Merano
in foto: Vista di Merano in Trentino Alto Adige (Foto di Luca Violetto).

Cosa vedere a Merano | Le terme | I quartieri di Merano | Come arrivare a Merano e dintorni | Dove dormire

Merano e i suoi quartieri offrono tante possibilità per passare una bella vacanza senza annoiarvi: camminate in montagna, gite in biciletta, sci alpino e di fondo, shopping, visite ai musei, specialità della cucina tirolese e rilassamento alle terme. La città di Merano infatti, è molto nota, anche oltre i confini, per i suoi stabilimenti termali. La città è composta dai quartieri di Quarazze, Maia Bassa, Maia Alta, Sinigo, Labers ed il grazioso centro storico, Merano, è una cittadina ideale per una vacanza in montagna che si trova ad un’altitudine che va da 263 a 1.621 m sul livello del mare ed è, dopo la città di Bolzano, la seconda città più grande del Trentino Alto Adige. Per la sua posizione, protetta in una conca naturale dove confluiscono la Val Venosta, la Val Passiria e la Val d'Adige, la zona gode di un piacevole clima mite. Il magnifico panorama alpino che si gode dalla città conferisce inoltre un particolare fascino, sopratutto nei mesi invernali quando è tutto innevato.

Dal XIX secolo Merano ha iniziato a diventare famosa come luogo di cura. Merano fu capitale della Contea tirolese tra il XIII ed il XV secolo, e divenne meta residenziale della nobiltà tirolese che qui costruì le sue raffinate residenze. Nell'ottocento Merano divenne una delle più importanti stazioni termali ed era la meta prediletta dell'aristocrazia di tutta Europa. Fu tutto un fiorire di lussuosi alberghi e strutture cittadine degne di accogliere un pubblico così elegante e raffinato. Scienziati e dottori consigliavano il clima mite e l’aria pura della città, la quale era particolarmente benefica per la cura e la guarigione delle vie respiratorie. La città inoltre divenne famosa ed attirò molti ospiti per la sua particolare cura dell’uva e del latte di capra.

centro storico Merano

[Foto di Rossella Giannone]

Cosa vedere a Merano

Merano è un luogo con molte attrazioni, a partire dagli edifici eleganti, le passeggiate famose percorse dai regnanti d'Europa, le terme dal design accattivante e dai tanti programmi benessere. La città è molto apprezzata per bellissime passeggiate immerse nel verde, con parchi e giardini. Lungo la passeggiata di Passirio si trova l'edificio simbolo della zona, il Kurhaus, bellissima costruzione in stile liberty, posto nel centro della città. Ma la città offre tantissimi altri luoghi d’interesse, come castelli o musei, che possono essere visitati. Un emozionante viaggio alla scoperta della natura si vive nel Castel Trauttmansdorff con il suo famoso giardino botanico, che si trova nel quartiere di Maia Alta di cui parleremo in seguito.

Il centro storico della cittadina è ideale per rilassanti passeggiate, soprattutto nella via dei portici, caratterizzati da tetti rossi, piccoli balconcini, vicoli, eleganti negozi affiancati uno all'altro e i graziosi locali con cucina locale. Questa via nel cuore della città è lunga 400 metri, ed è suddivisa in due parti, da un lato i portici che vanno verso il Monte Benedetto e chiamati quindi portici a monte e dal lato opposto i portici che si aprono verso il fiume. Alla fine di Via dei Portici si trova la Chiesa di San Nicolò, patrono della città, con il suo campanile di 83 metri è uno dei più alti dell'alto Adige. Il centro storico cittadino molto ben conservato di Merano è delimitato da tre porte cittadine. In origine queste erano 4, ma una delle porte cittadine, Porta Ultner, non esiste più. Porta Passiria conduce a Tirolo ed in Val Passiria, Porta Venosta è il punto di delimitazione occidentale delle mura cittadine ed è stata nel corso del tempo più volte modificata, ed infine Porta Bolzano da dove si giunge al comprensorio terapeutico di Merano.

La passeggiata lungo il Passirio, tra novembre e dicembre si arricchisce di 80 casette addobbate che ospitano il mercatino di Natale. I visitatori si ritrovano immersi in un'atmosfera da favola, natalizia, con la scenografia romantica del Kurhaus e delle Terme. In alcune casette del Mercatino di Natale di Merano vengono esposti prodotti dell'artigianato locale quali candele, ceramiche, addobbi natalizi quali palline in vetro, statue in legno e presepi. In altre specialità gastronomiche tipiche dell'Alto Adige quali dolci, come strudel, pan pepato, biscotti, vin brulè. Caratteristica è la sfilata di San Nicolò insieme ai Krampus, i diavoli, che si svolge nei giorni 5 e 6 dicembre.

Merano ed i suoi dintorni sono ideali per chi cerca una vacanza in Italia all'insegna del relax senza rinunciare ad una natura intatta e rigogliosa non può che scegliere Merano con le sue valli, come la Val Passiria e la Val d'Ultimo. Meta perfetta per una vacanza serena, lontana dallo stress dei grandi centri turistici e forte della sua offerta di centri specializzati nel welness, fra terme, beauty farms, e a pochi passi da una natura incontaminata. Merano è scelta anche  per trascorrere una settimana bianca, per la presenza degli impianti sciistici, con oltre 40 Km di piste, divertimenti ed il fantastico palaghiaccio che si trova nel quartiere di Maia bassa con adiacente pista di pattinaggio all'aperto e piscina coperta con vista panoramica. In piazzetta Terme viene allestito un campo di pattinaggio su ghiaccio e nelle piscine coperte delle Terme di Merano si può nuotare tutti i giorni. Interessante inoltre da visitare è il Museo della donna, che pone l'accento sul mondo delle donne in epoche diverse e sull'evoluzione del loro ruolo sociale.

Tra gli eventi di maggiore interesse ricordiamo il Merano Wine Festival, che da qualche anno si tiene nella città bolzanina nel periodo in cui è chiusa (o si sta chiudendo) la vendemmia. Vini di pregio internazionale vengono presentati in un paesaggio incorniciato dalle Dolomiti. Merano si colora dei liquidi alcolici provenienti da tutte le regioni italiane e da tutto il mondo, dall'Argentina alla Francia, dal Sudafrica al Giappone. Il Merano Wine Festival viene organizzato tra ottobre e novembre e segna il progressivo passaggio all'inverno, quando la montagna si inneva e la città viene vista come meta per gli amanti dello sci. Insomma, in autunno il festival del vino, in inverno lo sci e in estate le passeggiate nella natura.

Teme di Merano

[Foto di Paolo Mazzo]

Le terme di Merano

Le Terme di  Merano offrono un ambiente incomparabile, che unisce l'incanto delle vette alpine al fascino mediterraneo della città. Gli interni delle Terme hanno un design molto originale creato da Matteo Thun, famoso designer, che ha creato un'oasi di benessere nel cuore della città di Merano. Il cubo di vetro trasparente in metallo e vetro, con elementi in legno che donano un particolare calore, offre un'ineguagliabile vista panoramica sul monte Tessa, dando agli ospiti la sensazione di essere immersi nella natura. Durante l’inverno sono a disposizione dei visitatori 13 piscine nonché il mondo delle saune con otto saune e bagni di vapore, alle quali si aggiungono le dodici vasche, aperte nei mesi estivi, situate nel parco.

La caratteristica fondamentale delle terme di Merano è la forte connessione con il territorio e l'uso di prodotti della natura altoatesina, come mele, uva, siero di latte, castagne oppure fieno, oltre alla linea cosmetica a base di mela delle Terme Merano. Inoltre le terme non sono solamente un luogo dove ci si può rilassare e vivere esperienze uniche, sono anche un centro per la prevenzione e la terapia medica. In questo modo le Terme di Merano offrono tutto quello che interessa agli ospiti: dalla piscina coperta alla piscina con acqua salata, dalla Spa e un Vital Center fino alle saune e ai bagni di vapore, da un centro per il fitness dotato anche di ambulatori medici fino alla piscina sportiva e il magnifico percorso termale abbellito da ninfee.

Castello Merano

[Foto di Kurverwaltung Meran]

I quartieri di Merano

Quarazze – Questo quartiere che conta solo 600 abitanti è stato accorpato a Merano nel 1923, prima invece costituiva un comune indipendente. La chiesa al centro di Quarazze risale al Trecento, mentre la sua forma odierna è datata al Seicento. Il territorio intorno a Quarazze è caratterizzato da frutteti con meli e numerosi vigneti a terrazzamento.

Maia Alta– E' uno dei quartieri più eleganti di Merano, e confina con il centro storico dove si trovano i portici. Maia Alta è caratterizzata da ville e castelli che si trovano in parchi da favola. Da sempre famiglie agiate hanno scelto quest’area come residenza, tra i nomi illustri ricordiamo Elisabetta, l’imperatrice d’Austria e i Conti del Tirolo. Sissi trascorse le sue vacanze a Castel Trauttmansdorff. Intorno a questo importante complesso, situato sul limite orientale di Merano, si estendono oggi i Giardini botanici che coprono una superficie di dodici ettari. Molte costruzioni del quartiere si trovano nel cuore della natura, fatto che rende questo posto molto piacevole. Castelli come per esempio Castel Pianzau, Castel Winkel, Castel Killenberg e Rubein conferiscono un’atmosfera nobile e fiabesca. La passeggiata di Mai Alta viene detta "sentiero Sissi", porta dal centro di Merano a castel Trauttmansdorff lungo strade poco trafficate, attraverso parchi e giardini da cui emergono residenze e ville costruite tra Otto e Novecento e negli anni '30.

Sinigo– Altra località del comune di Merano, sitauata a 4 Km a sud della città. L'origine della città non è molto antica ma risale al secolo scorso, quando divenne centro residenziale delle famiglie operaie arrivate in Alto Adige, da altre regioni d’Italia. Sinigo, in tutti questi anni, ha preservato il suo carattere paesano ed è circondato dai vigneti verso il Montefranco e dai frutteti della Val d’Adige.

Maia Bassa– Entrata a far parte del comune di Merano nel 1924, si trova lungo la sponda destra del fiume Passirio e si estende sul territorio tra Winkelberg e il fiume Adige. La frazione di Maia Bassa è caratterizzata da quartieri residenziali, aziende di piccole e medie dimensioni, campi da tennis, campeggi e un ippodromo, molto famoso. Questo ippodromo è il più grande d'Europa ed oltre al ricco programma di corse ippiche ospita vari eventi collaterali come momenti di incontro dell’ippica con l’arte, la musica e la gastronomia. Appuntamento più importante è il Gran Premio di Merano Forst, una corsa a ostacoli con ricchi montepremi.

Labers – questo rione è molto conosciuto per il suo castello, da cui prende il nome. La costruzione con due torri angolari era in tempi passati un semplice maso, il quale portò il nome dei suoi proprietari, Laubers. Nei secoli varie famiglie nobili hanno vissuto in  questa lussuosa dimora. Nel 1891 il danese Adolf Neubert prese possesso del castello e lo trasformò in una piccola pensione, ma i lavori di ristrutturazione, hanno modificato la struttura originale del castello e solo la cantina e la cappella sono ancora testimoni di antichi tempi. Oggi il Castello è un eccellente e raffinato albergo.

palazzo Merano

[Foto di Remo Forcellini]

Come arrivare a Merano e dintorni

In macchina basta seguire le indicazioni per Bolzano Sud, e dopo prendere il collegamento diretto alla superstrada Merano – Bolzano. E da qui potrete prendere l'uscita al quartiere che preferite. Per arrivare a Merano in treno bisogna, prima giungere alla stazione di Bolzano e da lì prendere la coincidenza da Bolzano a Merano. Per un viaggio più comodo in aereo, da Roma Fiumicino ci sono voli giornalieri per l'aeroporto di Bolzano oppure per quello di Verona Villafranca, ed una volta giunti in queste località bisognerà proseguire poi in treno fino a Merano.

Dove dormire

Merano è una cittadina in cui passare una piacevole vacanza sia d'estate che d'inverno. La città è famosa per i suoi alberghi che ormai si sono specializzati nella cura dei propri clienti, offrendo tutti i servizi delle Beauty Farm e del Wellness in genere. Per questo motivo una vacanza a Merano ha una duplice valenza: trovarsi in una splendida valle alpina a pochi chilometri da piste da sci e percorsi di trekking , ed essere ospitati in centri che hanno cuore la vostra salute e che possono darvi una mano a recuperare la forma fisica perduta. Alcuni hotel propongono anche diete particolari e attività fisica per riconsegnarvi al ritorno una forma fisica invidiabile. Per una spesa più contenuta una tra le soluzioni migliori è quella di alloggiare in un Bed and Breakfast o nelle pensioni.