L'estate, come la vendetta, va servita fredda. Per celebrare degnamente l'arrivo della bella stagione, quale modo migliore se non sorseggiare un dissetante cocktail? Gli innovativi accostamenti tra alcoolici e frutta, uniti a un gusto intenso e rinfrescante, colpiscono nel segno e non passano mai di moda. Un drink fresco e appagante è l'ideale per animare le afose notti estive ed esaltare una serata in discoteca o sulla spiaggia. I cocktail dell'estate 2014 vi attendono per essere consumati non solo sulla terraferma, ma anche in mare aperto. Basti pensare a pescherecci e traghetti che di notte organizzano cene a base di pesce e alcolici, oppure a quelle crociere – come la Nave dei Giovani di MSC – che si rivolgono a chi vuole bagnare la notte con qualche cocktail.

Il trend di quest'anno prevede gustose conferme e abbinamenti inaspettati per un'estate tutta da bere. Tra ultime tendenze e vecchie glorie, i cocktail dell'estate 2014 colpiscono per la loro varietà. Sono drink per tutti i gusti: tropicali, italiani e internazionali, dagli ingredienti selezionati e spesso particolari. I nuovi cocktail inventati per l'estate 2014 prevedono l'aggiunta di un cucchiaino di marmellata rigorosamente biologica, quindi senza coloranti o conservanti artificiali. L'idea, lanciata dal Caffè Posta di Cernobbio, vede i cosiddetti "jam cocktail" serviti in vasetti per la marmellata per regalare al drink un tocco fruttato e profumato. Ma, secondo i barman, a trionfare negli happy hour delle vacanze estive saranno i grandi classici. Ecco i cocktails in grado di shakerare i nostri sensi e la nostra estate con un sapiente mix di ingredienti alcolici e analcolici.

Moscow Mule
Mojito
Spritz
Margarita
Tequila Sunrise
Cosmopolitan
Daiquiri

Moscow Mule

Immagine di Drunken Monkey
in foto: Immagine di Drunken Monkey

Proprio come nell'estate 2013, anche quest'anno il Moscow Mule si conferma come il cocktail americano più servito nei bar di tutta Italia. La sua storia ha origine nel lontano 1941 con l'incontro tra John G. Martin, distributore di cibo e bevande, e Jack Morgan, proprietario del pub inglese più famoso di Hollywood. I due uomini inventarono il nuovo drink mescolando la vodka Smirnoff con lime e ginger beer. La ricetta originale è stata in seguito ampliata con l'aggiunta di note aromatiche come foglioline di menta e qualche fettina di cetriolo e di lime. Il Moscow Mule è un'esperienza unica e rinfrescante, ottimo da bere sia come aperitivo che durante una serata in discoteca.

Mojito

Immagine di Miamism
in foto: Immagine di Miamism

Il cocktail cubano per eccellenza non tramonta mai. Il mojito si colloca di diritto tra i drink più famosi e amati, soprattutto dai giovani. Versatile e dissetante, può essere servito come aperitivo o fuori pasto. La preparazione è semplice e prevede ingredienti quali rum bianco, foglie di menta, zucchero di canna e succo di lime, ai quali vanno aggiunti angostura, soda e ghiaccio. Apprezzato da un intenditore come lo scrittore Ernest Hemingway, il Mojito nasce per idea del barman cubano Angelo Martínez, gestore del locale di L'Avana "La Bodeguita del Medio". Le sue numerose varianti comprendono il jamaican mojito, con la miscela di rum chiaro e rum scuro, ma anche versioni con l'aggiunta di zenzero, fragola, mango, frutti di bosco… la lista delle varianti è praticamente infinita, anche se la ricetta tradizionale resta unica e inimitabile.

Spritz

Immagine di Luis Rodriguez
in foto: Immagine di Luis Rodriguez

Lo Spritz è il drink per l'aperitivo tutto italiano, dal gusto fresco e vivace, ed è l'ingrediente perfetto per un party da ricordare. Come quello organizzato dalla Nave dei Giovani MSC: "3,2,1 …Ready to Aperol Spritz!– Orange Pool Party", per divertirsi a una festa in piscina sul ponte di una nave. La ricetta classica dello Spritz, originario del Triveneto, prevede vino bianco e acqua frizzante uniti al bitter. La più famosa e utilizzata delle varianti è quella composta da Aperol, prosecco, soda o seltz, con mezza fettina di arancia. Il suo inconfondibile colore arancione rallegrerà le serate dell'happy hour e rinfrescherà le notti durante le vacanze al mare.

Margarita

Immagine di Jon Sullivan
in foto: Immagine di Jon Sullivan

Lime, Tequila e Triple Sec (in particolare il Cointreau): questi gli ingredienti base per la ricetta del Margarita, il più famoso cocktail messicano. La caratteristica che lo rende unico è la presenza del sale per brinare il bordo del bicchiere. La preparazione del drink presenta molteplici varianti, tra cui la versione frozen, frullando il ghiaccio tritato con gli altri ingredienti. In più, si possono utilizzare il limone o la fragola al posto del lime per ottenere un risultato ugualmente gustoso e fruttato.

Tequila Sunrise

Immagine di dmeurer
in foto: Immagine di dmeurer

Un'esplosione di colori e sapori condensata in un solo cocktail: stiamo parlando del Tequila Sunrise. La ricetta è molto semplice: alla Tequila va aggiunto del succo di arancia bionda e per ultimo uno sciroppo di granatina, che depositandosi sul fondo darà al drink il caratteristico effetto cromatico dell'alba (da cui il nome del cocktail). Il bicchiere highball va poi decorato con mezzo spicchio d'arancia e una ciliegina.

Cosmopolitan

Immagine di KatKauer
in foto: Immagine di KatKauer

Il Cosmopolitan è uno dei cocktail più amati dalle donne, ideale per l'aperitivo tra amiche: non per niente le protagoniste di Sex and the City si ritrovano spesso davanti a un Cosmopolitan a discutere delle loro vicende sentimentali! La storia del Cosmopolitan, secondo fonti accreditate, risale al 1987 quando Cheryl Cook, nota bartender di Miami, decise di creare un cocktail su misura per tutte le donne, creando un mix dolce e fruttato che va servito in una doppia coppa Martini. Gli ingredienti? Vodka, succo di limone o lime, mirtilli rossi e Cointreau.

Daiquiri

Strawberry Daiquiri – Immagine di Marcus Meissner
in foto: Strawberry Daiquiri – Immagine di Marcus Meissner

Sapori esotici e sentori tropicali accompagnano il palato durante l'assaggio di un fresco Daiquiri. Questo cocktail estivo alla frutta nasce a Cuba e prende il nome da un piccolo villaggio nei pressi di Santiago. La ricetta originale prevede l'impiego di rum bianco, succo di lime (o limone) e zucchero di canna da shakerare (non troppo) e versare in una coppetta da cocktail. Nonostante questo le varianti sono potenzialmente infinite e si potrà arricchire il drink con liquore alla fragola, alla pesca o crema di banana. Un must è anche il daiquiri frozen, con l'aggiunta di ghiaccio da frullare insieme agli altri ingredienti.

(L'immagine di apertura è di Konrad Kernrot)