I motivi che spingono verso un viaggio in Sudafrica, non comprendono solo la voglia di viaggiare e scoprire nuovi paesaggi, ma c'è molto di più. Il Sudafrica non è una regione come tutte le altre, una volta vista lascia qualcosa nel cuore e nell'anima che sarà difficile da dimenticare. Nello stesso luogo si possono incontrare animali in libertà, passeggiare accanto alle foche ed avvistare delle balene, attraversare in auto il deserto, senza vedere anima viva per chilometri, per poi fermarsi in un hotel che invece racchiude tutti i comfort ed il lusso possibile. Nello stesso luogo convivono cime innevate, savane, spiagge infinite e metropoli come Johannesburg o Durban. Il Sudafrica infatti è il regno delle contraddizioni, delle differenze, ma anche della convivenza, infatti la sua capitale è una delle città più cosmopolite e affascinanti del continente africano. Un viaggio in Sudafrica è un'esperienza che cambia la vita, gli occhi si riempiono di gioia di fronte ai paesaggi che la natura ha creato, ma possono anche riempirsi di lacrime di fronte al sorriso di un bambino. In Sudafrica i colori sono accesi, gli odori sono forti, niente è come nelle altri parti del mondo. 

Il Sudafrica con le sue isole fa parte dei paesi in cui si può fuggire dal freddo, godendo del sole e del mare quando in gran parte del nostro paese c'è la neve. Le stagioni sono invertite rispetto alle nostre pertanto il periodo migliore per andare in Sudafrica è il nostro inverno. Ma in realtà in questa regione si può viaggiare tutto l'anno, molto dipende dal tipo di itinerario che si desidera fare. L’inverno, infatti è abbastanza mite e rappresenta la stagione ideale sia per tour e safari ma anche per avvistare al largo delle coste balene australi e squali bianchi. Per poter godere del mare in inverno bisogna invece partire da dicembre a marzo.

Le principali città da vedere in un viaggio in Sudafrica
I consigli per un safari in Sudafrica
La strada dei giardini
Come arrivare in Sudafrica

Le principali città da vedere in un viaggio in Sudafrica

E' difficile racchiudere in un post tutte le tappe di un viaggio in Sudafrica poichè ogni luogo meriterebbe un articolo a sé. Ma proveremo a raccontare tutte le cose più importanti da vedere in un tour nel paese. I paesaggi sono diversificati, si passa dai grattacieli delle grandi metropoli, alla natura incontaminata dei parchi, tanto da sembrare un viaggio nel viaggio in un mondo che regala solo emozioni forti. Le tappe irrinunciabili sono tante che a volte un viaggio di due settimane non basta. Si avvistano i pinguini australi a Boulders Beach per poi passare alla Garden Route, il tratto di costa che collega George a Plettenberg Bay sulla costa orientale della Provincia del Capo. Poi c'è la regione dei Vigneti, i paesaggi mozzafiato della Whale Coast dove osservare il passaggio delle balene e la natura incontaminata del grande Parco Kruger, autentico paradiso degli animali, e le meraviglie faunistiche della terra degli zulu.

Una metropoli nella natura: Cape Town

Foto di Crystian Cruz
in foto: Foto di Crystian Cruz

Una metropoli incastonata tra la savana ed il mare, Cape Town è una città moderna e cosmopolita. La cosa che colpisce quando si visita è il colore, le cose infatti sono dipinte nelle tinte più sgargianti ed è incredibile la varietà di etnie che si possono incontrare. La città si trova sull'estrema punta del Sudafrica, affacciato su un mare che sembra infinito ed arrampicata sulle Table Mountains. Dal lato che propende verso l'Oceano Atlantico si trova il centro finanziario e commerciale di Cape Town, detto la City Bowl, dove la vita è frenetica e sembra non fermarsi mai. Spostandosi di poco lo scenario cambia e ci ritroveremo tra le stradine in salite e discesa del Bo Kaap, il caratteristico e colorato quartiere malese. Nella zona del vecchio porto si può fare una tranquilla passeggiata al Waterfront, dove ci sono centri commerciali, alberghi e ristoranti che propongono cucina internazionale. E ancora da vedere la prigione di Robben Island, dove per 27 anni fu rinchiuso Nelson Mandela, irrinunciabile per chi voglia approfondire il recente passato del Sudafrica, segnato dal regime dell’Apartheid. Molto celebre è anche il Capo di Buona Speranza, le cui acque sono popolate dagli squali bianchi. La città è sovrastata dalla Table Mountain che si può raggiungere con una funivia panoramica girevole. Raggiunta la vetta di questo luogo si godrà di uno dei panorami più belli del mondo, uno sguardo verso l'infinito dell'Oceano. Spostandoci fuori dal centro di Cape Town troviamo, Simon’s Town, che non è un semplice centro abitato. Ma sulla sua spiaggia bianca vive una colonia di 3000 pinguini che possono essere osservati, facendo attenzione a non disturbarli.

Johannesburg, la città dell'oro

Foto di Rob
in foto: Foto di Rob

Al lato opposto rispetto a Cape Town si trova la città di Johannesburg, uno dei centri più popolosi dell'area sud sahariana. Questa è detta la città dell'oro poiché ancora oggi si può visitare una miniera in funzione, è il Gold Reef City che ricostruisce una miniera dell'epoca. E' stata una delle città più tormentate dall'apartheid e questo ha inciso molto nella sua storia. Un luogo violento dove si consumavano atrocità nei confronti della popolazione di colore che viveva in estrema povertà. Ma con l'approvazione delle leggi razziali negli anni 90 la città è rinata portando con sè una grande voglia di cambiamento. Ancora oggi la città di Johannesburg è spaccata in due, da un lato i quartieri dove spiccano ville lussuose e ricche, mentre dall'altro i sobborghi poveri e degradati. Da vedere nella città il quartiere di Hillbrow, che è uno dei pochi dove bianchi e neri ai tempi dell’Apartheid potevano convivere. Ad oggi la zona è abbastanza pericolosa ed il tasso di criminalità è alto, quindi il consiglio è di andare sempre accompagnati da una guida. Qui si trova una delle più visitate attrazioni del paese, la Constitution Hill, il Vecchio Forte risalente al 1892, in passato una prigione ed oggi la sede della Corte Costituzionale del Sudafrica. Nel centro cittadino di Johannerburg si passa tra venditori ambulanti e dappertutto si sente odore di cibo che viene preparato in strada. Una visita la meritano gli edifici coloniali Rissik St Post Office e la City Hall, bello è anche il Mandela & Tambo Law Office, uno studio legale fondato da queste due personalità. La zona più moderna è quella di Newtown, dove è stato costruito il Nelson Mandela Bridgel, dove si concentra la vita della città. Nella zona più periferica sorge il quartiere di Soweto, il centro della lotta all’Apartheid a cui è stato dedicato anche un museo.

Durban un bagno nell'Oceano

Foto di Iqbal Osman
in foto: Foto di Iqbal Osman

Una delle città più visitate dai turisti in viaggio in Sudafrica è Durban. Questa città si trova sulla costa orientale della Repubblica Sudafricana, e la più grande attrazione è il suo lungomare. La costa del Natal è accarezzata dall'Oceano Indiano ed è ricchissima di attrazioni. Ci sono hotel, bar e centri commerciali oltre ad essere uno dei luoghi più amati dai surfisti. I fondali sono molto belli e la bellezza del mondo sottomarino lascia a bocca aperta. Anche il centro città è molto bello da visitare con palazzi ricchi di stile coloniale, come il Durban City Hall ed il monumento De Gama Clock, che commemora lo sbarco di Vasco de Gama avvenuto proprio in questa città. Nella città di Durkan convivono anche culture diverse, come il Grey street, il quartiere indiano ed il Grey street Mosque, dove si trova la più grande moschea del Sudafrica. La vita notturna qui è molto attiva e ci sono locali giusti per tutte le esigenze. A nord della città di Durban si trova una zona ricca di natura e parchi dove si alterna il bush africano, la foresta pluviale, la barriera corallina ed i laghi e corsi d'acqua. Tra queste c'è la Riserva Hluhluwe, il Parco Nazionale Sodwana Bay, la Riserva di Santa Lucia ed il Parco Nazionale Royal Natal.

Kimberley e Pretoria

Foto di Winston Mcleod
in foto: Foto di Winston Mcleod

La città di Kimberley sorge nella zona centrale del Sudafrica ed è capoluogo della provincia del Capo Settentrionale. Questa città è famosa per la presenza di diamanti, che dalle sue montagne vengono vengono estratti, poi lavorati ed esportati in ogni parte del mondo. La sua storia è molto sanguinosa, ma oggi sembra rinata ed incantevole. Infatti la natura la fa da padrona con parchi pubblici e giardini che si uniscono alla natura incontaminata soprattutto verso i bellissimi scavi di fine Ottocento. Durante il tour della città da vedere c'è il Big Hole, una miniera di diamanti a cielo aperto, la moderna miniera di Alluvial Diamond Diggins & Mines.

A 550 chilometri di distanza si trova Pretoria. Anche questa città merita una visita grazie ai tanti edifici in stile coloniale inglese che si uniscono armoniosamente con le strutture moderne. Sono tante le attrazioni da visitare, dalla casa del primo ministro che ha dato nome al parco del Kruger, il monumento Voortrekker, in memoria degli avventurieri che partirono alla scoperta dell'entroterra.

I consigli per un Safari in Sudafrica

Foto di Rob Schleiffert
in foto: Foto di Rob Schleiffert

Il Sudafrica è il regno dei Safari, la natura qui stupisce ad ogni angolo e sarete trasportati in un'avventura emozionante da fare almeno una volta nella vita. Non si può lasciare il Sudafrica senza vedere i Big Five, che sono i cinque animali che non mancano mai in un safari, vale a dire l’elefante, il bufalo, il rinoceronte, il leopardo ed il leone. Ma dove e come organizzare un safari? Le zone per scoprire la natura in Sudafrica sono tante e la maggior parte sono sicure anche se gli animali vivono in libertà. E' possibile percorrere il percorso con la propria auto, oppure lasciarsi guidare da un autista privato con la jeep ed infine partecipare ad un'escursione di gruppo. Durante un safari è molto importante osservare solo gli animali e non cercare di interagire con loro, inoltre è consigliato non avventurarsi da soli fuori i percorsi tracciati, poichè è alto il rischio di trovarsi in qualche situazione spiacevole.

Le zone più note per vivere questa esperienza sono quelle di Limpopo e Mpumalanga, perché lì si trovano il maggior numero di riserve private e il Kruger National Park. A Mpumalanga c'è un'area protetta dove non è difficile avvistare i Big Five. Nelle vicinanze c'è il luogo considerato il più bello per un safari. Il Parco Nazionale Kruger, un'immensa oasi, grande quasi come la Sicilia, per tutti gli amanti della natura. Il Parco Kruger dispone di un’articolata rete stradale, che permette di visitarlo in piena libertà ed è anche possibile soggiornare al suo interno in affascinanti lodge molto sicure. Spostandosi verso nord ci si imbatte nella Riserva Faunistica Madikwe dove vivono 10.000 animali appartenenti a 28 specie diverse. Nel KwaZulu Natal invece c’è l’Hluhluwe-Umfolozi Park, famoso perchè offre anche la possibilità di fare escursioni a piedi. Sempre in questa provincia sorge anche il Simangaliso Wetland Park, un luogo fantastico nel quale si incrociano 20 ecosistemi diversi. Si passa dalle paludi, alla macchia mediterranea, alla barriera corallina fino ad arrivare alle spiagge lunghe ben 220 chilometri.

La strada dei giardini

Foto di Christopher Griner
in foto: Foto di Christopher Griner

Oltre al safari, agli animali ed la mare, la bellezza del Sudafrica regala ancora sorprese. Per rimanere davvero senza fiato dovrete percorrere la Garden Route, una strada lunga 200 chilometri che attraversa tanti gioielli naturali, come paesaggi, città e baie. La Garden Route può essere percorsa da George a Port Elizabeth oppure viceversa, lo spettacolo sarà lo stesso. Percorrendo questa strada si attraversano piccoli villaggi, borghi, coste frastagliate, baie, scogliere ed insenature che ogni stagione cambiano volo. Ricche di fiori in estate e suggestive in inverno. Tra i punti di principale interesse è consigliata la visita di Oudtsho-orn con i suoi struzzi, le Cangoo Caves celebri per le formazioni di stalattiti multicolori, la laguna di Knysna, da dove parte il Chootjo-e, un panoramico treno che in 3 ore collega la cittadina di George e la foresta di Tsitsikamma che abbraccia alcuni degli scenari più spettacolari della costa. Questa strada inoltre è uno dei punti migliori per avvistare da terra balene e delfini, soprattutto presso Robberg Beach.

Come arrivare in Sudafrica

Il Sudafrica è ricco di aeroporti internazionali, due dei quali si trovano nelle città maggiori, vale a dire a Johannesburg ed a Città del Capo. Le compagnie che percorrono questo tragitto ad oggi sono tantissime, come Emirates Airways, South African Airways, KLM, Lufthansa, Air France, ma per chi cerca prezzi ancora più contenuti e voli diretti, la Afriqiyah Airways ha da poco aperto le tratte Roma-Johannesburg e Milano-Johannesburg. I prezzi dei voli sono abbastanza alti, ma comunque bisogna pensare che si sta partendo per la punta dell'Africa.  Il volo dura mediamente 12 ore e la maggior parte delle partenze avviene di sera così si arriva di mattina. Una volta giunti in Sudafrica se non si fa parte di un viaggio organizzato, ma si preferisce girare da soli, la soluzione migliore è prendere un auto a noleggio. I prezzi infatti sono molto abbordabili, e vanno dalle 25 ai 30 euro al giorno.

[Foto principale di JenniKate WallaceJenniKate Wallace]