenate bevute.