Andiamo... è solo frutta

Ah, l'amour… Passionale, romantico, selvaggio, intimo, si esprime in mille modi differenti, ed è da sempre al centro della vita degli uomini. Da millenni scrittori, filosofi e casanova di professione dissertano sulle vie dell'eros e sulle raffinate tecniche del piacere. Che includono stratagemmi per aumentare la libido e favorire il contatto ravvicinato tra due potenziali amanti. E quale migliore arma se non quella del cibo? La lussuria va ben oltre il rapporto sessuale, e lo stesso atto del mangiare per i più rappresenta un piacere supremo. Se poi lo si introduce in ambiti licenziosi, la commistione tra i sensi raggiunge l'apice del godimento. Ma bisogna scegliere con cura quale cibo abbinare alla portata principale: solo alcuni sono in grado di stimolrare i punti giusti, con le loro proprietà eccitanti. O afrodisiache, per dirla in termini meno prosaici. In tutto il mondo dati alimenti vengono consigliati per migliorare le arti amatorie, o dare il giusto input alla spinta sessuale. Alcuni per tradizione, per altri cè' una spiegazione scientifica: ma a noi interessa solo come e dove mangiare per amare di più. Ecco una piccola lista di alcuni tra i cibi più afrodisiaci del pianeta.

Ginseng

Foglia di ginseng

Foto di Andreas

Ogni volta che prendiamo un infuso con l'estratto di questa pianta non ce ne rendiamo conto, ma stiamo dando una ricca spinta energetica al nostro corpo. Il ginseng è talmente ricco di vitalità che la specie Ginkgo Biloba fu l'unica pianta che sopravvisse all'attacco nucleare di Hiroshima. In Cina è utilizzato da oltre 5.000 anni per le sue proprietà energizzanti: favorisce infatti l'afflusso di sangue in tutto il corpo, estendendosi quindi anche verso le parti basse. Negli antichi testi sacri Veda dell'India viene menzionata la sua capacità di dare la forza di un toro a vecchi e giovani. In seguito veniva spesso raccomandato per curare le disfunzioni sessuali degli uomini, e nel Kamasutra mostrato come afrodisiaco. Ma non solo: il ginseng è oggi noto per le sue proprietà antiossidanti, in grado di proteggere dal cancro. E in diversi paesi del mondo viene utilizzato come cura a malesseri di ogni tipo come emicrania, mal di denti, artrite e persino i postumi di una sbronza.

Maca

Foto di Filipe Fortes

Conosciuta come il ginseng peruviano, questa radice andina ha le stesse proprietà energizzanti della pianta cinese. Sin dall'antichità le popolazioni della Cordigliera l'hanno utilizzata come cibo, medicinale ricostituente e stimolante sessuale. Non solo, ma anche in questo caso viene utilizzata come cura principale per le disfunzioni sessuali di uomini e donne. L'applicazione non mira però solo a un aumento della libido, ma punta direttamente alla fertilità, in quanto aumenta la mobilità degli spermatozoi. E, al di là di qualsiasi sfrenato momento di passione, è anche utilizzato come gustoso alimento.

Cioccolata

Strumenti di cioccolato in vetrina a Bruges

Foto di Kristina D. C. Hoeppner

A proposito di gusto e piacere. La cioccolata è il cibo universalmente riconosciuto per essere particolarmente sexy. Sarà perché per molti il suo stesso sapore sensazioni paragonabili quasi a un orgasmo. Ma al di là dei gusti, c'è anche una spiegazione scientifica. La lista delle sostanze rilasciate dal nostro corpo quando mangiamo la cioccolata è davvero lunga. Abbiamo agenti energizzanti come la teobromina e la caffeina, ma anche la serotonina che è invece un tranquillante. Nello stesso tempo vengono rilasciate endorfine, che aumentano il piacere e diminuiscono il dolore: le stesse sostanze rilasciate in seguito all'orgasmo vero, e che contribuiscono a creare quella sensazione che tutto va bene nel mondo. Gran parte del merito va al suo ingrediente principale, il cacao, che contiene bioflavonoidi, sostanze che favoriscono la circolazione sanguigna. Ecco perché la cioccolata più sensuale è quella extrafondente. Qualità eccellente di cioccolata viene prodotta in vari paesi d'Europa, come la Germania, la Svizzera e il Belgio. La città di Bruges, tra le migliori produttrici del mondo, ha un museo dedicato alle seducenti tavolette. In Italia non siamo certo da meno: basta guardare il numero di festival del cioccolato che si svolgono in un anno.

Ostriche

Ostriche afrodisiache

Foto di Alpha

Un classico intramontabile. L'ostrica è il cibo afrodisiaco per eccellenza nella cultura popolare. La sua fama è spopolata grazie a maestri della seduzione come Casanova, che nei suoi libri racconta un curioso aneddoto di un pezzo di ostrica scivolato nel corpetto di una donna durante un incontro galante. E il suo tentativo di raccoglierlo con le mani… In effetti è proprio il modo di mangiare le ostriche che inspira pensieri peccaminosi: la carne tenera e fresca del mollusco viene succhiata direttamente dalla conchiglia nelle nostre mani… ma ancora più sexy è farlo da quelle del partner. Oggi la scienza rivela l'alto contenuto in zinco delle ostriche, che favorisce negli uomini la produzione di testosterone e spermatozoi, e nelle donne l'ovulazione. L'ostrica è abbondante nel Mar Mediterraneo, ma viene anche allevata, specialmente in sud Italia.

Astice

Caldereta de langosta di Fornells, Minorca

Foto da Wikipedia

Rimaniamo in ambito marino, dove in realtà parecchi prodotti della pesca godono della fama di essere afrodisiaci. Tra questi l'astice, che è una delle pietanze favorite tra quelle preparate col pescato del nostro Mar Mediterraneo. Lo si trova preparato in tutte le salse, nei ristoranti di ogni grande e piccolo porto. Una delle sue varianti più deliziose è l'astice in umido, cucinata nel piccolo villaggio di pescatori di Fornells, una graziosa e inaspettata località di mare dell'isola di Minorca. Il piatto è famoso come "caldereta de langosta", ed è la specialità che rende famoso il pueblo menorchino. L'ideale comunque sarebbe imbarcarsi su una lunga crociera nel Mediterraneo, come di quelle in partenza dall'Italia con compagnie come MSC, e assaggiare porto per porto tutti i piatti afrodisiaci a base di pesce.

Escargot

Escargot francese

Foto di hirotomo t

Ancora animali ricoperti da un guscio, ma questa volta rimettiamo i piedi per terra. Gli escargot sono la pietanza più tipica della cucina francese. Ma dietro un nome così delicato si nascondono in realtà le comuni chiocciole terrestri. Cosa che potrebbe far storcere il naso a molti, e guardarsene bene dall'andare in Francia a mangiare. Se non fosse che in realtà i molluschi sono considerati una prelibatezza anche in molti parti di Italia, sia al nord che al sud. Il concetto di sensualità sta di nuovo nell'idea di mangiare il cibo con le mani, e di succhiarlo via dal guscio (anche se in realtà l'escargot si mangia con un'apposita forchetta). Se la cosa ancora non vi convince, considerate la fama di grandi amatori di cui godono i francesi.

Tartufo

Tartufo bianco di Alba

Foto di Blue moon in her eyes

Il pregiato fungo ipogeo gode sin dai tempi degli antichi romani un rispetto tutto particolare per l'intenso profumo che emana. Profumo che, ancora oggi, ci inebria e ci rende più disponibili all'accoppiamento, a quanto sembra. I tartufi vengono spesso trovati grazie a delle scrofe che annusano la terra e si eccitano quando individuano un odore simile a quello del porco non castrato. Un'analogia poco gentile e molto prosaica è stata fatta con gli esseri umani. Ma, motivazioni olfattive a parte, sembra che il vero fattore afrodisiaco stia nella sua rarità. Il tartufo è infatti molto difficile da trovare, e per questo molto pregiato. Il maschio che porta la sua donna al ristorante e acquista pietanze costose a base di tartufo lancia ovviamente il segnale di voler fare bella figura. Quindi cerca la conquista e, di conseguenza, un approccio più intimo. Spetta alla donna recepire il messaggio ma, appunto, il suo desiderio potrebbe essere favorito dall'aroma della pietanza. Se poi non potete permettervi una cena così costosa potete sempre puntare a una delle numerose sagre del tartufo in Italia, dove l'odore è sparso dappertutto.

[In apertura: foto di Wapster]