Ci sono delle città in Europa dove il cioccolato è una passione. Viene considerato più di un importante monumento da preservare e tutelare per lasciarlo indenne alle future generazioni che potranno così conoscere il vero gusto di questo cibo che fa impazzire tutti. Queste mete europee attraggono i turisti più per il palato che per la vista, infatti vantano di una grande tradizione di dolcezze e leccornie, sempre e rigorosamente di cioccolato. Per tutti i golosi che non riescono a fare a meno di questo cibo irresistibile neanche in viaggio, possono fare una breve pausa nelle città del cioccolato che si trovano in tutta Europa. Bruxelles, che vanta una grande tradizione di maitres chocolatiers, la nostra Perugia, patria dei Baci Perugina, ma ancora Monaco, Vienna e Bruges, sono tutte città che fanno parte di un grande itinerario che ci conduce tra praline, bonbon, cioccolatini, tazze fumanti e bar storici dove leccarsi i baffi degustando il cioccolato più pregiato. Una passeggiata gustosa, dove ogni occasione è buona per fermarsi nelle deliziose case del cioccolato dove ci sarà l'imbarazzo della scelta tra i vari prodotti golosi. Vediamo qual è l'itinerario ideale per i Choco turisti dove le tentazioni sono cioccolatose.

Itinerario al cioccolato.

Visualizzazione ingrandita della mappa
Partiamo dall'Italia che da sola meriterebbe un tour tutto suo per la grande tradizione cioccolatiera che vanta da Nord a Sud. Tutto ciò è percepibile anche dalle numerose feste dedicate al cioccolato che ogni anno richiamano i grandi maestri cioccolatai e diffondono nella penisola un'inebriante aroma di cacao. La città più celebre per il cioccolato è senza dubbio Perugia, non solo per le sue prelibate produzioni, ma sopratutto perché è sede dell'Eurochocolate, la più grande manifestazione italiana dedicata al cioccolato che ogni anno attira migliaia di visitatori. Ma la grande festa non è l'unica occasione per assaggiare la cioccolata perugina, infatti in ogni periodo dell'anno nei locali si gustano le squisite bontà preparate da artigiani del gusto ed inoltre si può visitare la casa del cioccolato, sede della perugina e partecipare a corsi con i maestri cioccolatieri per imparare a realizzare da soli deliziose creazioni. Il tour al cioccolato per la penisola italiana continua a Torino, la città del gianduiotto. Solo passeggiando per la città reale ci si rende conto che il cioccolato qui non è solo un cibo, ma una passione ed un'arte che si ritrova nei caffè del centro tra cioccolate calde e produzioni artigianali. La festa dedicata a questo cibo a Torino è Cioccolatò, che quest'anno inizierà a Novembre e coinvolgerà tutti i chocco turisti in esperienze gustose che abbracceranno i cinque i sensi. Se non siete stanchi di cioccolato italiano, un'altra tappa si trova nel sud, a Modica, in Sicilia, dove il cioccolato è lavorato con una tecnica particolare, detta a freddo, che gli conferisce una maggiore friabilità e lo rende unico al mondo. Ad esso è dedicata la ChoccoBarocco.

Tra i luoghi famosi per il cioccolato non potevano di certo mancare le città svizzere, dove non a caso si consuma più cioccolato nel mondo. Ginevra è famosa per il suo cioccolato al latte ed alla nocciola. Visitare Ginevra e gustare le sue prelibatezze è d'obbligo per tutti gli appassionati di questo cibo. Anche Zurigo è una delle città più amate dai golosi del cioccolato, che fanno chilometri per gustare i piccoli cioccolatini della Confiserie Sprungli, famosa in tutto il mondo. Per vivere un'esperienza unica, si può salire sul treno di cioccolato, che conduce nei luoghi può dolci della svizzera. Altra importante tappa del tour al cioccolato è Vienna. Il suo cioccolato è gustato in tutto il mondo e proprio qui fu inventata la torta al cioccolato più famosa del pianeta, la Torta Sacher. La ricetta è ancora oggi segreta ed è gelosamente custodita dai pasticceri dell'Hotel Sacher, dove è nata la prelibata torta. Non si può andare da Vienna e non sedersi ad uno dei tavolini degli eleganti caffè ed ordinare una fetta di dolce. Il pan di spagna, rivestito di marmellata e ricoperto da una glassa fondente rimarrà per sempre nei vostri ricordi.

[Foto di jeaspahjoy]

La prossima città del cioccolato è Monaco di Baviera, forse questo potrebbe stupirci, in quanto siamo abituati ad associare la città ai grandi boccali di birra. Ebbene oltre all'Oktoberfest ed ai produttori di birra, Monaco è famosa anche per la cioccolata. Un soggiorno nella città, sarà l'ideale per conoscere le squisite torte, la crema bavarese e la divina cioccolata calda. La visita obbligata è al Cafe Guglhupf nella Kaufingerstrasse, vicina a Marienplatz, un luogo di culto per gli amanti del cioccolato, anche se in qualsiasi locale del centro potrete gustare una cioccolata come non l'avete mai provata prima.

Dalla Germania il viaggio prosegue verso il Belgio, dove da visitare è Bruxelles e da assaggiare sono le deliziose praline, specialità tipicamente del posto. Tra le piazze ed i palazzi maestosi si trovano le più rinomate botteghe artigiane, come Godiva Chocolatier o Wittamer, che sono considerate delle vere boutique del cioccolato. Inoltre nel paese belga si può visitare anche il museo del cioccolato, il Musée du Cacao et du Chocolat de Bruxelles. Ma la dolce tradizione non contraddistingue solo Bruxelles, ma tutto il Belgio, infatti troviamo un'altra città di cui il cibo degli dei è l'orgoglio. Parliamo di Bruges, città considerata la Venezia del Nord, infatti il suo paesaggio fatto di canali e specchi d'acqua ricorda molto la nostra Serenissima. Su questo sfondo che fa sognare i più romantici, è d'obbligo lasciarsi andare a dolci tentazioni, riscaldandosi con la Brugsch Swaentje, la cioccolata più famosa della città o gustando un soffice waffle ricoperto da cioccolato fuso belga. A Bruges si può visitare anche un museo dedicato al cioccolato, il Choco – Story, dove si può percorrere un tour che racconta tutta la storia del cioccolato belga, dalla prima pralina alle può moderne creazioni.

[Foto di Musée du Cacao et du Chocolat]

I'itinerario prosegue tra le cioccolaterie di Parigi, che non sono difficili da incontrare nel centro della città, infatti se ne trovano ovunque e tutte di alta tradizione. Alcune sono delle eleganti boutique del cioccolato dove assaggerete delica mont-blanc e cioccolatini per tutti i gusti,  altre sono  locali particolari come La Maison du Chocolate che è specializzata in sculture di cioccolato. Inoltre in Francia un'altra tappa da non perdere è Tain L’Hermitage, dove si trova la casa del cioccolato Valrhona. Qui potrete assistere ad una preparazione del cioccolato del tutto inusuale, infatti viene realizzato solo con il grasso naturale del burro di cacao, senza grassi vegetali aggiunti.

L'ultima sosta del nostro viaggio cioccolatoso ci porta in Spagna. A Madrid, dopo una nottata di divertimento tra i locali della zona, è d'obbligo radunarsi davanti alle cioccolaterie della città, dette churrerias, ed attendere con impazienza la colazione al cioccolato. Durante un viaggio a Madrid, infatti non si possono non provare le lunghe cialde di pasta fritta a forma di bastoncino, inzuppate nel cioccolato fondente e caldo. La cioccolateria più famosa di Madrid è San Ginés, un locale che vi farà tornare nel passato, quando era luogo d'incontro degli intellettuali. Infatti questo locale ha conservato la sua atmosfera storica. In Spagna però, il titolo di città del cioccolato per eccellenza va a Villajoyo, città della costa Brava e sede della più antica cioccolateria spagnola. Villajoyosa vanta anche un eccellente museo del cioccolato che non solo illustra la storia della produzione di cioccolato, ma anche come nascono le specialità locali. Un museo del dolce ingrediente si trova anche a Barcellona, che è stata la prima città in Europa a sperimentare il cioccolato portato dal Nuovo Mondo e dove fu costruita la prima macchina del cioccolato.
[Foto principale di Aka]