L'Europa è una miniera inesauribile di località che lasciano senza fiato, dalle grandi città ad alto appeal turistico ai piccoli tesori nascosti che vale la pena di scoprire. La famosa guida australiana Lonely Planet ha individuato i dieci posti più belli d'Europa da visitare nel 2015.

Al sesto posto in classifica figura un'eccellenza tutta italiana, il Piemonte. La regione è stata scelta principalmente per la presenza di Torino, città che quest'anno vede eventi importanti: è stata nominata Capitale Europea dello Sport e ospita l'Ostensione della Sindone. Senza contare le attrazioni permanenti, come il Museo Egizio, che nel 2015 ha riaperto in grande con un percorso interattivo in 3D. Ma ad attirare l'attenzione di Lonely Planet non è solo il capoluogo piemontese: la guida propone itinerari all'insegna della natura e dell'enogastronomia tra Langhe, Roero e Monferrato per degustare pregiati vini come Barolo e Barbaresco.

Azzorre [Foto di Wikipedia]

La prima posizione della top-10 è conquistata da Akureyri, pittoresca cittadina situata sul fiordo più lungo d'Islanda. Secondo posto per Lipsia, in Germania. Medaglia di bronzo per le isole Azzorre, meraviglie portoghesi che spiccano come gemme nel cuore dell'Oceano Atlantico, a circa 1500 km a ovest di Lisbona. Il Portogallo ottiene anche la decima posizione con Porto, apprezzata per la vivacità culturale, un centro storico patrimonio Unesco come Ribeira e l'appetitosa gastronomia. La classifica di Lonely Planet si segnala per le sorprese, come Belgrado al quinto posto e Baku in settima posizione. Si tratta di città emergenti, dalla vivace vita notturna e dagli intensi stimoli culturali. Le nuove leve d'Europa hanno scalzato perfino una capitale come Amsterdam, che si deve accontentare solo dell'ottavo posto.

Top ten delle località più belle d'Europa per il 2015:

  • Akureyri, Islanda
  • Lipsia, Germania
  • Azzorre, Portogallo
  • Malaga, Spagna
  • Belgrado, Serbia
  • Piemonte, Italia
  • Baku, Azerbaijan
  • Amsterdam, Olanda
  • Tromsø, Norvegia
  • Porto, Portogallo

[Foto in apertura di Wikipedia]