Alloggi alternativi in Svizzera, Austria e Andorra

Per chi è assiduo lettore di queste pagine, vedere un  alloggio ricavato negli igloo non sarà certo una novità. Avevamo visto ed apprezzato l'Igloo Village in Finalndia, ma in questo caso si tratta di un complesso di camere che dall'esterno sembrano rosicchiare spazio alla neve e all'interno si arredano col ghiaccio. L'ambiente che si viene a creare nell'Engelberg iglu Dorf, come si può facilmente immaginare, è quello di una caverna estremamente romantica.

Del resto, ad animare gli interni ci pensano artisti di tutto il mondo, che ogni anno, a dicembre, accorrono presso le camere del Engelberg iglu Dorf e scolpiscono sapientemente le pareti di ghiaccio raffigurando orsi, gigantesche teste che richiamano civiltà equatoriali, balene, lupi e ghirigori di diverso genere. Adrian Günter ha costruito il primo igloo nel lontano 1996 e, rilevando poi il successo dell'opera, è arrivato nel 2010 a ben 7 villaggi, di cui 5 in Svizzera (Engelberg, St. Moritz, Zermatt, Gstaad e Davos-Klosters), uno in Austria (Zugspitze) e uno in Andorra.

I villaggi, clima permettendo, aprono il giorno di Natale dopo un lavoro di accumulazione delle neve fatto di pale meccaniche e scalpelli. Quest'anno si sono registrati già 10.000 ospiti, con un'utenza che spazia dal bambino di pochi mesi, fino alla signora over 80. Le camere, del resto, sono allestite tanto per le coppiette, quanto per le famiglie allargate. Ovviamente, qualsiasi sia la vostra età, non potete perdervi la sauna in mezzo al ghiaccio… un contrasto molto "rilassante". I prezzi variano dai 100 ai 550 euro per persona a notte. Insomma, non una sciocchezza, pur trattandosi di prezzi mediamente più accessibili di altri alloggi alternativi simili.