Passeggiare in un borgo antico, con un bicchiere di vino e un ricco panino che contiene ogni ben di dio, non ha prezzo. Le sagre e le feste popolari offrono ottimi spunti per scegliere dove andare in vacanza a Novembre infatti durante questo mese l'Italia è ricca di eventi vecchi e nuovi che vengono organizzati in ogni regione. Probabilmente, data la vasta offerta, non è proprio il mese giusto per mettersi a dieta, ma meglio aspettare qualche settimana per non privarsi di provare l'olio, il formaggio, il torrone e tanti altri prodotti gustosi protagonisti di queste manifestazioni. Oltre al cibo nel week end dal 15 al 17 Novembre ci sono anche degli appuntamenti con l'arte e la creatività e si può vivere una particolare visita in un castello medioevale accompagnati da spettri e da maghi malvagi. Vediamo in particolare quali sono gli appuntamenti al sapore d'Autunno.

Sagre: formaggi, vino e torrone
Fiere: in mostra la creatività
Eventi popolari ed avventure da paura

Sagre

[Foto di Fazen]

Nel week end dal 15 al 17 Novembre a Montelibretti in provincia di Roma si celebra la festa "Pane, olio, e…". Questa zona dell'entroterra del Lazio è molto conosciuta per l'olio che ha una lunga tradizione di produzione nel territorio detto della Sabina Romana. Quest'anno sarà la nona edizione della sagra e per un intero fine settimana, questo grazioso centro agricolo diventerà la location dove assaggiare l'olio più raffinato e profumato, degustato insieme al pane abbrustolito. Durante i giorni della festa inoltre si potrà scoprire il processo di lavorazione direttamente negli antichi frantoi della zona. In contemporanea con la festa dell'olio si celebrerà anche la sagra della Pizzafritta e la quarta edizione della Sagra del Frittello col Broccolo, all'interno degli stand si troveranno tante bontà contadine accompagnate dall'ottimo vino della zona.

Dal 16 al 24 novembre a Cremona ci sarà la Festa del Torrone, un evento tradizionale che in ogni edizione richiama un grande pubblico, che accorre per assaporare questo prodotto delizioso. Questa festa nasce da un'antica leggenda secondo la quale, nel lontano 1441, durante il banchetto di nozze di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, venne servito l'antenato del torrone cremonese. Oggi questo episodio si ricorda con una magnifica ricostruzione storica, nella quale oltre 140 figuranti al ritmo dei tamburi animano il centro storico, indossando bellissimi abiti rinascimentali. L'edizione del 2013 sarà speciale, infatti sono previsti 9 giorni di festa che trasformeranno Cremona nella patria del torrone dove poter assaggiare il celebre dolce locale provando gli abbinamenti più improbabili che vanno dalla birra, al brandy, dai distillati ai sigari. Non mancherà neanche la costruzione del torrone gigante, che insieme ai laboratori del gusto, concerti e mostre renderanno l'edizione di quest'anno indimenticabile. Il tema è "Il respiro del violino", scelto per celebrare il violino e l'antica tradizione liutaia della città, simbolo della città di Cremona. In occasione del primo giorno di fiera, sabato 16 novembre sarà possibile raggiungere Cremona da Milano a bordo del treno d'epoca a vapore.

[Foto di Dan]

Quest'anno ci sarà la festa del cedro che si terrà a Santa Maria del Cedro. La manifestazione si terrà l'8, 9, 10 ed il 15, 16 e 17 Novembre. Il centro storico, ricco di cedrerie, si animerà a festa per ospitare questa manifestazione che esalterà il mondo agricolo, le tradizioni, la gastronomia locale e la cosmesi d'eccellenza, realizzata utilizzando le proprietà del cedro. Spostandoci verso Nord nello stesso week end troviamo "Il formaggio è tratto", la sagra che si svolge tra le vallate del Rubicone. Questa volta però non sarà Cesare a valicare il celebre fiume ma bensì migliaia di visitatori che affolleranno come ogni anno la sagra per assaggiare l'ottimo formaggio DOP di fossa. La sagra sarà di scena per due domeniche, il 10 ed il 17 Novembre, e tra gli stand non ci sarà solo il formaggio celebre per la sua particolare stagionatura, ma anche le migliori specialità locali come gli ottimi salumi, il Cosciatello, il Savòr, la Saba, miele, olio e vino.

Nel terzo week end di Novembre a Sant'Angelo dei Lombardi ci sarà "La sagra delle sagre". Già solo il nome lascia intendere la grandezza è l'importanza dell'evento che celebra e promuove tutti i prodotti tipici dell'alta irpinia. Questa importante manifestazione è diventata la rassegna di tutte le Sagre dell'Irpinia che chiude tutte le feste popolari del periodo autunnale. In mostra ci saranno i prodotti caseari, provoloni podolici, pecorino di Bagnoli, castagne e tartufi, i prosciutti ed insaccati, miele, biscotti, taralli, pane cotto a legna, tutti prodotti noti per la genuinità, e soprattutto per la bontà. Oltre al buon cibo la manifestazione offre una buona opportunità per un week end fuori porta per visitare il caratteristico centro storico di Sant’Angelo dei Lombardi, tra vicoli, androni, portali, che hanno mantenuto il loro fascino medioevale.  

Di Vin Castagne, è la festa delle castagne e del vino di San Antonio Abate in provincia di Napoli. Dal 15 al 17 Novembre le castagne, protagoniste della festa, saranno servite agli spettatori in tantissime varianti, rigorosamente accompagnate dal vino locale. Quest'ultimo di sicuro aiuterà a riscaldarsi per lasciarsi andare nelle musiche popolari, con le tammurriate, che saranno il ritmo che accompagnerà le degustazioni per tutto il week end della festa. Ultima sagra in scena in Italia è quella del Sabadò, un appuntamento imperdibile per chi ama la cucina romagnola. La sagra si tiene nel suggestivo borgo di Solarolo, in provincia di Ravenna. Aldilà delle apparenze, la sagra del sabadò non è un appuntamento in discoteca per scatenarsi nelle ultime hit della dance, ma bensì si tratta di un dolce molto gustoso, con un ripieno di castagne e marmellata e sfoglia irrorata di Saba, il liquore che si ricava dal mosto d'uva. Durante la sagra da non è perdere è la tradizionale corsa dei tacchini.

Fiere

[Foto di alessino]

Il 15 Novembre inizia a Bologna una fiera dedicata alla creatività. Il Mondo creativo è un appuntamento dedicato a tutti gli amanti del bricolage e del fai da te, che andrà in scena dal 15 al 17 novembre 2013 presso il Quartiere Fieristico di Bologna in contemporanea con il Model Game lo speciale evento dedicato al modellismo ed al The Cake Show, l'evento dedicato al Cake Design. Durante questo evento si potrà girare tra gli stand espositivi e scoprire nuove tecniche di decoupage, pittura, ricamo, fotografia, cucina e creazione di gioielli o decorazioni, che potrete rifare a casa, rischiando di diventare dei veri esperti. L'ospite d'onore di questa edizione sarà Kaffe Fassett, guru del lavoro a maglia, del piccolo punto e del patchwork, che il 16 ed il 17 Novembre terrà una serie di workshop nei quali svelerà alcuni dei suoi segreti. Data la presenza di più eventi contemporanei l'organizzazione offre la possibilità di acquistare biglietti cumulativi al costo di 13 euro, grazie a questi per tutto il week end si può visitare non solo Il Mondo Creativo, The Cake Show e Model Game ma anche il Mondo Elettronica.

Eventi da paura

[Foto di Fiore Silvestro Barbato]

Ogni anno a Lauro nella provincia avellinese si ripete un'avventura che fa venire i brividi. Nel mese di Novembre il Castello Lancillotti, diventa uno dei luoghi più spaventosi della penisola. Il Castello è abitato da un diabolico maestro di magia nera, il temibile Dimiurgeo , che torna sulla terra dal regno degli inferi per far rivivere gli spettri e spargere terrore nel piccolo borgo. I più temerari che entreranno nel castello potranno assistere a scene di pura follia, conoscere le agghiaccianti storie delle anime trapassate, ed incontrare orribili esseri, tra fiumi di sangue e lugubri atmosfere. L'evento si svolge il 15, 16 e 17 Novembre, a partire dalle ore 17:00, con ingresso ogni 30 minuti. Il costo del singolo biglietto è di 15 euro a persona, ma in caso di prenotazione si ha diritto ad un primo sconto di 3 euro; in caso di comitive di 5 o più persone, infine, il biglietto è ulteriormente scontato di 2 euro.

La Fugarena è la più antica sagra popolare di Terra del Sole e si celebra ogni anno nel terzo fine settimana di Novembre. Nel centro della piazza principale di Castrocaro Terme il 16 Novembre inizia a bruciare un enorme e scintillante fuoco, intorno al quale si riuniscono gli abitanti e tanti curiosi. Questo falò che brucia è un rito propiziatorio per ringraziare del buon raccolto dell'anno e augurarsi raccolti ancor più fruttuosi l'anno successivo. La festa è un mix tra momenti religiosi e laici, con gesti devozionali che si alternano a giochi giochi popolari, come la corsa nei sacchi, la pentolaccia, il gioco del coniglio e l'albero della cuccagna.

[Foto principale di StoryTravelers]