La Val Vigezzo è una delle sette valli della Val D’Ossola (Piemonte), unica per la sua conformazione, situata a circa 800 mt di quota è percorsa da due torrenti (Melezzo Occidentale e Melezzo Orientale). Ampia, dolce vallata pianeggiante ospita i comuni di Coimo, Druogno, Craveggia, Santa Maria Maggiore, Toceno, Malesco, Villette e Re. Vicina a Domodossola, al Lago Maggiore ed alle Isole Borromee, a due passi dal Canton Ticino Svizzero, questa valle dai romantici panorami alle pendici delle Alpi Lepontine, verde d’estate e bianca d’inverno, è sicuramente il luogo ideale dove soggiornare per andare alla scoperta delle tante attrazioni limitrofe.

1. I borghi da scoprire della Val Vigezzo
2. Parapendio e downhill: attività per gli appassionati di sport estremi
3. Trekking e bici: attività open air per tutti
4. Un giro sulla ferrovia Vigezzina/Centovalli
5. Locarno, il Lago Maggiore e le Isole Borromee
6. Mangiare come si deve

Piazza Grande / Locarno [@Fanpage.it/ Ilaria Vangi]
in foto: Piazza Grande / Locarno [@Fanpage.it/ Ilaria Vangi]

I borghi da scoprire della Val Vigezzo

Otto sono i piccoli paesi principali che la Val Vigezzo ospita. 1) Coimo famoso per il pane nero, 2) Druogno, grazioso centro turistico sede di un museo dedicato alla comunità montana, 3) Santa Maria Maggiore, 4) Toceno piccolo borgo interessante per le sue testimonianze architettoniche, 5) Malesco comune del parco della Val Grande dove ha sede il monumento dello spazzacamino dedicato al piccolo Faustino, 6) Villette minuscolo comune uno tra i più piccoli d’Italia, 7) Craveggia e 8) Re. Quest’ultimi due meritano un piccolo approfondimento, considerato che di Santa Maria Maggiore abbiamo parlato in maniera estesa altrove.

A passeggio per Craveggia [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]
in foto: A passeggio per Craveggia [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]

Craveggia: grazie alle sue case dai tetti di pietra, insieme a Santa Maria Maggiore, è riconosciuta come la perla architettonica e artistica della valle. La Chiesa parrocchiale di Santi Giacomo e Cristoforo ospita un prezioso tesoro, che ho potuto visitare durante il #fanpagetour,  composto da antichi paramenti religiosi, ostensori, sotto vesti in pizzo, qui è conservato anche il mantello funebre del Re Sole (Luigi XIV di Francia) e il manto nuziale di Maria Antonietta. Sembrerà strano, ma molte famiglie di questo piccolo paese sono molto legate alla storia di Francia, non solo per gli straordinari reperti custoditi nella cripta della chiesa e visibili su prenotazione. La storia narra di come un bimbo spazzacamino, emigrato in Francia, durante la pulitura di una canna fumaria a Versailles udì la progettazione di un complotto ai danni del Re Sole. Sventato l'attentato, come ricompensa, alla famiglia del bimbo e ad altre famiglie vigezzine fu concesso di commerciare su tutto il territorio francese. Nacque così la fortuna di molti, partiti dalla valle per fare lo spazzacamino, e tornati a casa commercianti di gemme preziose, d'arte e tessuti pregiati.

Il Santuario della Madonna del Sangue di Re [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]
in foto: Il Santuario della Madonna del Sangue di Re [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]

Re: ultimo paese della Valle, vicino al confine svizzero, famoso per il Santuario della Madonna del Sangue e meta di pellegrinaggi da tutta Europa. Qui, nel 1400, è accaduto un fatto miracoloso documentato da notai e avvocati, si narra infatti del sanguinamento di un affresco di Madonna con Bambino dopo aver ricevuto una sassata da parte del piccolo Giovanni Zucone. Ogni 29 di aprile è celebrato il Miracolo con feste e processioni dedicate. Re si trova anche nelle vicinanze del Monte Gridone e del Parco Nazionale Val Grande, l’area selvaggia e disabitata più grande d’Europa meta di escursionisti e amanti della natura.

Parapendio [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]
in foto: Parapendio [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]

Parapendio e downhill: attività per gli appassionati di sport estremi

I monti ed i sentieri della Val Vigezzo si prestano ad escursioni avventurose dedicate agli amanti degli sport “estremi”. Il monte Gridone, come il monte Scheggia di cui abbiamo già parlato, è meta di impavidi free climber. Esistono diversi punti sulle montagne, raggiungibili con la funivia di Prestinone, da cui è possibile lanciarsi per praticare parapendio e sentieri ben tracciati (Craveggia, Arvogno e Montenero) meta di ciclisti appassionati di downhill.

Escursioni [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]
in foto: Escursioni [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]

Le attività open air per tutti: trekking e passeggiate in bicicletta

Trascorrere una vacanza in montagna riserva tanti momenti piacevoli, da godere immersi nella natura. Una volta saliti sulla Piana di Vigezzo grazie alla funivia di Prestinone molti sono i sentieri ben tracciati adatti a tutti, dalle famiglie con bimbi piccoli agli escursionisti esperti, che conducono a baite e rifugi. Da Craveggia è inoltre possibile raggiungere in auto l’alpe Blitz, punto di partenza ideale di facili itinerari da percorrere a piedi. Da sfruttare anche la conformazione pianeggiante della valle per passeggiate in bici e in mountain bike.

Vigezzina / Centovalli [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]
in foto: Vigezzina / Centovalli [Ufficio stampa SantaMariaMaggiore.info]

Mezzi di trasporto: la ferrovia Vigezzina/ Centovalli

Nata nel 1923 la Vigezzina (così chiamata affettuosamente dai suoi fruitori) trasporta ogni anno migliaia di persone. Come una metropolitana, i treni in partenza da Domodossola, ogni giorno, raggiungono le varie località della Val Vigezzo per arrivare fino alla vicina Locarno, nel Canton Ticino svizzero. Due sono le tipologie di mezzi utilizzati per compiere questo tragitto: quelli un po’ “datati” ma pur sempre affascinanti ed i treni di ultima generazione dotati di ampie vetrate che, lungo il tragitto,  permettono ai propri passeggeri di godere a pieno del bellissimo paesaggio alternato tra panorami mozzafiato, cascate, canyon, ponti e gallerie.

Lago Maggiore [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]
in foto: Lago Maggiore [@Fanpage.it / Ilaria Vangi]

In gita tra Italia e Svizzera: Locarno, il Lago Maggiore e le Isole Borromee

Grazie alla linea ferroviaria Vigezzina /Centovalli non solo è possibile raggiungere Locarno, città del Canton Ticino affacciata sul romantico Lago Maggiore ma grazie a pacchetti speciali, acquistabili in biglietteria, è possibile usufruire del servizio chiamato Lago Maggiore Express che abbina la possibilità di partire da Domodossola, Arona e Stresa per raggiungere la città svizzera. Una volta sul luogo, questo tour consente di prendere un battello che, grazie ad una dolce navigazione sul lago, riconduce i passeggeri ad una delle tre stazioni di partenza. Locarno, location di uno dei festival cinematografici più importanti d'Europa, è una località che merita sicuramente una visita: la piazza centrale adorna di bellissimi palazzi decorati, il lungo lago, il Casino. Sempre sul Lago Maggiore (in Italia però) da non perdere la visita delle famose isole Borromee. Isola Madre e Isola Bella, visibili anche grazie a tour guidati, sono conosciute per la bellezza dei loro palazzi e dei loro giardini che ospitano animali, piante e fiori profumati. L'isola dei Pescatori al contrario, seppur anch'essa turistica, è l'unica ad essere realmente abitata.