Non ci sono più  dubbi, il cioccolato rende tutti più felici. Al latte, fondente, con deliziose nocciole, basta un solo morso per riacquistare le energie ed affogare nei piaceri del palato. Quindi "Carpe diem", la prossima occasione per gustare del delizioso cioccolato made in italy è alle porte. Dal 21 al 30 novembre la capitale del cioccolato sarà Torino, per l'ormai classico appuntamento con Cioccolatò. Decine di grandi produttori e di maestri cioccolatieri presentano le loro dolcezze tra le strade principali della capitale piemontese, e per i golosi non ci sarà via di scampo. Le cioccolaterie storiche di Torino, che in epoca passata hanno ospitato i reali che amavano coccolarsi davanti ad una calda tazza di cioccolato, confermano il particolare legame della città con questo delizioso prodotto. Qui è nato il suo famoso Gianduiotto, un incontro sublime tra  cioccolato fondente, cioccolato al latte e nocciole, o il Bicerin, un delicato caffè ricoperto di crema al cioccolato. Durante una vacanza a Torino, girando nelle sue strade sarete avvolti dall'aroma di dolcezze al cacao, e non potrete non portare a casa un ricco bottino di cioccolato. Ma il momento migliore per gustare il dolce tesoro di Torino è il grande festival Cioccolatò, per vedere all'opera grandi maestri che sanno bene come prendere per la gola.

L'edizione di Cioccolatò 2014 ha come claim "Tutti puzzle per il cioccolato". Un gioco di parole che lascia intendere come il cioccolato abbia un potere aggregante, capace, come il gioco amato da grandi e piccini, di unire elementi diversi in un unico sorprendente mosaico. Anche quest'anno si prevedono tanti appuntamenti irrinunciabili per chi è pazzo del cioccolato. L'elegante salotto di Piazza San Carlo si riempirà di stand con ogni ben di dio, e ci saranno anti golosi appuntamenti, come incontri con esperti del settore, laboratori che vi insegneranno a preparare queste delizie a casa, i chocoshow, la chocoFarm, una Mostra dedicata al Cluster del Cacao e Cioccolato di Expo Milano 2015 e soprattutto tante degustazioni. Un'intera giornata sarà dedicata al Gianduiotto Day, il re del cioccolato piemontese e momenti per riempire la mente oltre alla pancia, come l’appuntamento  con Cioccolata con l'Autore, evento durante il quale scrittori italiani parleranno dei propri lavori davanti ad una tazza di cioccolata calda. Con il suo ghiotto programma Cioccolatò si conferma come una delle feste del cioccolato più famose in Italia, specie nei sogni di ogni goloso.

Date e programma
Location e come arrivare

Date e Programma

[Foto di cioccola-to.it]

Per tutte e dieci i giorni della festa sarà possibile gustare ogni leccornia nel centro di Torino. La città sarà invasa da dolci stand dove saranno sfornate le prelibatezze del cioccolato made in Italy. Ma non solo, saranno tanti, infatti gli eventi collaterali a cui i visitatori potranno partecipare sempre a tema del cibo degli dei. Dal 21 al 30 novembre inoltre in tutti i ristoranti e bar della zona si potranno gustare menu a tema, con l'ingrediente segreto, il cioccolato. In particolare, seguendo il successo delle edizioni precedenti, sarà allestita l’aria Chocoshow, dove saranno organizzati laboratori e dimostrazioni dal vivo da parte di più di 80 aziende cioccolatiere provenienti da tutto il mondo, che daranno vita a delle vere opere d’arte di cioccolato. Continuerà anche il grande successo della Cioccolata con l’Autore ed eventi speciali come il Gianduiotto Day, la giornata dedicata al cioccolatino simbolo della tradizione cioccolatiera piemontese durante la quale il pubblico potrà gustare l’eccellenza della produzione locale e scoprire i segreti celati dietro lo storico prodotto. Tra le novità più interessanti del 2014 c'è la partecipazione del main partner Expo Milano 2015. Insieme alla mascotte Foody l’Esposizione Universale,organizzerà varie attività all'interno del Polo Cioccolato, dalle degustazioni ai laboratori di cucina e tante coinvolgenti attività dedicate ai bambini. Per conoscere il programma completo si può visitare il sito ufficiale cioccola-to.it, ma vediamo quali sono gli appuntamenti più importanti.

Tutti i giorni dal 21 al 30 novembre, all'interno del Polo Cioccolato saranno proposte varie degustazioni. Tra le più gustose ricordiamo “Caffarel ti mette l’oro in bocca”, Lunedì 24 e Mercoledì 26 Novembre, sarà celebrato il cioccolato di Modica, aspettando l'edizione della sua festa del cioccolato. Il martedì sarà il turno del Torrone della legalità, usando la dolcezza per combattere le mafie, infatti la produzione del torrone proviene dall'associazione Libera Piemonte. Sabato 22 e 29 Novembre, alle ore 12, sarà la volta di Cioccolato & Co. Matrimoni impossibili, durante il quale i prodotto tipici piemontesi si sposeranno con il cioccolato, in un'esplosione di gusti. Domenica 23 e 30 Novembre alle ore 18 c'è l'appuntamento con la Birra artigianale & Cioccolato, un'altra unione assolutamente da provare. Nei vari giorni del festival, oltre a queste iniziative, saranno presenti i maestri cioccolatieri delle aziende piemontesi che faranno gustare le loro specialità.

Altro appuntamento fisso della fiera, saranno i laboratori Master Choc, quest'anno promossi da Centrale del Latte di Torino. Durante questi incontri i visitatori potranno cimentarsi nella creazione di squisite ricette da proporre ad amici e parenti una volta rientrati a casa. Il Cioccolatò di Torino lascia molto spazio anche ai più piccoli con tante iniziative dedicate a loro. Molte di queste sono firmate da Expo Milano 2015 e proporranno tante attività nelle quali i bambini potranno imparare divertendosi e mangiando. Tra queste ricordiamo: Primi passi nel Cioccolato, Fruits & Chocolate, Nutrire il pianeta, Energia per la vita, Piccoli fornai… al cioccolato. I più piccoli potranno inoltre partecipare al laboratorio Slow Food “Il Cioccolato. Diario di un lungo viaggio”, oppure sperimentare nuovi modelli con Fair Express: un viaggio equo e solidale nei Paesi produttori di cacao, promosso da Mondo Nuovo, che condurrà i partecipanti in un percorso nel mondo del commercio equo e solidale attraverso tutta la filiera di produzione del cacao, dalla piantagione all'assaggio.

Sabato 29 novembre, dalle ore 15:00, ci sarà uno degli eventi più attesi della manifestazione: il Gianduiotto Day, un'intera giornata dedicata al cioccolatino simbolo di Torino. Oltre a fare una scorpacciata di gianduiotti sarà anche consegnato l'ambito premio del Gianduiotto Award, che premierà un soggetto locale il quale con la sua attività e i suoi prodotti si sia particolarmente distinto per la valorizzazione e la promozione della tradizione cioccolatiera torinese. Gli appuntamenti con la Cioccolata d'autore dell'edizione 2014 saranno 7, con scrittori italiani che racconteranno le loro ultime creazioni letterarie tra aneddoti e curiosità, in compagnia di una piacevole cioccolata calda.

Location e come arrivare

Il grande festival del cioccolato di Torino si terrà nell'elegante salotto di Piazza San Carlo. Ed è proprio in questa splendida cornice che si trovano gli storici caffè e cioccolaterie della città che rallegrano l'aria con un aroma intenso di dolcezze. Il centro si trasformerà in una grande fabbrica di cioccolato con stand ed iniziative che creeranno connubi particolari, come ricorda il claim dell'edizione: tutti puzzle per il cioccolato. Piazza San Carlo è il centro della città, ricca di negozi e di palazzi storici, e dal 21 al 30 novembre si trasformerà anche nel cuore dolce di Torino. La piazza è facilmente raggiungibile in pullman o in treno.

I voli per Torino in aereo, partono dalle principali città italiane. L’aeroporto principale è il Sandro Pertini, situato a circa 16 chilometri dal centro, ma ben collegato con un servizio  navetta, che permette di raggiungere la città in circa 40 minuti. I voli partono da Bari, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Lamezia Terme, Napoli, Olbia, Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Trapani, Trieste. Torino inoltre è servita da un’ottima rete autostradale che consente di arrivare agevolmente in auto da tutt’Italia. Partendo da Nord bisogna seguire è l’A4, mentre chi arriva da Sud può prendere la A12 fino a Genova, poi la A10 fino a Savona e da qui la A6 fino a Torino. L’ultima alternativa per arrivare a Torino è il treno, grazie ai collegamenti veloci è raggiungibile in poche ore da tutta Italia.

[Foto principale di oprha]