Saint–Emilion – Foto Pixabay
in foto: Saint–Emilion – Foto Pixabay

Saint-Emilion è un piccolo gioiello francese immerso tra i vigneti della valle della Dordogna, a 30 km da Bordeaux. Il suo centro storico medievale riserva più di una sorpresa: 70 gallerie e cantine sotterranee scavate nella roccia calcarea, monumenti di origine medievale e una chiesa monolitica unica al mondo. Proprio per la sua importanza storico-architettonica, Saint-Emilion è stata dichiarata Patrimonio UNESCO. La città è avvolta da un muro di cinta che si estende per oltre 1 km di lunghezza, rendendola così un esempio di città francese fortificata al pari di Mont-Saint-Michel, Avignone o Carcassonne.

Il borgo custodisce la chiesa monolitica più grande d'Europa, costruita tra la fine dell'XI e l'inizio del XII secolo. Un monumento spettacolare che con il suo campanile domina sul centro abitato. La torre campanaria fu edificata tra il XII e il XVI secolo e offre uno spettacolo panoramico da non perdere. Dopo una salita di 196 gradini, ai nostri occhi si presenta una meravigliosa vista sulla città. Non mancano monumenti di epoca romanica come il Chiostro dei Cordeliers, complesso costituito da una chiesa, un chiostro, un giardino e diverse cantine. La Collegiale è un altro importante edificio di culto; si tratta di una delle chiese più grandi del dipartimento della Gironda e la sua architettura segnala una coesistenza di romanico e gotico. Da non perdere la grotta del monaco Emilion, le catacombe e il museo della ceramica sotterraneo. Interessante anche la Cappella della Trinità, che risente della transizione tra lo stile romanico e gotico. Costruita in epoca medievale ma rimaneggiata nel XVIII secolo, ospita all'interno dipinti del Trecento.

Un altro monumento importante è la Tour du Chateau du Roi, monumento difensivo del XIII secolo che regala un panorama meraviglioso. Alta 32 metri, fu probabilmente voluta da Enrico III il Plantageneto, re di Inghilterra e duca d'Aquitania, nel 1237, quando Saint-Emilion cadde sotto il dominio inglese. A testimonianza di questo periodo, due volte all'anno si celebra la "Jurade", una manifestazione storica per celebrare la qualità del vino locale. Due volte all'anno i vini di Saint-Emilion sono esaltati con parate storiche in costume. Le due ricorrenze annuali sono il Giudizio del Vino Novello (a giugno) e il Bando della Vendemmia (a settembre).

Oltre alla manifestazione vinicola, Saint-Emilion ha un calendario ricco di eventi: da marzo a ottobre si tengono concerti nei castelli, a fine maggio si svolge il Festival della Filosofia, mentre a luglio è la volta del Saint-Émilion Jazz Festival.

Saint-Emilion è situata in una delle aree vinicole più importanti non soltanto della Francia, ma del mondo intero. Se volete intraprendere un tour del vino, esistono molti sentieri per esplorare i dintorni e fermarsi a degustare vino tipico nei numerosi castelli, o châteaux, sparsi per la zona. Basta prenotare per tempo e il vostro viaggio si arricchirà con un'emozionante visita al castello, seguito da un tour nelle vigne e poi nelle cantine. Dulcis in fundo, la tanto sospirata degustazione che rinfrancherà il vostro palato.