Le vacanze estive vi hanno lasciato l'amaro in bocca? Niente paura, c'è ancora tempo per rinfrescarsi il palato e fare qualche tuffo… in un mare di birra appena spillata. Dal 19 settembre al 4 ottobre, infatti, ha luogo la regina delle feste della birra in Europa: la mitica Oktoberfest di Monaco di Baviera. Se siete amanti delle bevute e del divertimento non potete mancare a questo evento che si preannuncia imperdibile anche per l'edizione 2015.

La più grande festa della birra al mondo, nata nel 1810 per celebrare le nozze del principe Ludwig I con la principessa Teresa di Sassonia, è un gigantesco luna park fatto di stand e padiglioni, spettacoli e concerti, e soprattutto fiumi di birra, rigorosamente servita in boccali da "ein Mass" (equivalente a un litro). Tutto questo a ingresso gratuito. Un'esperienza che permetterà di sperimentare il vero spirito bavarese, accogliente e caloroso, con le sue tradizioni musicali e gastronomiche. Certo, all'Oktoberfest la lotta per la sopravvivenza è inevitabile e per una pinta si è costretti a infilarsi in tavoli e tendoni affollatissimi, ma il bello è proprio questo: l'Oktoberfest è una festa pubblica, dove si può socializzare al tavolo con i vicini, bere e cantare fino a notte fonda. Ecco tutti i motivi per cui vale la pena andare all'Oktoberfest.

1. Sorseggiare alcune tra le birre tedesche più buone
2. Assaporare le specialità bavaresi
3. Musica per tutti i gusti
4. Scatenarsi in un party tra fiumi di birra
5. Viaggiare nel passato
6. Posti in piedi nel paradiso della birra
7. Fare il pieno di adrenalina al luna park
8. Veder giocare la squadra di calcio più piccola del mondo
9. Non solo birra!
10. Scoprire il cuore caldo della Germania
11. Tutte le strade portano a Monaco

1. Sorseggiare alcune delle più buone birre tedesche

Ragazza vestita nel tipico abito bavarese sorseggia una pinta
in foto: Ragazza vestita nel tipico abito bavarese sorseggia una pinta

Paulaner, Spaten, Hofbrauhaus, Hacker-Pschorr, Lowenbrau e Augustiner: ecco le sei birre dell'Oktoberfest, che allieteranno le serate di turisti e monacensi seduti ad enormi e allegre tavolate all'interno di stand coloratissimi. Serviti da cameriere vestite nel tradizionale abito bavarese, si potranno sorseggiare le birre più celebri della tradizione tedesca, gustose e ricche di storia. Attenzione però: prima di sguazzare in un mare di birra dovete aspettare il giorno dell'inaugurazione, quando il sindaco di Monaco inserirà il rubinetto nella botte inaugurale, pronunciando la fatidica frase O'Zapft is! (cioè È stappata! in dialetto bavarese).

2. Assaporare le specialità bavaresi

Chi non si accontenta delle sole bevute, troverà il modo per riempirsi lo stomaco con il meglio della gastronomia bavarese. I tendoni dell'Oktoberfest infatti offriranno anche squisiti assaggi della cucina bavarese, in cui la regina è la carne preparata nei modi più svariati. Il pollo è la specialità che va per la maggiore, così come il panino con wurstel e lo stinco di maiale. Nella gastronomia bavarese figurano anche il Leberkaese, insaccato simile al wurstel, e il bue allo spiedo, servito nel padiglione Ochsenbraterei della Spaten. Non mangiate carne? Correte allora al padiglione Fischer Vroni, dove il piatto forte sono gli sgombri alla brace. Una cosa è certa, il digiuno e l'astinenza sono peccati mortali all'Oktoberfest.

3. Musica per tutti i gusti

All'Oktober è impossibile stare fermi. Complice l'euforia della birra, bisogna dimenarsi, uscire dal proprio tavolo e andare incontro a persone di tutte le età e nazionalità, unite come in una grande famiglia. E la musica ha uno straordinario potere di aggregazione. Anche all'Oktoberfest, tra orchestre tradizionali bavaresi e gruppi rock, ci sarà musica per tutti i gusti. Il padiglione dell'Hacker-Pschorr Brau accontenta un po' tutti: dalle 16,00 alle 20,00 si suonano solo brani tradizionali e poi… largo al rock!

4. Scatenarsi in un party tra fiumi di birra

Foto di Joerg Koch
in foto: Foto di Joerg Koch

Tra i padiglioni più amati dai giovani c'è lo Schottenhamel, dalla capienza di 10.000 persone, che ogni anno si riempie di tanta musica e gruppi di studenti in vena di baldoria. Aggregarsi alla fiumana dei giovani birraioli può essere un modo per fare nuove conoscenze tra un boccale e l'altro di birra Spaten. E se volete andare al risparmio, il centro di Monaco offre una vivace vita notturna in locali e club con dj set e musica elettronica. Se siete più alternativi puntate sullo Schwabing, il quartiere degli artisti. In ogni caso, non mancheranno occasioni per fare nuovi incontri…

5. Viaggiare nel passato

In parallelo alla festa principale c'è l'Oide Wiesn, un'area amarcord allestita a sud della Theresenwiese, dove si vive la festa come nel 1810, anno della prima Oktoberfest. La Monaco di duecento anni fa è ricostruita nei minimi dettagli e sembra davvero di fare un salto indietro nell'Ottocento. L'effetto nostalgia è forte: c'è una pista da ballo, un carosello e perfino un teatrino di marionette. Nell'Oide Wiesn spicca infatti l'area dedicata ai bambini con giochi del passato. Lo stand è gestito dall'Augustiner, la birra più antica di Monaco e più apprezzata dagli stessi monacensi.

6. Posti in piedi nel paradiso della birra

Se non avete avuto la fortuna di prenotare un tavolo all'Oktoberfest, niente paura: il padiglione Hofbreauhaus è pronto ad accogliervi. Qui, infatti, a differenza degli altri stand dove non è consentito ordinare senza sedersi, si può tranquillamente sorseggiare una birra in piedi.

7. Fare il pieno di adrenalina al luna park

Alcune attrazioni al luna park dell’Oktoberfest
in foto: Alcune attrazioni al luna park dell’Oktoberfest

Le emozioni non finiscono mai all'Oktoberfest. Gli amanti del brivido potranno divertirsi nel gigantesco luna park dell'Oktoberfest, con tante attrazioni adrenaliniche come il Cyberspace, il Flip Fly e il Top Spin. Ovviamente l'emozione di un volo a 46 metri d'altezza o di un folle giro della morte va provata rigorosamente prima di bere, onde evitare spiacevoli inconvenienti… Comunque, il luna park dell'Oktoberfest strizza l'occhio anche ai bambini con giostre più classiche per tutta la famiglia.

8. Veder giocare la squadra di calcio più piccola del mondo

All'interno del luna park della fiera gioca una squadra molto speciale… si tratta del "Floh Zirkus", il circo delle pulci. Questi animaletti ammaestrati, gli artisti più piccoli del mondo, si esibiscono in numeri divertentissimi arrivando anche a giocare vere partite di calcio per la gioia dei bambini.

9. Non solo birra!

Sfilata all’Oktoberfest (foto di Poco a poco)
in foto: Sfilata all’Oktoberfest (foto di Poco a poco)

Siete venuti all'Oktoberfest un po' controvoglia, magari trascinati a forza dagli amici, perché sotto sotto preferite il vino alla birra? Sorpresa! C'è lo stand che fa per voi. Si tratta del "Weinzelt" dove potrete assaporare una selezione di ben 15 vini, compresi spumante e champagne. Poi non dite che non è una festa democratica…

10. Scoprire il cuore caldo della Germania

Ok, siete a Monaco di Baviera… E allora perché non approfittarne? Visitare Monaco di Baviera è l'ideale per fare un tour in quella che è stata definita la città più settentrionale d'Italia. Tra parchi, palazzi storici e musei, non potrete proprio annoiarvi. Se siete tipi avventurosi, e prevedete di fermarvi qualche giorno in più, potrete spingervi in lungo e in largo nella Baviera, tra castelli medievali, antiche abbazie, villaggi alpini e laghi pittoreschi.

11. Tutte le strade portano a Monaco

Raggiungere la Theresenwiese, il grande prato dove si tiene l'Oktoberfest, è un gioco da ragazzi soprattutto per chi viene dal Nord Italia. Che sia in auto, moto o in camper, si sa sempre come raggiungere Monaco. Oltretutto c'è la possibilità anche di trovare voli low cost. Una volta giunti a Monaco, basta seguire le indicazioni su come arrivare all'Oktoberfest ed è fatta. Per i camperisti o per chi ha prenotato all'ultimo minuto, ci sono varie soluzioni come i pullman low cost, con partenza da molte città italiane, o i campeggi in città.

(La foto in apertura è di Alexander Hassenstein)