dove andare in vacanza natale

E siamo sempre presi col dilemma di dove trascorrere il periodo delle feste natalizie. Sembra quasi che non sopportiamo più l'idea di un classico cenone con la famiglia, data l'insistenza con cui torniamo su questo argomento. Certo, le tradizioni vanno rispettate, ma per una volta si può fare uno strappo alla regola e scegliere di allontanarsi da casa, vista la costrizione con cui sembriamo vivere le quattro mura domestiche. E allora armiamoci e partiamo, valigie alla mano, verso qualche destinazione da favola. O anche delle semplici vacanze in montagna possono essere la soluzione. Sì, forse sarebbe meglio fermarsi a ragionare su dove andare in vacanza sulle possibilità che abbiamo in base alle nostre esigenze.

Natale con i bambini
Vacanze con la famiglia
Single a Natale
Natale al caldo
Feste ai poli
Vacanze alternative

Natale con i bambini

In viaggio con i figli? Consideriamo l'età. Se hanno meno di 6 anni, quindi poco autonomi, non sarà il caso di allontanarsi troppo. Insomma, andare in quei posti che valgono la pena di essere visitati in lungo e in largo e poi perdere la possibilità di partecipare a meravigliose escursioni e tour guidati perché uno o più frugoletti al seguito non possono tenere il nostro passo non è il massimo. Meglio allora rivolgersi alle strutture a misura di bambino, e in questo caso l'ideale è rimanere in Italia, e spostarsi sulla neve. Gli alberghi offrono sempre un servizio di animazione completo: inoltre ai bambini la neve piace e si divertiranno davvero con poco scivolando sullo slittino o facendo gli angeli sul primo prato ammantato di bianco che troveranno.

neve madonna di campiglio

Foto di Roberto Valentini

Le mete invernali sono molteplici, dal momento che solo il nostro paese è ricco di destinazioni turistiche. E per tutte le tasche. Infatti non dimentichiamoci che a destinazione lussuose come Madonna di Campiglio e Marilleva in Trento, Cervinia in Val d'Aosta o Cortina d'Ampezzo in Veneto, si alternano soluzioni più abbordabili e non meno affascinanti in regioni come il Lazio, il Molise e la Toscana, che anche se frequentate non sono universalmente riconosciute come il top delle mete vacanziere d'inverno: eppure le cime appenniniche sanno essere ben attrezzate per accogliere i visitatori. Nel mezzo si colloca la regione d'Abruzzo, che mette d'accordo tutti. Ci sono località molto rinomate e costose come le classiche Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo, altre più alla portata e non meno belle come Alfedena, Castel di Sangro, Sulmona o Ovindoli. Sotto i mille metri si può alloggiare a prezzi accessibili, per poi spostarsi con l'auto e portare i bambini a ruzzolare sulla neve o a vedere gli animali del Parco Nazionale: tutte attività totalmente gratuite, con buona pace del portafogli di mamma e papà.

mercatini di natale praga

Foto di Hynek Moravec

Ma una vacanza con i bambini vale più del conto in banca, e se i genitori sono di questo avviso allora si può decidere di organizzare una gita in qualche città d'Europa che si distingua per la magia che le permea sotto le feste. Di eventi a Natale ve ne sono in ogni dove e le città si organizzano per rendere più piacevole il soggiorno dei suoi abitanti e dei turisti. Concerti, spettacoli, attrazioni di piazza rendono la vacanza in questo periodo ancora più bella per i piccoli che avranno mille occasioni per divertirsi. E non dimentichiamo lo shopping per i genitori, soprattutto quello che si effettua nei mercatini di Natale, che in Austria e in Germania rappresentano una tradizione importantissima, estesa anche al resto del continente. Da noi non mancate di visitare la provincia di Bolzano per l'occasione, e tra tutti i mercatini di Merano sono quelli che richiamano più turisti.

Viaggio con la famiglia

Una vacanza all'estero è invece l'ideale se i bimbi sono ormai cresciuti, e anche valicare il confine non risulterà un problema: parteciperanno volentieri a tutte le escursioni, dal momento che hanno superato la fase in cui sono sempre troppo stanchi per camminare e sono passati a quella iperattiva dove vorrebbero fare e vedere tutto. Se i genitori possono tenere il ritmo, possono partecipare a tutti i tour organizzati messi ai disposizione da agenzie e tour operator. D'altronde le scuole chiudono, e si tratta della vacanza per tutta la famiglia, un regalo che si può fare ai propri figli e a se stessi. E i bambini al ritorno a scuola avranno tanto da raccontare.

Florida per Natale

Foto di Jarkko Laine

Il racconto di viaggio diventa particolarmente interessante se i bambini possono dire di aver conosciuto Babbo Natale in persona. E' quello che succede a Rovaniemi, in Finlandia, dove si trova il Santa Park, il villaggio di Santa Claus. E' l'attrazione principale del luogo soprattutto perché è operativo tutto l'anno, e in qualsiasi stagione i piccoli potranno fare la conoscenza del simpatico vecchio e vedere come funziona il suo laboratorio di giocattoli. Una favola che continua a esistere e fare felici molti bambini. Ma quelli un po' più "prosaici" forse cercheranno qualche altro tipo di divertimento. Magari adrenalinico. Portiamoli a Orlando, in Florida, terra dei giochi dove i parchi divertimenti sono il fulcro dell'economia, da Disneyworld, agli Universal Studios, dal SeaWorld per scendere poi giù ai Bush Garden di Tampa. E infine, già che ci siamo, facciamo un salto a Miami per una passeggiata tra i locali dell'Ocean Drive.

I parchi divertimento per Natale e Capodanno sono proprio la scelta perfetta per festeggiare con la propria famiglia. Sono adatti ai bambini di tutte le età e lo scopo di chi sceglie questo tipo di vacanza è quello di passare più tempo possibile con i propri figli, quindi non avrà bisogno di chi badi a loro.Gardaland, ad esempio, organizza dei pacchetti ad hoc che rendono il periodo delle feste memorabile, grazie anche alle promozioni legate ai suoi hotel. Ma il sito di Castelnuovo del Garda non è l'unico dei parchi divertimento in Italia aperti nel periodo delle festività: anche il Rainbow Magicland di Valmontone effettua delle aperture speciali. Se poi si vuole regalare un emozione speciale ai propri figli basta recarsi a Disneyland Paris in Francia e portarli a conoscere Topolino, Paperino e compagnia.

Single a Natale

Le coppie ancora senza pargoli potranno invece girare liberamente in lungo e in largo nel mondo senza pensieri, mentre chi è libero potrà rivolgersi addirittura ai tour operator specializzati in viaggi per single. Chiaro che la scelta debba ricadere su quelle destinazioni dove ci si può recare con gruppi di amici e dove poter incontrare altre persone libere e in cerca di avventure (in tutti i sensi…). Uno dei posti dove c'è movimento tutto l'anno sono le Canarie, particolarmente a Tenerife e Gran Canaria, due isole che vivono comunque della movida frenetica dei suoi abitanti. Sullo stesso stile non dimentichiamo mete classiche come la Repubblica Dominicana e Cuba, che nella loro immagine da cartolina vivono come se fosse carnevale tutto l'anno (e da bravi turisti noi ci adattiamo a questa immagine).

single spiaggia

Foto di Henri Tsai

Non è detto però che, in quanto single, ci si voglia gettare nelle orge turistiche a tutti i costi. Se la nostra idea di divertimento è anche solo godere di un ambiente multiculturale, incontrare tantissime persone, e vedere posti nuovi, allora le capitali europee sono il nostro posto: Londra, Parigi, Madrid, Berlino, Praga sono i posti in cui fermarsi per le vacanze di Natale e trattenersi anche fino a Capodanno, per poter festeggiare con i nostri amici e avere il più felice dei ricordi. A basse od alte latitudini, ogni città del vecchio continente, nel periodo delle festività, acquisisce di un'atmosfera magica e affascinante, e ne si viene avvolti come dalla folla di turisti e non che riempie le strade. Ma anche il nuovo continente ha parecchio da offrire, e in particolare New York a Natale è magica: simbolo dello spirito delle festività è l'enorme albero del Rockefeller Plaza. Per godervi il meglio di queste destinazioni e non perdervi niente vi consigliamo le nostre guide di viaggio, dove avrete consigli e suggerimenti su cosa vedere nelle grandi città.

Natale al caldo

tropici

Foto di Selene Weijenberg

Se le temperature a Natale sono troppo basse, dimentichiamo la magica atmosfera di festa, e voliamo verso quelle destinazioni il cui clima fa totalmente a pugni con l'idea gelida e glaciale delle festività. E sopratutto dove un abete addobbato è un'immagine abbastanza contrastante in mezzo a una vegetazione locale ricca di palme. Sì, chiaramente se ci riferiamo alle vacanze al caldo d'inverno parliamo di tutte le destinazioni tropicali. Quelle inserite nei circuiti di massa sono numerose, ma ecco quelle che fanno bene alla famiglia. Il Kenya in Africa, dove potrete dimenticare il gelo invernale crogiolandovi al sole sui lidi di Malindi o Watamu; per poi dedicarvi a un safari fotografico "a caccia" di belve nel loro ambiente naturale. Le spiagge del Messico, dove oltre a farvi i bagni nelle acque più belle del golfo (Veracruz) o del Pacifico (Acapulco) potrete incamminarvi verso le escursioni alla scoperta delle civiltà pre-coloniali, partendo naturalmente dal sito di Chichen Itza, una delle sette meraviglie del mondo moderno; o visitare città impressionanti come Guanajuato. E che ne dite di un bel viaggio in Thailandia? Il meraviglioso paese asiatico ci attende con le sue spiagge ricche di palmeti e le isole delle feste al chiaro di luna (Ko Samui in primis).

Natale ai poli

E se invece al contrario ci piace così tanto il freddo da voler ricercare mete il cui clima è particolarmente rigido di inverno? Noi ve lo sconsigliamo vivamente, ma dare un occhio a quali potrebbero essere dei posti tanto inospitali può per lo meno soddisfare la nostra curiosità. Se si tratta di far scendere la colonnina di mercurio sotto lo zero non c'è che da andare nelle regioni del Circolo Polare Artico. Le foreste della Lapponia, nel nord della Scandinavia, incantano per la sconvolgente bellezza donata loro dal manto innevato e per la maestosità dell'aurora boreale. A latitudini leggermente più basse troviamo l'Islanda, che ha come controparte le caldissime fonti geotermiche naturali dove ci si può immergere all'aperto noncuranti del gelo. Da qua, poi, ci vuole poco a imbarcarsi per la Groenlandia, che non è il regno dei ghiacci tutto l'anno come si può pensare: durante l'estate tiene fede al suo originale nome danese, che significa "terra verde", presentando bellissimi paesaggi campestri, almeno presso la costa.

Lapponia, Finlandia

Foto di Timo Newton-Syms

Strano a dirsi, il nostro inverno è il periodo migliore per visitare il luogo più freddo del mondo: l'Antartide. Trovandosi nell'emisfero australe, infatti, il continente antartico vive la sua estate. Ciò non significa che possiate recarvi lì con costume da bagno e crema solare, ma una temperatura media di -25° è sicuramente più affrontabile di quella invernale che nelle zone più fredde supera gli 80°. Più che del freddo dovete preoccuparvi però del conto in banca: la spesa per un viaggio del genere si aggira attorno ai 30.000 euro. Ma oltre a essere un'esperienza irripetibile dà la possibilità di visitare altri posti interessanti, come la Terra del Fuoco, l'arcipelago a sud del Cile dove si trovano le città più meridionali del pianeta.

Vacanze alternative

Il freddo però non ci ferma, e siamo pronti ad affrontarlo senza timore. Anzi, molti lo desiderano, specialmente le coppie che amano condividere un bel letto caldo al riparo dal gelo esterno. Basta solo l'atmosfera giusta. Come quella ricreata dagli Engelberg Iglu Dorf: hotel di ghiaccio che aprono proprio il giorno di Natale in molti villaggi in Svizzera, Austria e Andorra e che si distinguono per essere composti da tanti igloo. Una soluzione d'alloggio simile la ritroviamo anche nell'Igloo Village in Finlandia, molto più romantico ma anche più costoso. Ma i soldi non sono mai un problema quando si tratta di realizzare un sogno. L'importante è essere felici e passere delle buone feste di Natale: e noi lo auguriamo a tutti voi, ovunque siate nel mondo.

[In apertura: foto di Caffeinated Lens]