30 Aprile 2012
11:03

Quanto costa Parigi: consigli per una vacanza economica

La capitale francese e il suo fascino seduttore ci invitano ad aprire il portafogli, ma per evitare di ritornare a casa troppo alleggeriti date qui un occhio ai prezzi di una vacanza parigina.

Paris, je t'aime. E questa frase potreste pronunciarla con ancora più ardore se il vostro sentimento non dovesse essere comprato con della vile moneta. Parigi non è sicuramente la più economica tra le città europee. La maggior parte del denaro viene risucchiata dalle vostre tasche a causa della miriade di monumenti e musei da visitare. Ma come si fa a dire di no alla Ville Lumiere? Ti incanta, ti seduce e ti ammalia mentre ti sfila il portafogli dalla tasca. Ma noi che siamo furbi, abbiamo viaggiato e sappiamo come vanno le cose, non ci stiamo a offrirle il primo drink, e anzi pretendiamo di avere più di quanto possiamo permetterci. Solo quando la nostra fiducia sarà ricambiata allora potrà scoccare la scintilla e nascere la passione travolgente che ci porterà ad amare questa città e pronunciare la fatidica frase. E allora vediamo come dar vita a questa bellissima relazione, senza dover affondare il nostro conto in banca.

Foto di Daniel Hosh

Partiamo dai voli per Parigi: niente di più semplice, una città come questa la si raggiunge praticamente da ogni parte di Italia. Sappiamo che il vostro pensiero va subito alle low cost, ma a titolo informativo vi elenchiamo tutte le compagnie che decollano dal nostro paese verso la capitale francese. Per ogni compagnia indichiamo il costo medio di un biglietto di andata e ritorno acquistato per partire da Roma (laddove la compagnia non opera nella capitale non abbiamo indicato prezzi). Il periodo considerato è la prima settimana di luglio, alta stagione ma non ancora piena. Vi anticipiamo subito che i prezzi di tutte le compagnie sono pressoché identici e non esistono soluzioni più economiche. Le tariffe dei vettori low cost, apparentemente più accessibili, sono considerati senza la tassa sul bagaglio da stiva. Nel caso specifico di Ryanair, inoltre, parliamo dell'unica compagnia che dall'Italia atterra sull'aeroporto Beauvais-Tillé, lontano ben un'ora e venti minuti dal centro città: dovrete quindi aggiungere le spese per l'autobus, che è un po' il problema per ogni volta che si viaggia con la compagnia irlandese.

Aeroporti di Parigi e voli dall'Italia
– Air France: Bologna, Firenze, Genova, Milano-Linate, Napoli, Pisa, Roma-Fiumicino, Torino, Venezia-Marco Polo, Verona (Charles de Gaulle). 155€
– Alitalia: Milano-Linate, Roma-Fiumicino (Charles de Gaulle); Milano-Linate (Orly). 154€
– easyJet: Bologna, Catania, Milano-Malpensa, Venezia-Marco Polo, Verona (Charles de Gaulle); Brindisi, Cagliari, Milano-Linate, Napoli, Olbia, Palermo, Pisa, Roma-Fiumicino, Venezia-Marco Polo (Orly). 126€ (senza bagaglio da stiva)
– Kuwait Airways: Rome-Fiumicino (Charles de Gaulle). 155
– Meridiana Fly: Olbia, Palermo (Charles de Gaulle).
– Ryanair: Bari, Bergamo, Bologna, Cagliari, Parma, Pescara, Pisa, Roma-Ciampino, Torino, Treviso, Verona (Beauvais-Tillé). 92€ (senza bagaglio da stiva)
– Transavia: Catania, Palermo (Orly).
– Vueling: Firenze, Roma-Fiumicino (Orly). 110€ (senza bagaglio da stiva)
– Wind Jet: Catania, Palermo, Rimini (Charles de Gaulle).

Foto di Chris Waits

I trasporti pubblici, superata la fase atterraggio, sono la parte che più ci interessa: sia perché dobbiamo raggiungere il centro città, sia perché a Parigi non ci si può certo muovere a piedi. Se siete atterrati a Beauvais dovrete prendere il bus navetta che vi porterò al parcheggio Pershing in città: costo, 15€ per una corsa. Se invece atterrerete a Charles de Gaulle (30 minuti dal centro) o Orly (20 minuti), c'è una sola cosa da fare: acquistare la Paris Visite. Si tratta di una carta che permette di utilizzare tutte le linee di autobus, della metropolitana, della RER, dei treni dell'Ile-de-France e di andare addirittura verso Disneyland Paris o Fontainebleau. Si può acquistare in due versioni, che coprono le zone 1-3 o 1-6 di Parigi: a noi interessa la seconda, poiché copre le aree che arrivano fino agli aeroporti. Ecco i prezzi: 1 giorno, 19.60€; 2 giorni, 29.90€; 3 giorni, 41.90€; 5 giorni, 51.20€. Inutile dire che il risparmio è assicurato, dal momento che vi muoverete in totale libertà su tutti i mezzi di trasporto. Per questo motivo è meglio acquistare la tessera online, poiché all'aeroporto troverete sicuramente la fila.

Come muoversi a Parigi, ora, non è più un problema. Ma ci serve un alloggio: dove dormire a Parigi? Anche gli ostelli migliori vanno dai 25€ in su. Se siamo in gruppo, meglio alloggiare in un bed&breakfast o in un appartamento, poiché la differenza è di pochi euro a persona e ci si può prendere la stanza intera. Per lo stesso motivo, se siete in gruppi di tre persone prendete in considerazione l'albergo: se ne trovano anche a 30€ (ma la media generalmente è di 50€). Ora che abbiamo un giaciglio per la notte ci occorre nutrimento. Quanto costa mangiare a Parigi? Se andate nei bistrot un pranzo completo può venire a fare dai 30 ai 50 euro a persona: vale la pena almeno una volta ma, per l'amor di Dio, prenotate o verrete cacciati in mancanza di un tavolo. Nel quartiere latino si trovano numero ristoranti con menu turistico dai 10 ai 15€. Altrimenti potete sopperire con una baguette, che comunque va mangiata perché siete a Parigi, che diamine! Nelle boulangerie le trovate a 3€. E non dimenticatevi qualche dolce francese acquistato in patisserie, oppure una crepe presa a un carrettino di strada per 3-4€.

Foto di Alfonso Ianni

I monumenti di Parigi, come dicevamo, saranno i principali responsabili del vostro dissanguamento. A meno che non vi procuriate il Paris Museum Pass. Il nome è abbastanza esplicativo, con questa carta avremo accesso illimitato a musei, monumenti e altre attrazioni di Parigi, anche più di una volta. I prezzi: 39€ per un pass di 2 giorni, 54€ per 3 giorni, 69€ per 6 giorni. Se vi sembra tanto pensate solo a quanto costa entrare al Louvre (10€), che è troppo grande per essere visto in una volta sola. Per completezza di informazioni, però dobbiamo dirvi due cose. La prima, è che purtroppo il biglietto della Torre Eiffel non è incluso in questo pass (e per salire fino in cima si spendono 14€). La seconda, è che ci sono molti modi per pagare di meno nei musei. Alcuni di questi dimezzano il prezzo del biglietto dopo le 15 o le 16. Inoltre se non avete più di 25 anni, o siete studenti universitari, mostrando documento o tesserino otterrete delle riduzioni.

Le discoteche di Parigi hanno un prezzo che varia dai 10 ai 25€, a seconda del posto e della serata: un po' come da noi, insomma. Ma se vogliamo assistere a uno spettacolo del mitico Moulin Rouge? Qua le cose si fanno pesanti, poiché una serata costa 104€, e può passare dai 155 ai 199€ se ceniamo anche. Ma questa la mettiamo nella lista delle cose per le quali vale la pena pagare il giusto prezzo. Se poi siate interessati ad altre attrazioni del quartiere a luci rosse di Pigalle, questo non lo vogliamo sapere… Tiriamo un po' le somme allora: consideriamo che vogliamo visitare Parigi in 4 giorni. Volo da Roma: 155€. Alloggio per tre notti: 90€. Per mangiare calcoliamo un forfait: due volte un menù turistico, due volte in un bistrot e due volte un panino o baguette, 130€ (quando siete a tavola chiedete l'acqua in caraffa, che è gratis). Paris Visite + Museum Pass, 105€ circa. Visita alla Torre Eiffel: 14€. Una sera al Moulin Rouge (senza cena): 104€. Totale: poco meno di 700€. Più sfizi vari. Lo avevamo detto, Parigi non è proprio un'amante economica: ma è un'amante per la quale vale la pena spendere.

Vacanze in Costa Azzurra: consigli di viaggio per la riviera francese
Vacanze in Costa Azzurra: consigli di viaggio per la riviera francese
Quanto costa la Croazia: vacanza economica o prezzi troppo turistici?
Quanto costa la Croazia: vacanza economica o prezzi troppo turistici?
Cosa fare a Parigi: consigli per una vacanza nella capitale della Francia
Cosa fare a Parigi: consigli per una vacanza nella capitale della Francia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni