Il litorale veneto e quello friulano sono entrambi dei poli di attrazione turistica molto sviluppati dal punto di vista della ricezione. Gli stabilimenti balneari sono quasi tutti insigniti del riconoscimento della Bandiera Blu dalla Fee che, ricordiamo, non certifica solo la qualità delle acque, ma anche quella dei servizi e l'impatto ambientale. Come centri di divertimento, poi, le località che seguono sono tra le mete preferite dai turisti internazionali per le vacanze estive. E anche dagli italiani.

VENETO

Visualizzazione ingrandita della mappa

Chioggia è il primo grande centro dotato di un lido, dopo i piccoli insediamenti del Delta del Po, che solo da poco hanno cominciato a sfruttare la zona da un punto di vista turistico. La città si trova su una piccola penisola nei pressi della laguna veneta, e lo stesso centro storico è diviso su due isolette. Due frazioni di Chioggia, in particolare, sono dedicate alla balneazione: Isolaverde è di per sé poco abitata, ma in estate è frequentata grazie alla sua spiaggia e alle strutture alberghiere, tra campeggi e hotel; Sottomarina è invece molto famosa per il suo litorale lungo 10 km, l'alta presenza di strutture ricettive, locali, discoteche e spiagge libere. Proseguendo per la laguna veneta arriviamo al Lido di Venezia, che come il nome lascia intuire è la parte della città dedicata alla balneazione: si distingue per le sue dune sabbiose di sabbia fine e dorata, in un'area che è protetta anche come Oasi dal Wwf. Si arriva dal centro di Venezia tramite vaporetti.

Cavallino-Treporti è il centro turistico più sviluppato di tutto il Veneto, nonché secondo per numero di presenze in tutta l'Italia. Il suo punto di forza sono gli enormi campeggi e villaggi che si pongono ai primi posti delle strutture più grandi d'Europa: in particolare il Marina di Venezia è il più esteso di Italia. I servizi di accoglienza sono di primo ordine: spesso i campeggi presentano un eccellente animazione, con corsi sportivi e strutture di ogni tipo per adulti e bambini. Nelle varie frazioni (tra cui quella più importante quella di Ca' Savio) vi sono locali e piccole discoteche, ma per l'offerta migliore bisogna spostarsi nella vicina Jesolo, a dieci minuti di auto. Da Punta Sabbioni partono tutte le navi per arrivare a Venezia e le principali isole della laguna, come Burano, Murano e Torcello.

Itinerari mare Veneto e Friuli

Eracleamare, foto di Alberto Vigani

Il lido di Jesolo è  tra i più frequentati di Italia, e soprattutto meta di giovani: non solo chi passa le proprie vacanze estive qui, ma anche quelli che si spostano per il weekend affollano le spiagge di Jesolo attrezzate di tutti i comfort. Come il vicino comune di Cavallino la città è frequentata, oltre che da italiani, principalmente da turisti stranieri: nello specifico tedeschi, austriaci, danesi e qualche olandese. La movida notturna di Jesolo è una tra le più movimentate di Italia, con discoteche famose come il Muretto e il Vanilla, o bar come la Capannina e il Soundbeach. La città offre divertimenti di ogni tipo, e tra questi spicca il grande parco acquatico di Aqualandia, tra i più grandi in Italia, e l'unico a offrire la possibilità di effettuare il bungee-jumping.

Eracleamare è la frazione balneare del comune di Eraclea, ed è la più avanzata dal punto di vista ambientale e del turismo eco-sostenibile. Il territorio circostante è stato infatti preservato dalla speculazione edilizia che ha messo in pericolo la Laguna del Mort con il suo ecosistema, e la bellissima pineta che dà accesso sul mare tramite una serie di deliziosi sentieri tra gli alberi. La sua spiagga è certificata Bandiera Blu, e durante il periodo estivo quando l'affluenza aumenta il centro viene chiuso al traffico e diventa un'isola pedonale, tanto che la località si pone come meta ideale per le famiglie con bambini. Tra primavera e estate si tengono numerosi eventi, tra i quali un raduno di palloni aerostatici a inizio giugno.

Caorle è una nota località apprezzata non soltanto come destinazione balneare, ma anche per il bellissimo centro storico: un insieme di case colorate, molto simili a quelle che si possono vedere nell'isola di Burano,per la vivacità delle tinte. Il lungomare è una bella passeggiata caratterizzata da una particolarità: gli scogli sono scolpiti da artisti internazionali che partecipano ogni anno al concorso "Scogliera viva" con le loro opere. La spiaggia, dove sventola la Bandiera Blu, parte dal centro e continua nella frazione della Brussa, una zona immersa nella laguna dove si trovano anche spazi di tranquillità e che tanto piacque allo scrittore Ernest Hemingway che qui vi soggiornò per un po'. In questo tratto si incontrano anche bagnanti nudisti. Nei pressi della città c'è l'Aquafollie, uno dei parchi acquatici di Italia.

Caorle

Caorle, foto di Morningfrost

Bibione si trova appena al di là  della Brussa e della laguna ed è divisa nel centro e nella sua frazione Bibione Pineda: un grosso centro residenziale dove si trovano i principali campeggi, hotel e appartamenti, oltre che l'unica discoteca della città, lo Shany: un punto di incontro anche per i giovani che vengono da fuori e scelgono la meta in alternativa alle più movimentate Jesolo e Lignano. Il lungo litorale, anch'esso Bandiera Blu, durante la stagione estiva è popolato di eventi e raduni di ogni tipo, come il torneo nazionale di beachvolley. Oltre alla spiaggia di Bibione ci sono tante attrazioni nel centro, soprattutto la sera, come il luna park e le terme.

FRIULI-VENEZIA GIULIA

Lignano Sabbiadoro è tra le località di mare più celebri in Italia, e si contende con Jesolo la palma della più movimentata di notte (ma la città veneta rimane sempre in testa). Il lungomare, il porto, la darsena sono tutti sviluppi dell'inizio del Novecento, e verso la seconda metà del secolo la città era già un punto di riferimento per la vita notturna dei giovani, soprattutto per quanto riguarda la presenza di discoteche e locali sulla spiaggia.

Grado è l'altra località di importanza fondamentale del litorale friuliano. Anche qui troviamo la Bandiera Blu, conferita ai suoi litorali sabbiosi della cosiddetta "Costa Azzurra", molto bassi anche a decine di metri, in modo da renderla perfettamente adatta come meta per famiglie. In generale una caratteristica che accomuna tutto il litorale dell'Adriatico veneto e friuliano, dove le località turistiche si sono sviluppate a trecentosessanta gradi cercando di offrire una copertura più vasta possibile, e diventando così dei punti di riferimento per le vacanze di italiani e stranieri.