25 Giugno 2014
00:44

Peschici: le spiagge, la natura e la movida di una vacanza nel Gargano

Chi sceglie di passare le vacanze in Puglia nel Gargano, sa che a Peschici può trovare divertimenti per tutti i gusti: che si sia amanti di relax e quiete, che ci piacciano praticare sport acquatici o escursioni, o che ci si voglia scatenare nella nightilife tra discoteche e locali notturni, il paese garganico accontenta tutti.

Famiglie con bambini, coppie o giovani in cerca di divertimento: il turismo di Peschici è rivolto davvero a tutti. La città in provincia di Foggia è tra le località balneari più rinomate tra chi sceglie le vacanze in Puglia al mare, proprio grazie a questa varietà di offerta. A due passi dal Parco Nazionale del Gargano, costeggiata da spiagge bellissime e attrezzate, e popolata di alberghi, villaggi, appartamenti, bed & breakfast e residence Peschici non lascia mai delusi. E lo si capisce già all'arrivo: basta osservare l'immagine del paese abbarbicato sulla cima di una roccia a strapiombo sul mare per cogliere l'essenza di qualcosa di speciale. Da un'immagine così pittoresca ci si immerge nell'atmosfera di un borgo di pescatori, con uno sguardo al passato ma con una grande attenzione per le esigenze dei turisti che ospita. Le vacanze al mare nel Gargano vedono in Peschici una scelta perfetta. Scopriamo perché.

Spiagge di Peschici
Cosa vedere a Peschici
Divertimenti a Peschici: eventi e feste
Come arrivare a Peschici

Spiagge di Peschici

Non avranno avuto il riconoscimento della Bandiera Blu 2014, ma le spiagge di Peschici non hanno nulla da invidiare a quelle su cui sventola il famoso vessillo della FEE (peraltro ottenuto in passato). D'altronde stiamo parlando del mare del Gargano, che costituisce una garanzia per chi cerca lidi sabbiosi e acque azzurre. Come sempre, alcuni tratti di costa sono occupati da stabilimenti balneari, altri invece sono racchiusi in anfratti selvaggi dove chi è in cerca di tranquillità può trovare il suo angolo di paradiso. Tutta l'area di Peschici è un misto di spiagge libere e spiagge attrezzate: vediamo insieme quali sono le migliori.

Foto di Patrick Nouhailler

La spiaggia di Peschici paese è naturalmente il lido più frequentato, sia per la sua bellezza che per la quantità dei servizi turistici. Dalla roccia su cui si trova il paese stesso si può ammirare il panorama della baia bagnata dal mare Adriatico. Scendendo, si immergono i piedi in una soffice sabbia dorata, per poi rinfrescarli nel fresco mare cristallino. Il fondale è digradante, e questo rende la spiaggia di Peschici adatta per le vacanze al mare con i bambini. Naturalmente il maggior vantaggio del luogo sta nel fatto che, essendo vicino al paese, la spiaggia si trova a pochi passi dai numerosi hotel, villaggi e appartamenti dove si può dormire a Peschici. In più i lidi attrezzati offrono intrattenimenti di vario tipo, tra i quali centri di attrezzature sportive per gli amanti di sport acquatici come il windsurf, il surf o il kite. Nella baia di Peschici si trova anche la spiaggia di Jalillo, famosa anche per ospitare un centro turistico molto attrezzato, il Villaggio Camping Ialillo.

La spiaggia di Zaiana si trova a 6 km dal centro ed è tra i lidi più popolari tra Peschici e Vieste per diversi motivi. Il primo, è il meraviglioso contesto naturale di cui è circondata, composto da alte pareti rocciose popolate da boschi. Per arrivare alla spiaggia di Zaiana occorre scendere un sentiero fatto di scalini che la raggiunge direttamente a mare: qui ci si ritrova in piccolo tratto di costa di appena 200 metri, quieto e silenzioso. Il secondo è che, nonostante quest'aspetto selvaggio, la spiaggia è attrezzata di lettini, sdraio e ombrelloni, e quindi si può fare affidamento sui classici servizi turistici. Inoltre la baia è interessata nei giorni ventosi da onde moderatamente alte, che la rendono adatta per chi pratica surf e kitesurf. In ultimo, e forse è questo il motivo principale, è il fatto che la spiaggia di Zaiana sia frequentata da giovani: la sera infatti si trasforma in una discoteca all'aperto, e il silenzio e la tranquillità che regnano sovrani durante il giorno lasciano il posto alla rumorosa e sfrenata movida di Peschici.

Poco più avanti, adiacente alla baia di Zaiana, troviamo la spiaggia di Manaccore. Molto più ampia e popolosa della sorella vicina, è infatti una delle spiagge di Peschici dove il turismo si concentra di più. Qui si trovano infatti il camping Villaggio Manacore e il villaggio turistico Baia di Manaccora, due tra i campeggi sul mare a Peschici più famosi. Questo garantisce una vita notturna frenetica e movimentata, uno dei motivi per cui Peschici è tra le mete preferite tra quelli che scelgono le vacanze al mare nel Gargano per giovani.

Foto di Paul-in-London

Un altro esempio di spiagge per giovani a Peschici è la spiaggia di San Nicola, che comprende anche un tratto libero. Il tratto privato appartiene invece al Camping Villaggio Baia San Nicola. La spiaggia di Calalunga, poco più avanti di Manaccore, è un altro esempio di piccolo lido attrezzato che conserva un aspetto selvaggio grazie al suo circondario naturale: si trova infatti a ridosso del Parco Nazionale del Gargano, vicino alla punta del promontorio omonimo. La baia di Procenisco è racchiusa tra due colline rocciose, ed è purtroppo quasi tutta privata, gestita da due strutture alberghiere: conserva però ancora un tratto libero, e vi si accede tramite un sentiero di 250 metri.

Diversa è invece la situazione della spiaggia del Turco. Si tratta di un pezzo di costa completamente libero, a 7 km da Peschici. Spiagge bianche, sabbia morbida e ambiente incontaminato: sono elementi che caratterizzano alcuni lidi a pochi passi dalla bellezza naturale del Parco Nazionale del Gargano. Tra questi la spiaggia di Sfinale, che segna il confine tra Peschici e Vieste. Nonostante sia facilmente raggiungibile a piedi, questa spiaggia è rimasta intoccata dal turismo ed è completamente libera e priva di strutture alberghiere. È la meta migliore per gli amanti del relax e della natura, che rimangono colpiti dal fascino della baia incastonata tra le colline rocciose e arricchita da dune sabbiose. A completare il tutto, i resti diroccati di un'antica torre saracena, che regalano al paesaggio un fascino antico e misterioso.

Cosa vedere a Peschici

Peschici è meravigliosamente immersa nel Gargano, ma non è solo la natura o il mare a stimolare l'ammirazione dei suoi visitatori. Il paese stesso rappresenta un'attrazione di per sé, con il suo nucleo che svetta sulla cima del costone roccioso. E una visita nel dedalo di strade e viuzze tra le casette di intonaco bianco ci ricorda come l'architettura delle costa pugliese debba molto agli influssi dei paesi più a est. Come ogni località sulla costa, infatti, i rapporti con le altre culture provenienti dal mare hanno lasciato il segno nella storia di Peschici. Un esempio sono i resti di antiche torri di avvistamento risalenti al Cinquecento, erette come sistema difensivo per prevenire l'attacco di pirati. Sistema che a un certo punto non fu sufficiente per resistere alla devastazione attuata dai corsari turchi. La loro presenza sul territorio viene ricordata dal toponimo della spiaggia del Turco.

Foto di Patrick Nouhailler

Il castello di Peschici è l'elemento più spettacolare che delinea il panorama del paese, ed immagine più emblematica della sua storia. Sorge infatti proprio sulla punta dello sperone roccioso su cui si trova Peschici, a strapiombo sul mare. La rocca venne edificata dai normanni tra il X e XI secolo, come difesa contro i pirati saraceni. Nel periodo del viceregno di Spagna fu reso più massiccio e imponente per funzionare da deterrente contro i turchi. Oggi il castello è visitabile, ma dell'antica struttura originaria rimangono solo le segrete. Un tempo queste erano il deposito di armi e cibo della fortezza, e fungevano anche da prigioni. Oggi ospitano invece opere d'arte di artisti internazionali. Una visita al castello di Peschici merita anche solo per il bellissimo paesaggio di cui si può godere dalla sua terrazza: in lontananza si scorgono anche le isole Tremiti.

L'abbazia di Kàlena è uno dei monumenti storici più antichi di Peschici. I resti di un antico convento benedettino si trovano nella piana di Calena, in un meraviglioso panorama agreste. Il cenobio sarebbe tra i più antichi d'Italia: secondo testimonianze storiche risalirebbe infatti addirittura all'anno 872. Si trattava di un centro ricco e indipendente, capace di competere per fama anche con la vicina abbazia di Montecassino. Il monastero durante i secoli si è circondato di leggende. Una vuole che esista un passaggio segreto sotterraneo che porta fino alla spiaggia di Jalillo, che i monaci benedettini utilizzavano per sfuggire alle scorribande saracene. Un'altra addirittura  che ci sia un tesoro sepolto, appartenuto al pirata Barbarossa o all'ammiraglio turco Khair ed-Din.

Foto di Tomas Kohl

A Peschici e dintorni da vedere sono i numerosi trabucchi che costellano la costa del Gargano. Le antiche macchine da pesca sono particolarmente abbondanti in Abruzzo e Molise (dove sono conosciute come trabocchi), ma se ne trovano anche sul litorale della Puglia: a Peschici solamente se ne contano sette. A differenza di quelli delle altre regioni, che sono costruiti su palafitte sul mare raggiungibili tramite lunghe passerelle, i trabucchi pugliesi si stanziano direttamente sulla costa. I pescatori utilizzano le loro macchine per catturare i banchi di pesci in migrazione con delle grosse reti. Oggi molti di questi trabucchi sono diventati dei veri e propri ristoranti sul mare che offrono specialità a base del pescato del giorno. Tra i più popolari dove mangiare a Peschici ci sono il Trabucco di Monte Pucci, il Trabucco di Punta Manaccora e il Trabucco di Mimì sulla baia di San Nicola.

Dal porto di Peschici le escursioni in barca sono le partenze più ricorrenti. In particolar modo quelle che portano al Grottone di Manaccora, sulla baia omonima. La grotta naturale è stata abitata fin dai tempi della preistoria, quando gli abitanti del luogo cercavano di trovare luoghi che potessero ospitare santuari per i loro culti religiosi. La grotta divenne parte integrante del villaggio, e nell'età del Bronzo perse il suo scopo religioso e venne adibita a vero e proprio alloggio. L'ampia dimensione della grotta favoriva la costruzione di numerose capanne che usavano le pareti della roccia stessa come base d'appoggio per le strutture in legno: si vedono infatti ancora i buchi nelle pareti dove venivano inserite le assi di sostegno per il tetto. In una grotta adiacente sono state trovate numerose tombe e importanti reperti dell'epoca. Una vera e propria necropoli sipontina che non solo è una preziosa testimonianza della parte più antica della storia di Peschici, ma offre anche un'incredibile panorama sul mare, osservabile da due aperture nella parete rocciosa.

Foto di Enrico Hell

Altre escursioni da fare tra Peschici e dintorni? Potete imbarcarvi su un traghetto per le isole Tremiti, e visitare uno degli arcipelaghi più belli del nostro paese. Per quanto riguarda il patrimonio naturale circostante, abbiamo già visto come molte spiagge si trovino proprio a due passi del Parco Nazionale del Gargano: chi passa una settimana a Peschici può per almeno una giornata rinunciare alle spiagge e immergeri all'interno dei sentieri di questa favolosa riserva. Tra l'altro, potete organizzare un itinerario che abbini la visita del parco a quella della città di Padre Pio: tra Peschici e San Giovanni Rotondo la distanza è di soli 68 km (circa 1 ora e 15 minuti di auto), e il percorso passa proprio attraverso il parco nazionale.

Divertimenti a Peschici: gli eventi e le feste

Peschici di sera si trasforma da piccolo paese a grande capitale del divertimento notturno del Gargano. Insieme a Vieste, Peschici rappresenta il punto di riferimento della vita notturna per quelli che scelgono di passare le vacanze nel Gargano nelle più tranquille località vicine, come Mattinata o Rodi Garganico. A Peschici le discoteche più famose sono La Brocca e l'Armoni. Molti lidi balneari la sera si trasformano in veri e propri locali notturni che organizzano serate sulla spiaggia. Mentre l'animazione dei villaggi fa in modo che anche le famiglie abbiano di che divertirsi durante le calde serate estive.

Peschici è anche estremamente gay-friendly. Un evento dedicato tutto ai diritti degli omosessuali è stata la Notte Arcobaleno, che si è tenuta il 29 luglio del 2013. La comunità LGBT può anche fare affidamento su una serie di hotel e villaggi che sono apertamente pro gay: tra questi l'Hotel D'Amato (località spiaggia) e il Gusmay Resort (località Manacore).

Foto di Patrick Nouhailler

A Peschici la festa patronale è dedicata a Sant'Elia, e si tiene il 19 luglio. Al santo è dedicata la chiesa madre che il giorno della processione fa risuonare le campane che danno il via a una tre giorni di festa. Durante questi giorni le vie del paese si animano dello spirito della comunità marinaresca e pastorale, animata da valori semplici: secondo la tradizione il santo protettore ha liberato Peschici dall'invasione delle cavallette, e li ha aiutati in periodi di carestia e siccità. In tre giorni si tengono sagre gastronomiche, concerti di bande e spettacoli musicali in piazza, e l'immancabile processione nelle vie della città. La festa si conclude la sera del 21 luglio con gli spettacolari fuochi d'artificio che illuminano il mare del porto.

Tra gli altri eventi di Peschici le feste religiose segnano tutta l'estate. Anzi, la bella stagione viene ufficialmente inaugurata con la festa della Madonnina del Mare, che si tiene verso fine maggio: una processione di barche porta la statua della Madonna al largo, e l'evento viene festeggiato con l'immancabile spettacolo pirotecnico. Tra il 12 e il 13 giugno si svolge la festa di Sant'Antonio: il 12 una grossa piramide di legna viene accatastata davanti alla chiesa dedicata al santo, e viene incendiata per creare un suggestivo falò; il 13 è la giornata della processione. Tra gli eventi "fuori stagione" troviamo la festa della Madonna di Loreto del 28 aprile, con la processione al santuario a 2 km da Peschici e lo spettacolo di fuochi d'artificio finale denominato "la Batteria". E il Natale peschiciano, fatto di numerosi appuntamenti che tengono banco durante tutto il periodo delle festività natalizie.

Come arrivare a Peschici

Per arrivare a Peschici in auto dal nord Italia si prende l'autostrada Adriatica A14 in direzione Bologna-Bari, e si esce a Poggio Imperiale: da lì si imbocca la superstrada per Vigo del Gargano, per poi proseguire sulla statale garganica SS 89 fino a Peschici. Per arrivare da Firenze e Roma si prende l'autostrada A24 in direzione Pescara, e poi ci si immette sulla A14, seguendo poi le stesse indicazioni di sopra. Da Napoli si segue l'autostrada A16 per Bari, si esce al casello di Candella e si prosegue per Foggia, per poi immettersi sulla A14. Anche dal sud si prende la A14 ma in direzione Pescara, per poi uscire sempre al casello di Poggio Imperiale.

Per arrivare a Peschici in treno la stazione ferroviaria di riferimento è quella di San Severo, o in alternativa quella di Foggia. Da qui ci si muove con i servizi delle Ferrovie del Gargano che mettono a disposizione sia il treno locale che gli autobus per Peschici-Calenella. Dalle grandi città della Puglia e da altre città d'Italia si può arrivare a Peschici in autobus con i servizi della SAPS bus line.

Per arrivare a Peschici in aereo l’aeroporto principale è quello di Bari-Palese, distante 202 km (circa due ore e mezza di auto). Qui atterrano i voli di  Alitalia (Roma-Fiumicino, Milano-Linate, Torino), Blue Panorama Airlines (Catania, Palermo), easyJet (Milano-Malpensa), Meridiana Fly (Olbia, solo stagionale), Ryanair (Roma-Ciampino, Bergamo, Treviso, Trieste, Torino, Genova, Bologna, Cagliari), Volotea (Venezia-Marco Polo, Verona), Vueling (Roma-Fiumicino, Firenze). Durante il periodo delle vacanze estive è operativo il servizio navetta dall’aeroporto “Gargano Easy to Reach”, organizzato dal servizio regionale di Pugliairbus, con il quale si possono raggiungere direttamente dall’aeroporto di Bari le principali località turistiche del Gargano. Il servizio è attivo da maggio a ottobre.

[In apertura: foto di Fatima Flores]

Vacanze a Mattinata: mare, natura e storia nel cuore del Gargano
Vacanze a Mattinata: mare, natura e storia nel cuore del Gargano
Visita a Manfredonia: non solo mare nel più grande centro del Gargano
Visita a Manfredonia: non solo mare nel più grande centro del Gargano
Le spiagge più belle della Sardegna: mare cristallino e natura incontaminata
Le spiagge più belle della Sardegna: mare cristallino e natura incontaminata
141.815 di Super Viral
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni