Sinterklaas in Olanda
in foto: Foto di BlackpitShooting

Natale è il periodo dell'anno più atteso dai bambini, e per la chiusura delle scuole, e per i regali sotto l'albero. Ma a parte questo, cosa offrono i giorni di festa per il loro piacere? Per quanto il freddo fuori ci inviti tranquillamente a restare in casa, a goderci le luci dell'albero con una tazza di cioccolata calda fumante tra le mani, fuori c'è qualcosa di più. Eventi e party organizzati in grandi città come in piccoli comuni possono aggiungere molto all'atmosfera che si respira in questi giorni. E fare sì che non passino troppo in fretta. Ma se uno volesse passare le vacanze di Natale all'estero? Quali sarebbero gli appuntamenti dedicati ai bambini nel nostro continente? Scopriamoli, capitale per capitale (e anche in altre città).

FRANCIA
GERMANIA
REGNO UNITO
IRLANDA
SCANDINAVIA
ISLANDA
BENELUX
PAESI BALTICI

Francia

Parigi a Natale si trasforma in un'immenso parco di divertimenti. O meglio, sono le giostre che fioriscono come funghi. In punti strategici della città si impiantano caroselli, ruote panoramiche e piste di pattinaggio. Nella piazza antistante il municipio (Hôtel de Ville) ne hanno installata persino una per i bambini più piccoli, che dopo aver appena imparato a muovere i primi passi cominceranno a scorrazzare con le lame sul ghiaccio meglio di noi adulti. Che però possiamo divertirci a sacrificare il nostro fondoschiena sulla pista a noi dedicata.

Foto di Jean–Pierre Dalbéra
in foto: Foto di Jean–Pierre Dalbéra

Il Christmas village sugli Champs Elysées ci regala un'altra pista di 3.760 mq; ma i bambini si divertiranno molto di più sulla pista per il toboga. Un altro villaggio natalizio è stato realizzato in Place du Trocadéro: dal 15 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014 Trocadero on Ice intratterrà come ogni anno le famiglie con un mercatino fatto di chalet, igloo, pupazzi di neve. Anche qui la pista di pattinaggio la farà da padrona, accogliendo bambini di tutte le età. Se temete il freddo, non preoccupatevi: basta recarsi al Grand Palais per la fiera natalizia Jours de fêtes (dal 21 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014). Qui il parco divertimenti è indoor, con una ruota panoramica di 30 metri e altre 50 attrazioni tra autoscontro, caroselli, spettacoli di acrobati.

Una grossa ruota panoramica è stata installata anche in Place de la Concorde. Ma la cosa più interessante sono i numerosi caroselli gratuiti che si possono trovare tra il III e il XX arrondissements, sparsi per la città vicino ai principali monumenti: saranno attivi dal 21 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014 dalle 10 alle 7. Una passeggiata sul Boulevard Haussman sarà invece una gioia per gli amanti del "faire du lèche-vitrine", letteralmente "leccare le vetrine". I grandi magazzini come Printemp, Galeries Lafayette, Bon Marché e BHV/Marais sono aperti le tre domeniche di dicembre prima di Natale: naturalmente addobbati a festa con i giocattoli in esposizione che faranno luccicare gli occhi dei più piccoli. Se poi avete molti giorni (e soldi) a disposizione, vi consigliamo di non perdervi il Natale a Disneyland Paris.

Germania

Sotto molti punti di vista, questo è il paese che ha praticamente inventato la festività come la conosciamo oggi. I mercatini di Natale in Germania sono i più belli d'Europa. E non a caso tutti si ispirano al loro stile, dagli chalet in legno alle specialità gastronomiche come bratwurst e Glühwein. Anche la tradizione di addobbare L'albero di Natale ha radici profonde nelle antiche culture germaniche. Chiaro che qui un bambino possa sentirsi come in una sorta di paese dei balocchi. E anche se l'atmosfera festiva si respira meglio in città più piccole (Norimberga, Dresda) anche una grande capitale austera come Berlino ha il suo spazio giochi per bambini. Il mercatino di Natale del castello di Charlottenburg è già di per sé uno spettacolo affascinante agli occhi dei più giovani per gli spazi in cui è racchiuso. Ma lo è ancora di più perché tra le 150 bancarelle trova spazio un mercato pensato appositamente per i bambini, con la sua propria ruota panoramica e un piccolo zoo dove i piccoli potranno divertirsi ad accarezzare gli animali. Aperto dal 25 novembre al 26 dicembre 2013.

Foto di Michael Sandler
in foto: Foto di Michael Sandler

Ma uscendo fuori dai confini berlinesi, che ne dite di un viaggio nella strada delle fiabe? L'itinerario dedicato ai personaggi delle favole dei fratelli Grimm è perfetto per le famiglie tutto l'anno, e lo è ancora di più a Natale. E se vi piacciono le favole potete recarvi giù in Baviera per visitare il castello di Neuschwanstein, che ispirò Disney per raffigurare i castelli fiabeschi dei suoi film. Per un divertimento più moderno potete invece passare una giornata all'Europa-park, il secondo parco di divertimenti più grande d'Europa: molte delle attrazioni rimangono aperte per il periodo delle feste e il parco chiuderà solo i giorni 24 e 25 dicembre.

Regno Unito

Gli eventi di Natale a Londra sono innumerevoli, e ve ne forniamo un elenco completo nell'articolo indicato. Vi ricordiamo però gli appuntamenti irrinunciabili del Winter Wonderland ad Hyde Park, dei mercatini di Natale a Southbank e delle piste di pattinaggio sparse in tutta la città, dal Museo di Storia Naturale alla Torre di Londra… insomma, ce n'è di che divertirsi per genitori e figli nella capitale inglese. Ma anche andando fuori Londra si trovano eventi di rilievo: come la pista di pattinaggio al Royal Pavillion di Brighton, o le attività natalizie del Leeds Castle.

Foto di Laura Suarez
in foto: Foto di Laura Suarez

Il Natale di Edimburgo, in Scozia va dal 22 novembre 2013 al 5 gennaio 2014 e prevede numerosi eventi di intrattenimento, per lo più concentrati nella St Andrew's Square. Qui il festival si svolge per la prima volta e lo fa alla grande: la piazza si trasforma in un'enorme arena per ospitare LIMBO, uno spettacolo circense che arriva direttamente dall'Australia ed è ora in tour. La piazza ospiterà anche il mercato scozzese e alcune giostre da brivido. Spostandoci su East Princes Street Gardens possiamo però trovare le vere attrazioni della festa: la grande ruota panoramica e il labirinto composto da 300 abeti che porta dritto dritto (se non ci si perde) al laboratorio di Santa Claus. Il Mercato Europeo si estende dai giardini al Mound Precinct, dove si può ammirare anche l'enorme albero di Natale. E nel giro di poco si festeggerà l'Hogmanay, il capodanno scozzese.

Irlanda

Il Natale irlandese è ricco di attività ed eventi per i più piccoli. I musei della città, soprattutto quelli pensati per i bambini, organizzano speciali programmi per le festività. A Imaginosity, il Museo per Bambini, Santa Claus farà visita per leggere favole al suo giovane pubblico con tazza di cioccolata calda alla mano. The Little Museum of Dublin, tutto incentrato sulla storia della città, organizza visite guidate apposta per le famiglie, le quali entrano con uno sconto speciale mentre i bimbi fino a 3 anni non pagano. Al National Wax Museum Babbo Natale, a differenza delle altre statue di cera, sarà più vivo che mai pronto ad ascoltare i desideri dei bambini e a leggere le loro letterine a partire dal 10 dicembre. Il Castello di Dublino terrà una mostra sul meraviglioso mondo dello Schiaccianoci a partire dl 30 novembre e ogni weekend fino al 22 dicembre. Il GAA Museum, il museo dell'Associazione Atletica Gaelica all'interno del Corke Park Stadium, organizza uno speciale tour guidato per famiglie che comprende anche una caccia al tesoro i giorni dal 28 al 31 dicembre.

Foto di William Murphy
in foto: Foto di William Murphy

Lo zoo di Dublino ospiterà il villaggio di Babbo Natale tutti i weekend fino alla vigilia: tutti i piccoli visitatori riceveranno un dono e una foto ricordo. I bimbi che amano pattinare potranno divertirsi sulla pista larga 402 mq Swords on Ice. E se non gli basta, potete sempre portarli al Dundrum Town Center, il più grande centro commerciale d'Irlanda, poco fuori da Dublino dove è stata allestita la pista di Dundrum on Ice, aperta fino a gennaio 2014. E visto che stiamo esplorando la contea, possiamo scoprire la cittadina portuale Dún Laoghaire, che ha il suo proprio Christmas Festival. Non si tratta di un semplice mercato di Natale: oltre 289 negozi mettono in mostra i loro prodotti per lo shopping natalizio. E naturalmente in questo enorme centro commerciale a cielo aperto non manca la grotta di Babbo Natale. A proposito: il 21 dicembre ci sarà un tentativo di entrare nel Guinness dei Primati per il più grande raduno di persone col cappello di Natale in testa.

Christmas Wonderland è sicuramente l'evento più atteso dalle famiglie. La fiera natalizia, che va dal 6 dicembre 2013 al 12 gennaio 2014, comprende òe attrazioni del più grande parco a tema itinerante di Funderland, la pista di pattinaggio di iSkate on Ice, il Santa's Christmas Circus, il mercato continentale, lo show interattivo Jingle Town Grotto, lo spettacolo di magia e illusionismo… Queste ed altre attrazioni faranno passare delle ore indimenticabili ai vostri figli. I piccoli che invece cercano un divertimento più tradizionale possono recarsi presso il The North Pole Experience, dove verrà allestito il più classico dei villaggi di Babbo Natale. Altro appuntamento da non mancare è il Dublin Docklands Christmas Festival, che si tiene dal 12 al 23 dicembre.

Scandinavia

La Finlandia è famosa in tutto il mondo per il famoso villaggio di Babbo Natale di Rovaniemi. La casa del simpatico vecchietto è aperta tutto l'anno, e i bambini possono fargli visita come e quando vogliono. E lasciargli la letterina nella cassetta della posta. Il Santa Park è solo una delle tante attrazioni della Lapponia che possono meravigliare i bambini. Una visita agli allevamenti di renne gli farà sciogliere il cuore, mentre lo spettacolo dell'aurora boreale potrebbe anche dar loro una scusa per stare alzati fino a tardi. Anche se non ce ne sarebbe bisogno, visto che in inverno qui fa buio molto presto.

Foto di Tanja Vitrovic
in foto: Foto di Tanja Vitrovic

Ad Helsinki il Natale si apre con l'evento del Seurasaari Christmas Path. L'isola, che si trova all'interno della città, è meglio conosciuta per il suo museo a cielo aperto dove si possono osservare delle tipiche case di legno finlandesi trasportate da ogni parte del paese per costituire questo piccolo villaggio. Il set ideale per questo evento totalmente gratuito che si tiene il 15 dicembre: qui i bambini sono invitati a trascorrere una giornata all'aria aperta, lontani dal traffico cittadino e dal consumismo dello shopping natalizio, per riscoprire i valori del Natale e delle vita agreste. Babbo Natale stesso li guiderà per un sentiero ricco di sorprese quali il percorso-avventura degli elfi, un labirinto fatto di balle di fieno e persino una corsa in slitta trainata da due cavalli. In una speciale arena viene realizzato un presepe vivente, e un coro angelico darà la possibilità ai piccoli di intonare carole natalizie tutti assieme. Col calare del buio si parte con un'audace esplorazione della foresta dell'isola fiaccole alla mano. L'evento è gratis per le famiglie e libero da ogni sponsor perché supportato dall'amministrazione comunale e da donazioni anonime, e realizzato grazie a un gran numero di volontari.

La festa di Santa Lucia il 13 dicembre è tra le festività più amate in questo periodo. Assume una grande rilevanza considerato che si tratta di una delle rare feste dedicate a un santo che si osservano in Scandinavia, la cui popolazione è a maggioranza luterana. Le radici affondano nei festeggiamenti pagani del solstizio d'inverno, la notte più lunga dell'anno; ma la figura cristiana e l'avvento del calendario gregoriano hanno anticipato il tutto al 13 dicembre. Santa Lucia, un tempo una strega che si aggirava tra i boschi, è diventata una donna che porta doni ai bimbi buoni e carbone ai cattivi. Questa festa viene celebrata anche in molte regioni d'Italia, ancora prima di Natale ed Epifania. In Scandinavia la sua diffusione è avvenuta a partire dalla Svezia, con differenti sfumature.

Tradizione comune a tutti i paesi è la processione tutta femminile: una ragazzina viene scelta per impersonare Santa Lucia, indossando una tunica bianca e una corona di candele. Tutte le altre donne la seguono ognuna con una candela in mano: la luce di esse simboleggia il fuoco che si rifiutò di prendere la vita della santa quando fu condannata al rogo, ma nella tradizione pagana era il rito per combattere il calare delle oscurità. Persino la cultura napoletana ha influito sulla festa moderna: le donne cantano sulle note della canzone melodica "Santa Lucia" con testi adattati per l'occasione. E in seguito carole natalizie o altre canzoni dedicate alla santa.

Foto di Vestman
in foto: Foto di Vestman

I Giardini di Tivoli a Copenaghen, in Danimarca, sono addobbati per il periodo festivo in modo da trasformarsi in una immensa fiera natalizia: ma il divertimento delle giostre e delle attrazioni è lo stesso che i bambini possono trovare tutto l'anno. In attesa dei botti di Capodanno all'Experimentarium, il centro scientifico danese, dal 28 al 30 dicembre si terrà una mostra interattiva che insegnerà ai bambini come vengono realizzate le diverse polveri da sparo che illuminano i cieli con fiamme colorate. Facciamo un salto a Oslo, in Norvegia: il programma natalizio è ricco di eventi e attività per i bambini, tra spettacoli per famiglie e teatri di burattini. La festa di Santa Lucia il 13 dicembre è proprio la giornata più ricca del calendario: oltre alle normali attività e ai mercatini di Natale vi sarà il concerto mattutino e la parata serale. Mentre alle 3 del pomeriggio si accenderà l'albero di fronte al municipio per la gioia di grandi e piccini.

Islanda

Anche nella fredda terra dei vichinghi ci si può scaldare il cuore con gli eventi di Natale dedicati ad adulti e bambini. Ad appena 10 km da Reykjavik si raggiunge il piccolo villaggio marinaresco di Hafnarfjörður, dove si trova il Christmas Village, aperto dal 17 novembre tutti i week end prima di Natale. Qui si può avere la fortuna di incontrare non uno, ma ben 13 Babbi Natale. Gli jólasveinar, un tempo dei troll che scendevano dalle montagne per combinare scherzi ai paesani e spaventare bambini, oggi sono stati assimilati dalla cultura moderna al più classico Santa Claus. Anche questi, infatti, lasciano doni ai bimbi buoni nelle loro scarpe lasciate fuori la porta.

Foto di Lusinemarg
in foto: Foto di Lusinemarg

Tornando nella capitale islandese (e a tal proposito vi consigliamo di leggere la nostra guida di Reykjavik) vi consigliamo di portare i vostri bambini all'Open Air Museum le domeniche 8, 15 e 22 dicembre. Uno speciale programma natalizio intratterrà visitatori piccoli e grandi nelle preparazioni per la festa: questo includerà la realizzazione di dolci della tradizione islandese e oggetti d'artigianato, come per esempio le candele. Anche qui ci sarà la presenza costante degli jólasveinar che spieranno dalle finestre: e in questo caso, nella loro versione "cattiva", tireranno scherzi ai passanti.

Benelux

Ad Amsterdam arriva Sinterklaas! Se questo nome vi suona familiare avrete già capito che si tratta dell'equivalente olandese di Santa Claus. E, sì, entrambe le figure derivano da San Nicola. Secondo la tradizione olandese il santo fuggì dalla Turchia per rifugiarsi ad Amsterdam, e in seguito andò a vivere in Spagna. Ecco perché il giorno della sua festa, il 5 dicembre, arriva su un traghetto bianco che naviga dritto dritto dalla penisola iberica e prosegue lungo il fiume Amstel, attraversando tutta la città fino ad arrivare al Museo Marittimo, dove viene personalmente accolto dal sindaco di Amsterdam. Ogni anno 300.000 persone si radunano per attendere il suo arrivo, e tra questi naturalmente molti bambini. Che cercano di ingraziarselo comportandosi benissimo con tutti: anche Sinterklaas, infatti, sa chi è stato buono e chi cattivo, e distribuisce dolci e carbone. Così la mattina del 5 dicembre i bambini  posizionano le loro scarpe fuori la porta, assieme ad acqua e carote per il cavallo che porta il santo: la speranza è di ricevere cioccolata e dolci di marzapane. Sinterklaas lascia il sacco con i doni, prima di ripartire per la Spagna. I bambini li scartano, e poi leggono ad alta voce una poesia scritta appositamente per il ricevente.

Foto di Pablo
in foto: Foto di Pablo

A Bruxelles si apre il Winter Wonderland 2013. La fiera natalizia ha luogo dal 29 novembre 2013 fino al 5 gennaio 2014 nel cuore della città: i diversi eventi si svolgono nella Grand-Place e nella piazza antistante la Borsa, in Place de La Monnaie, Place Sainte-Catherine e il Marché aux Poissons (Mercato del pesce). La fiera comprende un mercatino con 250 chalet, una pista di pattinaggio di 1050 mq, e diverse giostre dove non mancano i classici caroselli e la ruota panoramica. Nella Grand-Place viene esposto l'enorme albero di Natale alto 17 metri e un presepe, con un piccolo gregge di pecore per far felici i bambini. All'interno della piazza, un'area speciale viene allestita per i piccoli fino ai 3 anni, e ogni mercoledì, sabato e domenica vi si svolgono laboratori creativi. Ogni giorno, a ogni ora, si svolge uno spettacolo di luci della durata di 15 minuti.

La città di Lussemburgo organizza Winter Lights, la fiera di Natale che va dal 23 novembre 2013 al 12 gennaio 2014. I mercatini di Natale, le luci, l'animazione creano un'atmosfera meravigliosa, arricchita naturalmente dalle classiche giostre. I bambini potranno divertirsi sulla ruota panoramica, ma anche al circo e con l'animazione di strada, le parate in costume, mostre, spettacoli e concerti. Il mercato culinario spazia da prodotti del luogo (Gromprekichelcher, zuppe, vino rosso o bianco caldo del Lussemburgo) o da tutto il mondo (Flammlachs, foie gras, noodles tailandesi, Nürnberger Rostbratwurst, frittelle di frutta, Feuerzangenbowle, Irish Coffee, pan di zenzero). Quest'anno il paese ospite è la Svizzera, e gli verrà riservato uno spazio apposito ai piedi della ruota panoramica. Da non perdere anche la piramide di Natale e il parco giochi invernale. Anche qui il 5 dicembre viene celebrato San Nicola con una processione, seguita da concerti pubblici

Paesi Baltici

A Tallinn, capitale dell'Estonia, si tiene una fiera di Natale nel bel mezzo della Città Vecchia. L'atmosfera natalizia è resa viva, è il caso di dirlo, dalle esibizioni live del programma musicale natalizio organizzato sul palco centrale, con performance visibili anche su grande schermo. Al centro della piazza un albero di natale gigante guarderà tutte le decorazioni realizzate con luci e sculture di neve. Per i bambini, il momento più eccitante sarà quello di incontrare Santa Claus nella sua stessa casetta, con ufficio postale annesso dove lasciare la letterina. Un mini zoo esalterà i piccoli che avranno l'opportunità di accarezzare coniglietti, capre, agnelli, oche e persino renne, oltre che cavalcare addirittura un pony. La fiera natalizia si tiene dal 22 novembre 2013 all'8 gennaio 2014.

Foto di Ricardo Liberato
in foto: Foto di Ricardo Liberato

A Riga, capitale della Lettonia, le fiere di Natale sono piuttosto giovani. Il mercato della Città Vecchia celebra quest'anno i dieci anni, con i suoi chalet che mostrano il meglio dell'artigianato e della gastronomia locale. I bambini troveranno però più divertente la fiera di piazza Līvu poiché potranno incontrare Babbo Natale e i suoi elfi, e intonare canzoni e poesie con loro. Entrambi i mercati saranno attivi dal 12 dicembre 2013 al 1 gennaio 2014. Riga ha un calendario ricco di eventi per l'Avvento, soprattutto per quanto riguarda gli spettacoli, molti dei quali pensati apposta per i più piccoli. Un esempio è lo spettacolo di pattinaggio sul ghiaccio "Lo schiaccianoci – XXI secolo", che si terrà il 21 dicembre all'Arena Riga e vedrà esibirsi il campione europeo Igor Bobrin. Numerosi spettacoli circensi divertiranno i bambini questo periodo: tra questi la Performance del Circo Cubano del 26 dicembre, sempre all'Arena Riga. Dal 12 dicembre al 1 gennaio il Museo Etnografico Lettone all'aria aperta si trasformerà in un grande villaggio incantato, con gli addobbi che decoreranno le case tradizionali. E a gennaio, lo zoo di Riga terrà le speciali Winter Nights per permettere ai piccoli visitatori di godere dello stupendo parco animali che va dai colorati pavoni alle gru della Manciuria.

A Vilnius, la capitale della Lituania, l'arrivo del Natale è simboleggiato il 3o novembre con la cerimonia dell'accensione delle luci sul grande albero nella piazza della Cattedrale, seguito poi da un incredibile spettacolo di suoni e luci. Nello stesso momento si accendono le luci delle decorazioni per le strade, l'albero nella piazza del Municipio e la pista di pattinaggio. Dal 1 dicembre al 7 gennaio uno speciale trenino di Natale guidato dagli elfi porterà genitori e figli per le vie della città, collegando la piazza del Municipio con quella della Cattedrale, dove si tengono i mercatini di natale. Dal 25 al 30 dicembre le mura della facciata laterale diverranno un enorme schermo dove verrà proiettato un film 3D: una stupenda animazione sulla storia di Vilnius e del suo folklore natalizio. Il 25 dicembre è tradizione accendere una ghirlanda di luci lunga 6 km sulla Vilnius TV Tower, che diventa così l'albero di Natale più alto di tutta la Lituania: l'accensione è accompagnata da uno spettacolo di fuochi d'artificio. E a proposito: il Capodanno a Vilnius vede radunarsi tutti attorno all'albero di piazza della Cattedrale per lo spettacolo pirotecnico. In attesa del 6 gennaio, ultimo giorno della fiera, quando i Re Magi scenderanno per onorare il presepe della piazza.