Flickr
in foto: Flickr

"Facciamo qualcosa per il Ponte dell'Immacolata?" Questa domanda inizia a girare tra i vostri pensieri, poiché si avvicina il primo break di dicembre. E quest'anno sembra che siamo più che fortunati, infatti, l'Immacolata cadrà di martedì e chi è pronto a partire potrà godere di un ponte molto lungo. Decidere dove andare il ponte dell'Immacolata non è una scelta ardua poiché ci sono tantissime offerte ed idee per tutti i gusti. Chi ama la neve potrà approfittare dei primi fiocchi, chi cerca la tranquillità di un piccolo borgo dove rilassarsi può scegliere tra le tante cittadine italiane e chi desidera andare all'estero può approfittare per visitare una delle belle città europee senza spendere una fortuna. In questo periodo il Natale comincia ad invadere le piazze ed i paesi così si inizia a sentire l'atmosfera delle vacanze di Natale.

I luoghi che vediamo tutti i giorni acquistano improvvisamente un'atmosfera diversa, magica ed i prossimi giorni sono un'occasione da non perdere per visitarli. Infatti non serve aspettare il Natale per scoprire i mercatini, con le offerte del ponte dell’Immacolata avrete tempo di viaggiare a prezzi più bassi verso le destinazioni natalizie, europee e non. Se invece preferite fare un break dal freddo invernale, la festa dell’8 dicembre sarà l’occasione per un viaggio nelle destinazioni più calde, così potrete sfoggiare un'abbronzatura da mostrare orgogliosi ad amici e colleghi. Insomma qualsiasi cosa abbiate voglia di fare e qualsiasi luogo desideriate visitare, il ponte dell’8 dicembre è l’occasione perfetta per partire. Soprattutto quest'anno che dura quattro giorni – dal sabato al martedì  – e c'è il tutto il tempo per prendersi una pausa.

Ecco 5 idee su dove andare il Ponte dell'Immacolata, con mete classiche e qualche destinazione alternativa.

Per chi vuole restare in Italia
Per chi insegue la magia del Natale
All'estero senza spendere una fortuna
Per chi cerca la prima neve

Per chi vuole restare in Italia

Riccardo Cuppini
in foto: Riccardo Cuppini

Per chi non vuole allontanarsi troppo e restare nel nostro paese ci sono tante alternative per trascorrere un Ponte dell'Immacolata tra bontà e borghi dove ormai già si respira l'aria del Natale. Potrete stuzzicare il palato con i tanti eventi di dicembre, come la festa del Torrone e del Croccantino di San Marco dei Cavoti o Chocco Barocco a Modica, in alternativa potete deliziarvi con lo shopping tra i mercatini di Natale più belli d'Italia che riempiono sia le grandi che le piccole città. Vediamo quali potrebbero essere le città da visitare.

Potreste partire da Mantova, che non è caso è stata eletta anche capitale della cultura per il 2016. Se amate l'arte questo è il posto ideale per voi, e come si sa la cultura e la bellezza sono un ottimo rimedio contro lo stress. Il centro storico sembra custodire un passato intrigante, misterioso e per certi versi anche romantico, infatti, il borgo medioevale sorge su un altura a ridosso di un lago dalla forma di un cuore. Mantova è incorniciata da montagne che sembra vogliano proteggere la bellezza e l'unicità dei tesori che custodisce. A Torino, come pure a Salerno, per il ponte Immacolata le vie della città si animeranno con la tradizionale kermesse delle Luci d’Artista: tanti i temi che illumineranno le vie del centro, rendendo l’atmosfera unica e suggestiva. Per chi invece vuole passare un fine settimana immerso nella cultura ma senza abbandonare il clima natalizio, a Matera ci sarà il tradizionale Presepe Vivente tra i Sassi di Matera. Il Presepe occuperà un percorso di circa un chilometro, dall'area di San Pietro Caveoso a quella di San Nicola dei Greci, dove ci sarà il culmine dell'itinerario con la rappresentazione della Natività.

Firenze è una meta che è sempre di moda, una delle città ideali da visitare in Italia in tutti i periodi dell'anno. In questo periodo diventa ancora più magica grazie all'aria del Natale. Proprio l'8 dicembre nel centro storico viene acceso un grande albero di Natale e sempre in Piazza Duomo allestito un presepe con delle statue in terracotta ad altezza naturale. Da sottolineare che in questi giorni di festa si potranno visitare tanti luoghi storici e musei, per la maggior parte gratuiti. Così a Firenze gli Uffizi resteranno aperti, a Roma, apre il Colosseo con i Fori e il Palatino, il Pantheon, la Galleria Borghese e Palazzo Barberini. La Certosa e il Museo di San Martino sono aperte a Napoli, come anche gli Scavi di Pompei ed Ercolano. Venezia, invece, apre le Gallerie dell’Accademia, e questo è un motivo in più per visitarla. Infatti, se non siete ancora innamorati della Serenissima, basta guardare delle immagini di Venezia per perdere la testa.

I più golosi non potranno perdere Chocomodica, un evento al gusto di cioccolato tra i palazzi e le piazze della perla del Barocco siciliano. Dal 5 all'8 dicembre ci saranno stand per assaggiare il prelibato cioccolato modicano, laboratori e showcooking per impararne tutti i segreti. Infondo nelle fredde giornate d'inverno non c'è niente di meglio che un buon cioccolato per riscaldare il corpo e lo spirito. Altro piccolo borgo dove si possono gustare prelibatezze si trova in Campania, dove dal 5 al 13 dicembre, ci sarà una delle feste più attese della, la festa del Torrone e del Croccantino. Nei due week end della festa l’intero paese si anima attorno al simbolo della tavola natalizia, attendendo l'evento più atteso della manifestazione. La creazione del megacroccantino, entrato a pieno titolo nel Guinnes del Primati per la sua lunghezza. Ammirare questo dolce gigante sarà molto suggestivo, ma sarà ancor più emozionante quando sarà dato il via all'assalto del croccantino, durante la quale tutti potranno accaparrarsi di un pezzo del torrone gigante. Infine gli eventi in Italia ci portano nelle montagne della Valle d'Aosta, nel piccolo borgo di Hone. Qui dal 4 all'8 dicembre c'è la Festa della Micòoula, dedica al pane dolce locale fatto con castagne, noci, fichi secchi, uva passa, e anche con scaglie di cioccolato.

Per chi insegue la magia del Natale

Flickr
in foto: Flickr

L'atmosfera del Natale è proprio unica, per chi non riesce a fare a meno di luminarie, casette di legno, dolciumi e babbi natale, i mercatini sono una delle attrazioni irrinunciabili. Questa tradizione è ormai diventata un must anche in Italia, infatti, alcune città si trasformano in villaggi nordici dove spesso non manca neanche la neve.

Tra i mercatini di Natale imperdibile è quello di Merano, un villaggio da favola avvolto tra le montagne. In alcune casette del Mercatino di Natale di Merano vengono esposti prodotti dell'artigianato locale quali candele, ceramiche, addobbi natalizi quali palline in vetro, statue in legno e presepi. In altre specialità gastronomiche tipiche dell'Alto Adige quali dolci, come strudel, pan pepato, biscotti, vin brulè. Caratteristica è la sfilata di San Nicolò insieme ai Krampus, i diavoli, che si svolge nei giorni 5 e 6 dicembre. Sempre in Trentino Alto Adige a Trento, ci saranno centinaia di bancarelle ed espositori dislocati nelle piazze principali che consentiranno ai visitatori di assaggiare i piatti tradizionali. In alternativa, c'è Napoli con la sua esposizione di artigianato tipico natalizio. Un'esperienza indimenticabile, tra le vie delle botteghe dei maestri del presepe.

Anche in Europa già si respira aria di festa, e sono tante le città dove sono già stati allestiti i mercatini trasformando i borghi in piccoli regni incantati dove passeggiare e fare shopping senza stress. Baite di legno piene di oggetti tipici e cucina tradizionale, paesaggi innevati, profumi ed intrattenimenti per piccoli e grandi. A Vienna e a Praga, già a novembre si respira aria di festa e le città diventano ancora più magiche. Tra i mercatini di Natale più belli d'Europa c'è anche Innsbruck sia per il fascino naturale della città, circondata da un anello di monti che l'incorniciano, che per la magia che i mercatini di Natale sanno donare ad ogni angolo di questa splendida città. Ad Innsbruck potrete visitare sei diversi mercatini, a partire da quelli moderni dell'elegante via Maria – Theresien – Strasse, per arrivare ai mercatini del centro storico, dove potrete ammirare la Via delle Fiabe e il Calendario dell'Avvento. Ancora Monaco, Salisburgo, Zurigo, Norimberga e Copenaghen offrono un motivo in più per partire per partire in giro per l’Europa, alla ricerca dello spirito natalizio più autentico.

All'estero senza spendere una fortuna

Carcassone di Luca Perino
in foto: Carcassone di Luca Perino

Se non si è prenotato in anticipo il conto per le vacanze del Ponte dell'Immacolata può essere molto salato. Una soluzione è non scegliere le grandi capitali Europee, ma scoprire città più piccole che spesso nascondono tesori più belli e pregiati.

Un'idea è Bucarest, città economica, grande e soprattutto bella. Anche se non è la prima destinazione che viene in mente se si pensa a dove andare il Ponte dell'Immacolata può regalare sorprese inaspettate. Inoltre, essendo una meta alternativa gode anche di ottime offerte per il ponte dell'8 dicembre. Dal Palazzo del Parlamento al quartiere Lipscani, tutto quello che c’è da vedere a Bucarest sarà avvolto da un’atmosfera pre-natalizia che non potrà che renderla ancora più bella. Altra città che va bene sempre è Barcellona. Qui il freddo è relativo e c'è sempre qualcosa da fare in ogni periodo dell'anno. Gli addobbi natalizi non mancano, ma potrete uscire in camicia senza assiderarvi. Con un weekend così lungo, la città spagnola Barcellona è il miglior break dal freddo senza rinunciare alla folla della grande città, e neanche ad una buona paella.

Cluj in Romania è un'altra meta economica per il Ponte dell'Immacolata. La città è davvero particolare, infatti, passeggiare per il centro sarà come un viaggi nel tempo. Passerete dal Rinascimento al Medioevo senza che ne accorgiate. Altro luogo suggestivo dove andare per il Ponte dell'Immacolata è Lione, una delle più grandi città francesi. Nel week end dell'Immacolata a Lione si celebra una delle feste più belle della Francia: la Festa delle luci, in pieno clima natalizio; quindi quale occasione migliore per organizzare il nostro piccolo viaggio in Francia. Per quattro notti la città brilla in ogni angolo grazie ad allestimenti luminosi straordinari e molto tecnologici.

Sempre in Francia, una città quasi sconosciuta è Carcassonne, un borgo incredibile del sud cinto da mura e torri. Se cercate relax durante questo primo break di dicembre questo è il posto giusto. Inoltre è un'ottima occasione per gustare del buon vino. Spostandoci in Slovenia un'altra città per partire nel Ponte dell'immacolata e non spendere una fortuna è Lubjana. La neve e le bellissime luminarie trasformano le serate in questa città in atmosfere fiabesche, magiche di altri tempi. Un posto non troppo lontano dove trascorrere dei rilassanti giorni di vacanza.

Per un week end fuori stagione, infine, potete optare per Malta. Essendo un'isola, diventata la mecca delle vacanze estive dei giovani, sembra non adatta ad essere visitata in questo periodo. Invece dovrete ricredervi, Malta lontana dal caos di agosto diventa ancor più bella ed apprezzabile. L'isola possiede 350 chiese che testimoniamo la grande spiritualità del paese. Per le strade si respira l'atmosfera delle feste e rivivono le tradizioni ed il folklore. Se poi aggiungiamo che il clima è mite e il sole splende  il ponte dell’Immacolata diventa veramente una vacanza da favola, lontano dalla Malta infernale di agosto.

Per chi cerca la prima neve

Owen B
in foto: Owen B

Appena inizia a far freddo gli amanti della neve non vedono l'ora di partire. Allora perché non approfittare del Ponte dell'Immacolata per rispolverare sci e snowboard nelle fantastiche piste in Italia ed in Europa?

Per chi ama la montagna e la neve, le Alpi sono già pronte ad accogliere i turisti e sportivi che vogliono godersi la suggestione delle piste. A Cervinia gli impianti sono aperti già al 31 di ottobre e già si scia oltre che sulle piste svizzere del  ghiacciaio di Plateau Rosà, anche sulla parte italiana del comprensorio. Cervinia è uno dei pochi luogo dove si può sciare da un paese all'altro. Il Matterhorn Ski Paradise copre tutta l'area da Cervinia a Zermatt, la località sciistica sul versante svizzero, per un totale di 350 chilometri di piste, da percorrere con skipass internazionale. Inoltre è presente una delle funivie più spettacolari del mondo, che permette di raggiungere il Plateau Rosa a quota 3550 metri, e dà la possibilità anche ai non sciatori di godere del meraviglioso panorama che si stende su tutto il gruppo montuoso del monte Rosa. Anche Livigno, il cuore della Valtellina già ha aperto i suoi impianti, con piste di ogni difficoltà. Per coloro che vorranno coniugare lo sport allo shopping, Cortina offrirà ai visitatori il consueto mercatino di Natale. Insomma i luoghi dove sciare in Italia sono davvero tanti. Tra gli altri ricordiamo Bormio, Abetone, Roccaraso (regina dell'Appenino) ed Asiago.

Anche in Europa non mancano i luoghi dove sciare, anzi questo lungo ponte vi darà un motivo in più per partire. Prima di Natale le vacanze sulla neve costano molto meno quindi partire per le vette europee sarà più vantaggioso. Una delle mete simbolo delle vacanze natalizie è Sankt Moritz, il comune svizzero del Canton Grigioni, rinomata stazione di turismo invernale delle Alpi. La piccola cittadina è la meta prediletta per gli amanti della montagna, che di giorno possono usufruire degli impianti sciistici, mentre di sera possono passeggiare per le vie del borgo, dove il Natale ha un sapore antico ed elegante. Coma la Svizzera, anche l'Austria è la meta ideale per chi ama la neve e desidera trascorrere qualche giorno in montagna. Qui esistono numerose località sciistiche, e tra queste svetta senz’altro Kitzbühel, famosa in tutto il mondo per i suoi 150 chilometri di pista. Se volete conoscere i luoghi più economici dove sciare in Europa date un occhiata qui.