22:51

Carnevale 2011: la data da ricordare sul calendario

Centinaia di Carnevali si terranno nella nostra penisola, nel periodo che culminerà l'8 marzo con il Martedì Grasso: parate, carri e fuochi d'artificio saranno i protagonisti delle giornate di festeggiamenti.

Carnevale 2011: la data da ricordare sul calendario.

Terminate le vacanze di Natale con il ponte della Befana 2011 dovremo finalmente rassegnarci a riprendere la nostra quotidianità e ad abbandonare le feste per un bel po’. Tra l’altro quest’anno non è molto fortunato dal punto di vista delle ferie, dal momento che le festività 2011 in Italia sono ridotte all’osso. Nonostante ciò, non mancheremo mai di divertirci, poiché la tradizione cattolica è ricca di festeggiamenti di vario tipo: e il prossimo appuntamento è col Carnevale 2011, che quest’anno termina con il Martedì Grasso l’8 marzo. Bisogna infatti ricordare che il Carnevale è un periodo della durata di due settimane e due giorni, che precede il Mercoledì delle Ceneri e la Quaresima, fino alla Pasqua, alla quale è legato per stabilire la data della sua ricorrenza.

Il momento culminante si ha dal Giovedì Grasso fino al Martedì, giorni in cui si hanno le maggiori celebrazioni in tutto il mondo. Parliamo infatti di una festa internazionale che coinvolge milioni di persone che si riversano nelle piazze per festeggiare con parate, carri allegorici e fuochi d’artificio. “Una volta all’anno è lecito impazzire”, diceva un vecchio proverbio latino che ben rappresenta lo spirito della festa.

Senza dubbio all’estero il più famoso è il Carnevale di Rio de Janeiro, in Brasile. Senza nulla togliere alle sue ballerine sexy, però, di maggiore importanza sono i Carnevali italiani. Tra questi il celebre Carnevale di Viareggio, in Toscana, famoso per i suoi carri allegorici che rappresentano l’inventiva e l’abilità creativa degli italiani nel mondo. Il Carnevale di Venezia è altrettanto rinomato in tutto il mondo, non fosse altro per la città in cui si svolge: ne sono il simbolo le tipiche maschere della tradizione veneziana che girano per le calli assiepate di turisti provenienti da ogni parte del globo. Ugualmente importante è lo Storico Carnevale di Ivrea con la sua battaglia delle arance. Mentre il Carnevale di Verona è il più antico d’Europa.

Tra tutti questi si collocano centinaia di Carnevali che si celebrano in altrettanti piccoli comuni della nostra penisola: come ad esempio il Carnevale di Maiori, in Campania, o il Carnevale di Putignano, il più lungo di tutti. Quest’ultimo si tiene in Puglia, assieme al Carnevale di Massafra, il Carnevale di Gallipoli, e il Carnevale Dauno a Manfredonia. Mentre il Carnevale di Ovodda, il Carnevale di Poggio Mirteto ed il Carnevale di Borgosesia, assieme a quello di Viareggio, sono gli unici che non si concludono con il Martedì Grasso. Insomma, è sempre una buona occasione per fare festa.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE