Baita a Livigno.
in foto: Baita a Livigno.

Vacanze più brevi, ma comunque vacanze. In periodo di crisi, le ferie si accorciano, ma chi può non rinuncia a trascorrere le feste fuori casa. Secondo un'indagine condotta da rentalia.com ed idealista.it, nell'ultimo anno è cresciuta del 55% l'offerta di case ed appartamenti in affitto anche per periodi brevi. Sono sempre di meno i proprietari di casa che esigono periodi di affitto di minimo una settimana, mentre una parte sempre crescente sta andando incontro alla domanda di ferie più brevi. Le caratteristiche delle case che vanno per la maggiore sono appartamenti di due stanze e due bagni, il cui prezzo non supera i 2.000 euro settimanali in alta stagione.

Prezzo a notte degli alloggi nelle principali località turistiche secondo Idealista.it.
in foto: Prezzo a notte degli alloggi nelle principali località turistiche secondo Idealista.it.

Le vacanze di Natale nelle principali mete alpine si contengono per lo più entro i 2.000 euro a settimana nel caso in cui si affitti un bilocale con quattro posti letto. Si parla in questo caso di luoghi di vacanza particolarmente rinomati, con prezzi medi di alloggio più alti raggiunti da Cortina d'Ampezzo (163 euro a notte). Seguono Livigno (146 euro), Courmayeur (128 euro) e, subito fuori dal "podio", Sestriere (120 euro).

Si precisa che i prezzi possono raddoppiare in alta stagione poiché si tratta di media calcolate sull'intero anno e non sempre comprensive della pulizia della casa a fine vacanza. L'offerta di case riguarda nell'85% dei casi appartamenti, mentre nel restante 15% soluzioni autonome come ville, baite e chalet. Circa i plus, una casa su cinque offre il caminetto e un deposito per attrezzatura da sci.